Kelly Gneiting (2)

Lottatore di sumo diventa il più grasso corridore di maratone

E’ un validissimo lottatore di sumo di 181 chilogrammi, ma è anche diventato il più grasso uomo al mondo ad aver concluso una maratona.

Kelly Gneiting (2)

Kelly Gneiting, si è allenato per mesi e finalmente il 20 Marzo è riuscito a completare la sua impresa a Los Angeles in 9 ore 48 minuti e 52 secondi, diventando ufficialmente il più grasso uomo ad aver mai completato una maratona.

Il precedente record apparteneva ad un uomo del peso di 124 chilogrammi che nel 2008 corse la maratona in 11:52:11.

“Vorrei bedere i Keniani riuscire a migliorare il record di 2 ore come ho fatto io!” – dichiara scherzando Kelly.

Gneiting ha corso per i primi 8 chilometri correndo e camminando gli ultimi 18 raccontando di aver perso anche il percorso dopo 10 chilometri perché troppo affannato e stanco.

Kelly Gneiting (1)Kelly Gneiting (3)Kelly Gneiting (4)

Le ultime ore non ce la facevo più, sono stato ostacolato dai semafori, dal vento, dalla pioggia, se sono arrivato alal fine delal corsa è stato solo grazie alla forza di volontà, mi sono detto, se dovrò stramazzare al suolo, lo farò.”

Ma così non è stato e ora la gloria se la potrà godere comodamente seduto sul suo divano di casa!

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorio

Si traveste da lottatore di sumo e aggredisce la ex fidanzata

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorioE’ accaduto a Dublino, una donna vestita con un abito da Sumo gonfiabile è entrata nel locale nel quale si trovava la sua ex-ragazza e l’ha aggredita con una bottiglia di Vodka Smirnoff Ice che teneva nascosta all’interno del buffo travestimento.

Adrienne Martin si trovava con alcuni amici ad una festa in maschera al George Pub, uno dei più famosi gay bar di Dublino, quando la sua ex ragazza Sandra Talbot è apparsa vestita da lottatore di sumo e l’ha aggredita in seguito a quasi un anno di continue gelosie.

Secondo quanto appreso dai giudici, l’aggressione sarebbe nata dopo che la vittima avrebbe ammiccato ad un uomo travestito da barretta di Snickers.

Sandra avrebbe colpito alla testa Martin con la bottiglia, dopo che già nel pomeriggio le due avevano avuto una violenta discussione verbale.

In seguito all’aggressione i gestori avrebbero scortato fuori dal locale la donna, chiedendole di sgonfiarsi un po’ il costume in modo tale da passare dalla porta.

Durante l’udienza dal giudice, Adrienne avrebbe affermato di soffrire ancora di forti dolori e di crisi di panico dovute all’aggressione.

Da parte sua invece Sandra nega ogni sorta di contatto fisico, dichiarandosi innocente e affermando che Adrienne le avrebbe rovinato la vita.

La corte ha sentenziato che Sandra dovrà pagare 400 dollari per l’aggressione ai danni della sua ex fidanzata.