Steven-McCormack

Cade sull’ago del compressore e inizia a gonfiarsi come un palloncino, salvato dai colleghi

Stevan McCormack, un camionista Neozelandese di 48 anni, deve ringraziare i suoi colleghi per avergli salvato la vita, dopo che l’ago di un compressore gli si è infilzato nel sedere e ha iniziato a gonfiarlo come un palloncino.

L’incredibile incidente è avvenuto mentre Steve si trovava sul tetto del suo camion ed è precipitato nello spazio tra la cabina e il rimorchio cadendo proprio sopra l’ago del compressore che si trovava là posizionato.

Steven-McCormack

L’ago gli ha perforato una natica e ha iniziato a gonfiarlo.

“Sentivo l’aria entrare nel mio corpo, ho iniziato ad urlare e a chiedere aiuto, non riuscivo a liberarmi ed ero terrorizzato che l’aria potesse farmi scoppiare.”

La sensazione descritta da Steve è quella della decompressione.

Fortunatamente i suoi colleghi di lavoro si sono precipitati a soccorrerlo dopo aver sentito le urla provenire dal suo camion, staccandolo dal compressore e dandogli del ghiaccio per il collo gonfio.

I medici hanno in seguito fatto sapere che l’aria penetrata nel corpo di Steve ha fatto in modo che il grasso si staccasse dai muscoli e si dicono sorpresi del fatto la pelle non abbia presentato lacerazioni dovute al rigonfiamento.

Ora l’uomo si trova all’ospedale dove passerà ancora qualche settimana prima di poter tornare al suo lavoro e a casa dalla sua famiglia.

Evita l’arresto buttandosi con il paracadute dal ponte: il video è già cult!

Un paracadutista Californiano è riuscito ad evitare moementaneamente l’arresto buttandosi con il suo paracadute mentre un agente di polizia tentava di fermarlo dopo averlo sorpreso in procinto di lanciarsi da un ponte alto 85 metri.

Il curioso fatto è avvenuto qualche giorno fa al Bixby Bridge nel Big Sur in California.

Nel video girato si distingue chiaramente la voce dell’agente che dice all’uomo: “Non pensarci neanche!”; ma Steve Jester, 46 anni, non la pensava alla stesso modo e si è gettato dopo aver anche perso tempo a mettersi gli occhialini e a chiedere all’agente come si chiamasse.

Tanto mi arrestate lo stesso, mi scusi ma devo farlo!” – sono state queste le ultime parole di Jester prima di lanciarsi nel vuoto.

Una volta atterrato nella spiaggia con il suo paracadute, Steve è stato arrestato con l’accusa di resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale, giuda sotto l’effetto di droghe e alcol e possesso illegale di Marijuana.

Nonostante questo, il video passerà agli annali per l’indifferenza spettacolarità del gesto.

Bellissima la canzone cover dei Green Day in sottofondo: “I fought the law”, ho combattuto la legge (ma la legge ha vinto).

Buzz Lightyear

Fanatico di Toy Story cambia il suo nome in ‘Buzz Lightyear’

Voleva dimostrare il suo amore per la famosa saga Disney “Toy Story” e così ha deciso di cambiare il suo nome in “Buzz Lightyear”.

Buzz Lightyear

Steve Bolton un ragazzo 26enne proveniente dalla Gran Bretagna è fan del cartone animato fin dalla prima pellicola uscita nelle sale cinematografiche nel lontano 1995 e ora che è uscita l’ultima fatica Disney “Toy Story 3” il giovane ha deciso di mostrare a tutto il mondo il suo amore per questi pupazzi parlanti cambiando nome e diventando all’anagrafe il signor ‘Buzz Lightyear’ .

Il ragazzo che nella vita di tutti giorni fa il meccanico ha aspettato l’uscita del nuovo film animato per 11 lunghissimi anni e ora che finalmente è arrivato il momento ne ha approfittato per cambiare nome.

Per cambiare il suo nome Steve ha dovuto contattare il servizio “UK deed poll service” che permette a chi ne fa richiesta di cambiare legalmente il proprio nome.

Liberi di crederci o no, il personale del Deed Pool Service è stato entusiasta di dare una mano a Steve per realizzare il suo sogno.

Buzz Lightyear

Dalla settimana scorsa Steve può utilizzare la carta di credito, la carta di identità, firmare documenti, tutto con il suo nuovissimo nome spaziale!

“Sono un fan accanito di Toy Story, da sempre è stato il mio cartone animato preferito e ho sempre creduto che Buzz sarebbe stato il miglior eroe d’azione mai creato se non fosse stato un giocattolo. Così ho deciso di chiamarmi come lui. la mia ragazza è entusiasta al solo pensiero di dire agli altri che esce con Buzz Lightyear. I miei amici mi hanno sempre detto che avevo il suo stesso sorriso e il suo stesso mento.” – ha  raccontato il ragazzo ai giornali che lo hanno intervistato.

Cos’altro aggiungere? contento lui contenti tutti!