La famiglia messicana che vive sotto una roccia (1)

La famiglia messicana che vive sotto una roccia

Benito Hernandez, quando aveva 8 anni, adorava ripararsi dal sole da una roccia nel deserto di Coahuila, in Messico. Ora quella roccia fa da tetto per la sua casa.

Hernandez e sua moglie vivono sotto una grande roccia – di 40 metri di diametro – in Messico, ad 80 chilometri dal confine con gli Stati Uniti d’America, da più di tre decenni.

La famiglia messicana che vive sotto una roccia (1)

55 anni fa, quando hanno pensato di costruire casa lì, si poteva diventare possessori di un terreno semplicemente stabilendosi lì per un lungo periodo; così, durante i vari anni in cui lavorava per il raccolto di candelilla, l’uomo ha respinto tutti quelli che avrebbero voluto quel pezzo di terra e 20 anni dopo ne è divenuto il possessore legale, potendo finalmente costruire la casa dei suoi sogni sotto la pietra che l’ha affascinato per tutti quegli anni.
L’uomo ha usato cemento e mattoni seccati al sole per costruire le mura della casa e legno locale per porte e finestre. Ci ha messo qualche anno ma è riuscito a costruire la casa per la sua famiglia, anche se non ha una fornitura affidabile di energia o una fognatura.
Per cucinare usano una stufa a legna e prendono l’acqua in una sorgente in zona.

La vita è più semplice durante l’estate, quando lavorano sodo per il raccorto della piccola pianta del deserto, usata per la produzione di chewing gum e per il settore cosmetico. Durante l’inverno, invece, quando la candelilla non produce molta cera e diventa molto freddo, fanno fatica anche a trovare del cibo.

La famiglia messicana che vive sotto una roccia (2) La famiglia messicana che vive sotto una roccia (3) La famiglia messicana che vive sotto una roccia (4)

Pur essendo gli unici che vivono ancora nella zona, Benito e la moglie non lasceranno la casa di roccia, in cui hanno cresciuto ben sette figli.

Politico olandese raccomanda di fare pipì sotto la doccia per risparmiare acqua (2)

Politico olandese raccomanda di fare pipì sotto la doccia per risparmiare acqua

Politico olandese raccomanda di fare pipì sotto la doccia per risparmiare acqua (2) Il consigliere comunale di un paesino in provincia di Drenthe (Aa en Hunze), nei Paesi Bassi, raccomanda ai cittadini di fare pipì mentre fanno la doccia, in modo da risparmiare acqua, e così anche denaro.

Politico olandese raccomanda di fare pipì sotto la doccia per risparmiare acqua (1) Durante il consiglio comunale hanno deciso che uno dei progetti del 2013 sarà cercare di risparmiare l’acqua per la salvaguardia del territorio.

Urinare mentre si è sotto la doccia “permette di risparmiare molta acqua pulita e fa bene all’ambiente”, afferma Bert Wassink, che rappresenta il GroenLinks (ovvero la Sinistra Verde), e ha confermato pubblicamente che lui lo fa già. “Se unite la doccia al fare la pipì risparmiate sia acqua che soldi, quindi perché no?”, aggiunge.

In media, in Olanda, una persona usa 39 litri d’acqua al giorno con la doccia e 36 con lo sciacquone.