gonna telecamera

Absurdità in breve #13

gonna telecameraLe telecamere di sicurezza inquadravano le clienti sotto le gonne, supermercato costretto a scusarsi

Una catena di supermercati tedesca denominata Edeka è stata costretta a scusarsi con i propri clienti dopo che alcune telecamere di sicurezze installate nel supermercato avevano inavvertitamente registrato le immagini delle mutande di alcune clienti con indosso la gonna. L’incidente è avvenuto dopo che il supermercato aveva deciso di montare delle telecamere che potessero mostrare la parte bassa dei trolley dove spesso i ladri nascondevano la merce che non volevano pagare. Il portavoce dell’Edeka ha affermato:”le telecamere sono state installate da un’azienda molto seria, credevamo fosse tutto a norma di legge. Abbiamo agito in buona fede.” [Fonte]

_______________________________________________________________________________

Melvin-Roberts-colpito-da-fulmine-per-la-sesta-voltaColpito da un fulmine per la sesta volta

Il 58enne Melvin Roberts proveniente dal South Carolina è stato recentemente colpito per la sesta volta da un fulmine durante una violenta tempesta scatenatasi vicino a casa sua. L’uomo trasportato immediatamente in ospedale ha subito ferite e bruciature alla gambe e ai piedi. L’ultima volta nel 2007 un fulmine lo costrinse a quasi un anno in sedia a rotelle. “Forse Dio mi vuole punire per qualcosa che ho fatto” – afferma affranto l’uomo. [Fonte]

_______________________________________________________________________________

bolle nella bolla recordNuovo record con le bolle di sapone

Ha battuto nuovamente il record che già deteneva, Sam Heath un noto manipolatore di bolle di sapone è riuscito a conquistare il settimo record in questa specialità per essere riuscito a soffiare 56 bolle di sapone in un’unica bolla più grande. Il precedente record appartenente allo stesso Sam era di 49 bolle, realizzato nel 2006. negli altri suoi record l’uomo, padre di due bambini è riuscito a mettere dentro a una bolla 50 persone o a concatenare la più grande bolla di sapone. Il suo segreto? La soluzione di acqua e sapone giusta. [Fonte]

_______________________________________________________________________________

Arcobaleno al contrarioL’arcobaleno al contrario, fenomeno più unico che raro

Uno spettacolo del genere è stato avvistato solo un paio di volte a memoria d’uomo e quasi come fosse una leggenda metropolitana la sua esistenza si è propagata negli anni col nome di ‘sorriso del cielo’; stiamo parlando dell’arcobaleno al contrario, un fenomeno incredibile frutto del riflesso dei cristalli di ghiaccio sulle nuvole. L’arcobaleno è stato fotografato a Leicestershire. A differenza dei normali arcobaleni, quello al contrario si verifica in condizioni atmosferiche decisamente migliori e non necessariamente a seguito di precipitazioni. [Fonte]

 

 

Pesa tette insieme a frutta

La commessa pesa le sue tette assieme alla frutta, cliente risarcito

Il proprietario di un negozio di alimentari nello Jersey, in Gran Bretagna, è stato costretto a risarcire una cliente con 5 sterline dopo che una delle sue commesse aveva pesato la frutta senza accorgersi che all’interno della bilancia erano finite anche le sue tette, facendo così aumentare a dismisura il prezzo del prodotto.

Pesa tette insieme a frutta

Jim Hopley, direttore generale della Channel Islands Co-Operative ha spiegato che l’incidente è stato provocato proprio dal seno prorompente della commessa e che il cliente è stato immediatamente risarcito della somma in eccesso, anche se ammette che in 40 anni di attività non gli era mai capitato un incidente simile.

“La cliente stava facendo la sua spesa settimanale e aveva comprato una serie di prodotti tra cui un peperone verde che recava sullo scontrino un prezzo di 1.95 sterline nonostante il prezzo solitamente si aggirasse sui 79 penny. Accortasi dell’errore la donna avrebbe chiesto di ripesare tutti i frutti e vegetali, scoprendo che non solo il peperone, ma anche gli altri frutti avevano un prezzo gonfiato, tutto per colpa di un paio di tette!” – ha raccontato il direttore.

Secondo quando appreso in seguito, l’incidente è stato causato dalla sedia troppo bassa sulla quale era seduta la cassiera, che avrebbe dunque fatto in modo che i suoi ‘meloni’, perdonatemi la battuta irresistibile, finissero sul piatto della bilancia assieme all’altra frutta.

La notizia si sarebbe diffusa dopo che la malcapitata, una volta tornata a casa, avrebbe scritto una lettera al giornale locale per avvisare gli altri consumatori che eventualmente fossero stati vittime dello stesso incidente.

Annusa il sedere del commesso, ripreso da un video, la polizia indaga

Annusa sedere commesso

A quanto pare neanche i supermercati sono più tranquilli come una volta. Basta chinarsi un attimo per prendere il burro e tac, ecco il maniaco di turno che abusa di te.

E’ quello che è successo a un commesso, della Coop a Plymouth, in Gran Bretagna, vittima di quella che può essere etichettata come una vera e propria agressione sessuale da parte di un folle.

Nessuno si sarebbe mai aspettato che mentre il commesso sistemava i prodotti nel bancone frigo del supermercato, un uomo gli avrebbe annusato ripetutamente il sedere!

La polizia dopo avere acquisito i filmati della telecamera di sorveglianza sta ora cercando di risalire all’identità dell’uomo.

La telecamera ha ripreso l’uomo che ripetutamente si chinava facendo finta di cercare o prendere prodotti e nel frattempo si avvicinava con il naso al sedere dell’inconsapevole commesso.

Solo in seguito il ragazzo è stato avvisato e ancora incredulo ha detto: “Sono abituato ad avere gente che cerca e gira intorno a me mentre metto i prodotti negli scaffali, non mi ero accorto che l’uomo mi seguiva lungo la corsia in quel modo!”.

Annusa sedere del commesso, ricercatoLa vicenda si è ripetuta pochi giorni più tardi, anche questa volta l’uomo si è appostato dietro il commesso e ha iniziato ad annusarlo.

La polizia dichiara di aver preso il caso molto seriamente tant’è che l’uomo, non ancora identificato, è accusato di aggressione sessuale nei confronti dell’impiegato del supermercato.

E’ stato anche chiesto a chiunque avesse visto in faccia l’uomo di aiutare gli agenti ad identificarlo.