“Blackout Tattoo”, la nuova tendenza tra gli amanti di tatuaggi

Il nome è sicuramente evocativo e descrive alla perfezione questa nuova tendenza che sta prendendo piede tra gli amanti dei tatuaggi e della body modification, i blackout tattoo sono dei tatuaggi completamente neri che ricoprono intere parti del corpo.

blackout-tattoo-trend

A differenza dei molto più diffusi blackwork o dei tatuaggi della tradizione polinesiana (Hawaii, Maori della Nuova Zelanda), i blackout si distinguono per un uso più “estremo” dell’inchistro e soprattutto della porzione di pelle ricoperta, che in alcuni casi si avvicina al 100% del corpo.

Il pioniere di questa moda è un tatuatore di Singapore, Chester Lee (qui il suo profilo instagram) che stufo dei soliti tatuaggi Old School ha deciso di cambiare completamente generre e di dedicarsi a questa nuova forma di arte.

“Per anni ho tatuato in stile Old School, con il passare del tempo però questo genere di tatuaggi ha iniziato a stancarmi, un po’ per la ripetitività, un po’ per i limiti che il genere stesso impone, per questo quando sono venuto a conoscenza di questo nuovo genere ho deciso di intraprendere questa nuova strada e di proporre ai miei clienti questi tatuaggi.”

Con il passare del tempo le persone stanno imparando sempre più ad apprezzare le forme e le linee che questa tipologia di tatuaggio esalta sui corpi delle persone.

Anche se attualmente potrebbe sembrarvi un po’ eccessivo chissà che un giorno non prenda piede anche in Italia. Noi una proposta ce l’abbiamo: inventare anche i whiteout tattoos per le persone di colore.

 

Multato con $15,000 per aver gettato le sigarette dal finestrino

Multato con $15,000 per aver gettato le sigarette dal finestrino

Un fumatore di Singapore dovrà pagare una multa di S$19,800 (circa 15,000 dollari americani) per aver gettato le sigarette dal finestrino.

Multato con $15,000 per aver gettato le sigarette dal finestrino

Singapore è famosa per la sua pulizia e punisce severamente anche i reati minori; infatti il 38enne, dopo essere stato beccato dalle videocamere di sicurezza a gettare i mozziconi di sigaretta ben 33 volte, oltre ad essersi beccato una multa di S$600 per sigaretta gli sono state imposte cinque ore di servizio alla comunità in cui dovrà pulire una zona pubblica.

10 operazioni per assomigliare a un personaggio manga

Si sottopone a 10 operazioni chirurgiche per somigliare ad un personaggio manga

Ormai viviamo in un mondo in cui la chirurgia plastica e i ritocchi sono diventati la norma e non più l’eccezione. Ma chi non si meraviglierebbe nell’incontrare una giovane donna Singaporiana del tutto uguale alle ragazze che si vedono sui manga?

10 operazioni per assomigliare a un personaggio manga

Stiamo parlando di Jacqueline Koh, una donna di 29 anni che negli ultimi 2 anni ha subito 10 operazioni di chirurgia plastica per assomigliare sempre più ad un fumetto giapponese.

Per raggiungere l’obiettivo sono stati necessari 136mila dollari e svariate ore in sala operatoria per ricostruire e modificare naso, bocca, zigomi, mento, seno e occhi.

Tutto è cominciato con un trattamento di Vaser Lipo, una particolare operazione simile alla liposuzione. In quel caso, l’esperienza fu traumatica, il medico face un lavoro poco professionale e Koh, finì per ingrassare invece di dimagrire. Nonostante questo la donna non si è fatta scoraggiare ed è tornata più convinta che mai da un altro chirurgo, sottoponendosi ad un processo di rinvigorimento della pelle e del viso.

A seguire le altre operazioni che hanno interessato gran parte del suo corpo, la più complessa delle quali, probabilmente è stata quella per ridefinire la forma del viso.

La ragazza, oltre all’aspetto da perenne cosplay, dichiara di averlo fatto anche per potersi sentire più bella (voi dite che ha raggiunto l’obiettivo) e nega di aver in programma altre operazioni per il momento.

10 operazione per assomigliare a un personaggio manga

Per quanto riguarda la reazione delle altre persone, Koh, ci svela che moltissime donne le hanno sul suo blog personale per chiedere consigli e informazioni riguardanti il suo chirurgo personale.

Quasi nessuno secondo lei avrebbe avuto da ridire sul suo nuovo aspetto.

Kissenger

Kissenger, il nuovo strumento per i baci a distanza

KissengerHooman Samani, un ricercatore del dipertimento di intelligenza artificiale dell’università di Singapore, ha sviluppato un incredibile macchina in grado di trasmettere tramite dei piccoli robot, baci a distanza in grado di emulare con estrema precisione la sensazione di un vero bacio.

L’oggetto, già soprannominato Kissenger, in onore alla famosissima chat di windows Messenger, è stato sviluppato per dare l’opportunità alle coppie a distanza di provare un tiepido piacere nel poter baciare seppur non direttamente il proprio partener.

Già l’anno scorso, uno studente Giapponese presentò al mondo i suoi studi per un marchingegno molto simile e in grado di muoversi in base ai movimenti della lingua del baciatore.

Ovviamente affinché tutto possa funzionare sono necessari due Kissenger. Dopodiché non vi resterà che accendere il vostro gioiellino a forma di coniglio e iniziare a baciare virtualmente la vostra dolce metà.

Probabilmente baciare un pezzo di plastica non dev’essere così emozionante come farlo con una persona vera, ma il creatore avrà pensato: “Meglio che niente”.

Se volete saperne di più guardate il video qui sotto! A me sembra un po’ squallido, a voi?