Monete Disney che si possono spendere davvero (2)

In commercio monete Disney che si possono spendere davvero

Ad Auckland, in Nuova Zelanda, sono state coniate delle monete d’oro e argento raffiguranti alcuni personaggi Disney che possono essere usate come dei veri soldi.

Monete Disney che si possono spendere davvero (2)

Sembrano dei giochi per bimbi invece sono delle vere e proprie monete; sono raffigurati Topolino, Minnie, Pippo, Paperino, Paperina e Pluto, mentre nella parte posteriore è raffigurata la Regina Elisabetta II. Le fregature sono due: valgono solo nell’isola di Niue (Oceano Pacifico) e la più costosa vale solo 25 dollari americani ma per acquistarne una è necessario pagare 799 dollari neozelandesi.

(altro…)

999 rose fatte di banconote (3)

Chiede la mano della ragazza con 999 rose fatte di banconote

Si dice che i soldi non possano comprare l’amore ma a quanto pare un ragazzo cinese di 27 anni ci ha provato, chiedendo alla sua ragazza di sposarlo con 999 rose fatte di banconote.

999 rose fatte di banconote (3)

La ragazza di Chen Li, un programmatore cinese, ha accettato senza pensarci troppo. Il motivo per il quale Chen ha pensato a questa “costosa” proposta non è stata però la sua ragazza ma i genitori di lei. Recentemente la coppia parlava di matrimonio ma i genitori di lei non sembravano molto contenti. “Prendere in affitto un appartamento è accettabile prima del matrimonio ma sposarsi senza avere una casa non è appropriato”, ha detto la madre di lei al ragazzo.

Come se non bastasse, la ragazza di Chen non ha detto niente per difenderlo; così, dopo essere tornato a casa, è andato dritto in banca a svuotare il suo conto in banca in cui aveva i risparmi di una vita (200.000 yuan, pari a circa 24.000€) e ha passato i quattro giorni successivi piegando le banconote rendendole simili a delle rose. Le 999 rose sono state composte ognuna da due banconote.

999 rose fatte di banconote (4)

Ha cominciato a fare i fiori l’8 febbraio, impiegandoci 5-6 minuti per ognuno, e ha fatto la proposta alla sua ragazza il 12, il giorno del suo compleanno, proprio due giorni prima della festa degli innamorati. Dopo averla portata fuori, si è inginocchiato e le ha donato le rose. La ragazza è scoppiata in lacrime e ha accettato immediatamente.

So che i soldi che ho in totale non sono abbastanza per comprare una casa e so che la mia ragazza non vuole un’auto, volevo dimostrarle che la amo comunque dandole tutto quello che avevo“, ha detto l’innamorato Chen. “Ne terrà un paio come ricordo ma il resto li terremo per la futura casa”.
Il piano ha funzionato e ora la coppia felice sta passando insieme un po’ di tempo aprendo le banconote.

999 rose fatte di banconote (1) 999 rose fatte di banconote (2)

Restituisce i soldi a un negozio dopo 12 anni

Rapinatore restituisce i soldi a un negozio dopo 12 anni

Un ex tossicodipendente che ha rapinato un negozio di alimentari più di dieci anni fa ha chiesto perdono dopo aver restituito il denaro che aveva rubato con una lettera di scuse.

Keosavanh Xayarath è stato minacciato con una pistola da un uomo nel suo negozio di Nashville (Tennessee, USA) circa 11-12 anni fa.
Il criminale, tormentato dal rimorso, è tornato qualche giorno fa nel negozio che aveva rapinato per restituire i 300 dollari che aveva rubato, lasciando anche una lettera.
“Ha insistito molto che li accettassimo”, ha detto il figlio del negoziante.

Restituisce i soldi a un negozio dopo 12 anni

“Sono un tossicodipendente. Circa 11 o 12 anni fa ho rapinato questo negozio con una pistola. Non faccio più uso di sostanze stupefacenti e sento di dovermi scusare con le persone che ho ferito in passato. Sono venuto nel vostro negozio verso le 9 o le 10 nel 2002 o nel 2003 e ho preso un pacco da 10 birre e chiesto un pacchetto di sigarette, e quando si è aperta la cassa per il resto ho tirato fuori la pistola e ho preso circa 300 dollari e poi sono corso via con un’auto bianca.
Spero che possiate accettare questi soldi e perdonarmi.
Che la pace sia con voi.
Anonimo”

La foto della lettera è stata pubblicata su Instagram dove ha ricevuto riscontri positivi.
“È molto stimolante e ci ricorda che ci sono molte persone buone a questo mondo”, ha detto il negoziante.
“Alla persona anonima, vorremmo dire che lo perdoniamo e lo ringraziamo per la lettera. Non ci importa dei soldi. Siamo stati molto più ispirati dal tuo gesto. Spero che tu possa trovare pace e fortuna nella tua vita. I migliori auguri!”.

Termiti mangiano i risparmi di una pensionata

Termiti mangiano i risparmi di una pensionata

Termiti mangiano i risparmi di una pensionata Un’anziana donna cinese si è ritrovata una brutta sorpresa quando ha scoperto che le termiti hanno letteralmente mangiato i suoi risparmi.

La donna, che non è stata identificata, aveva ricevuto una cifra pari a circa €50.000 dai suoi figli, che ha deciso di conservare in un cassetto nella sua abitazione invece di depositarli in banca.

Sei mesi dopo è andata a riprenderli ma quello che ha trovato sono stati solamente pezzi di carta mangiucchiati dalle termiti.

Disperata, la signora ha portato i pezzi di carta in banca sperando che potesse recuperare il denaro danneggiato.

Fortunatamente sono stati in grado di recuperare circa €40.000; per i rimanenti €10.000, però, non c’è stato niente da fare.

Vende rene per comprare iPad

Ragazzo 17enne vende un rene per comprarsi un iPad

Vende rene per comprare iPadUn teenager Cinese di 17anni aveva così voglia di possedere un iPad che pur di riuscire a comparselo ha venduto un rene ad una clinica specializzata.

L’incredibile notizia arriva dalla provincia Cinese dello Hunan dove il ragazzo del quale è stato reso noto solo il cognome, Zheng, ha deciso di vendere il suo rene in cambio di 2000 dollari.

“Volevo comprarmi un iPad2 ma non avevo i soldi, così sono andato su internet e ho trovato una pubblicità che prometteva soldi in cambio di un rene.

Dopo aver negoziato sul prezzo da pagare, il ragazzo si è messo in viaggio verso la città di Chenzhou, dove è stata effettuata l’operazione di rimozione del rene.

Non c’è da stupirsi del fatto che il giovane poco dopo l’operazione abbia subito delle complicazioni. Il dolore si è fatto tanto forte che Zheng non è riuscito a tener nascosto alla madre la sua bravata.

Quando è tornato a casa aveva un tablet nuovo e un set Apple completo” – dichiara la signora Liu, madre del giovane – “Volevo capire dove avesse trovato tutti quei soldi, così mi sono recata dalla polizia”.

A quel punto Zheng, livido in volto, non ha più potuto mentire e ha confessato di aver venduto un rene in cambio dei soldi.

A nulla sono serviti i tentativi della donna di denunciare il fatto alla polizia, l’azienda ospedaliera contattata, ha negato completamente ogni responsabilità.

Dalla Apple fanno sapere che stanno già lavorando ad un’applicaizone per iPad in grado di sostituire le funzioni vitali dei reni. 🙂

AGGIORNAMENTO LUGLIO 2011: A quanto pare visto il peggiorare delle sue condizioni di vita, il ragazzo si sarebbe detto pentito di aver venduto il suo rene per comprare il tablet Apple. La notizia è stata riportata da ShangayDaily

ATM-take-money

Bancomat impazziti regalano soldi ai passanti a Sydney

E’ capitato ad ad alcuni sportelli bancomat Australiani in seguito ad un guasto tecnico del computer centrale.

Le macchinette a Sydney e appartenenti alla Commonwealth Bank sono impazzite e hanno iniziato a distribuire soldi in quantità smisurate ai clienti che si recavano a prelevare.

ATM-take-money

Ben presto la voce si è sparsa e intorno alle macchinette si sono formate cose lunghe decine di metri.

Il problema ha colpito circa 40 macchinette in tutta la città.

“Le macchinette hanno iniziato a lavorare in modalità standby e non riuscivano ad identificare i clienti per poter scalare i soldi dai conti correnti” – dichiara un delegato della banca.

“Anche se la macchinetta distribuiva soldi, questo non significa che i clienti si dovessero sentire autorizzati a prenderli, non erano soldi loro.”

La polizia intanto avverte che coloro che si sono appropriati di soldi e non li hanno ancora restituiti, potrebbero incorrere in persecuzioni penali.

Insomma, i bancomat Robin Hood non hanno funzionato a dovere! Con buona pace di tutti.

Mutande sporche antiladro

Mutande sporche per nascondere i soldi

Quelli dell’azienda Americana Sears hanno sicuramente senso dell’umorismo. Come sapete, trasportare i vostri soldi e valori mentre state viaggiando fa aumentare lo stress di una situazione già non tranquilla e familiare.

La cameriera dell’hotel andrà a curiosare nella vostra valigia? Qualcuno sull’aereo potrà provare a far scivolare la sua mano nel vostro bagaglio a mano mentre dormite? I controlli ruberanno qualcosa dal vostro bagaglio spacciandolo per esplosivo?

Beh, l’azienda Sears ha trovato la perfetta soluzione per nascondere il vostro denaro e i vostri oggetti di valore mentre viaggiate: mutandoni sporchi!

Mutande sporche antiladro

Questo oggetto dallo speciale design ha uno scomparto segreto per riporvi qualsiasi cosa vogliate. Ma la vera specialità è il luogo strategico in cui è posizionata la “sgommata” di cacca che metterà a dura prova anche il più abile e temerario dei ladri.

Ecco come l’azienda Sears descrive il proprio prodotto, ribattezzato ‘Mutanda Sicura’: “Persino il ladro più incallito o il più curioso si fermerebbe istantaneamente davanti ad una mutanda così sporca. (non lo fareste voi?)”

Se siete interessati all’acquisto del prodotto, sappiate che il suo prezzo è di 12.99 dollari

[Grazie Clà]