Pensionato svedese legge il suo necrologio sul giornale (1)

Pensionato svedese legge il suo necrologio sul giornale

Un anziano pensionato svedese è rimasto alquanto sorpreso quando ha letto il suo necrologio sul giornale locale, in seguito a un malinteso tra la sua famiglia e l’ospedale dove era in cura.

Pensionato svedese legge il suo necrologio sul giornale (1)L’81enne Sven-Olof Svensson, di Jönköping, è stato ricoverato all’ospedale il giorno della vigilia di Natale a causa di un improvviso malessere. La sorella, di 90 anni, parlando al telefono con il medico ha capito che il fratello fosse morto, così ha scritto un necrologio con l’amico Lars Fältskog, che è stato poi pubblicato sul giornale l’ultimo dell’anno.
Quando il 3 gennaio Lars è andato all’ospedale a prendere gli oggetti personali di Sven, che credeva morto, l’ha visto seduto sul letto e in via di guarigione.

“Puoi vedere il lato divertente della cosa. È comprensibile che ci possa essere stato un errore, anche se è stato fatale in questo caso”, ha scherzato Sven. “A detta di mia sorella, quando ha chiamato i dottori e ha chiesto di me ha capito che ero morto. È chiaro che fosse sotto shock“.

Sven si è fatto una risata e ha chiesto a un giornalista di scrivere un articolo sullo stesso giornale per spiegare la situazione. Quando il giornalista chi chiesto come ha reagito a leggere la sua vita riassunta nelle poche righe di un giornale ha risposto: “Non senti molto”.
“Siamo tutti sulla stessa strada. Prima o poi finiremo tutti nella sezione necrologi. Ho vissuto una lunga e fantastica vita, ho 81 anni e non mi posso lamentare della mia età”.

Svedesi inventano una macchina che trasforma il sudore in acqua potabile (1)

Svedesi inventano una macchina che trasforma il sudore in acqua potabile

Un gruppo di esperti in Svezia ha creato una macchina che trasforma il sudore in acqua potabile, ispirandosi dalla tecnologia usata dalla NASA per riciclare il sudore e l’urina del corpo umano.

Svedesi inventano una macchina che trasforma il sudore in acqua potabile (1)

Sviluppata da un team di ingegneri guidati da Andreas Hammar, la “Macchina del Sudore” funziona estraendo la sudorazione, composta dal 99% da acqua, dai vestiti. Gli indumenti vengono gettati in un essiccatore che li spreme fino all’ultima goccia di liquido.

Il sudore raccolto viene riscaldato ed esposto ad una luce ultravioletta, facendolo successivamente passare attraverso una serie di filtri che ne eliminano i sali e i batteri. Durante la fase finale del processo di purificazione, il sudore viene fatto passare attraverso un filtro da caffè che trattiene le fibre tessili lasciate dai vestiti.
Il risultato è acqua distillata perfettamente potabile.

Gli inventori della macchina dicono però che per produrre un litro di acqua potabile è necessario un carico pieno di vestiti sudati.

Svedesi inventano una macchina che trasforma il sudore in acqua potabile (2)

Vietano i pantaloncini; mettono la gonna per protesta (2)

Vietano i pantaloni corti ai conducenti del treno; mettono la gonna per protesta

Dopo che una compagnia svedese ha deciso di vietare i pantaloncini corti durante le ore di lavoro, tredici conducenti del treno hanno deciso di cominciare ad indossare delle gonne durante i caldi mesi estivi.

Vietano i pantaloncini; mettono la gonna per protesta (2)

Durante l’estate, nelle cabine dei treni si possono raggiungere temperature molto alte fino ad arrivare ai 40 gradi centigradi ma per la compagnia Arriva solamente le gonne e i pantaloni lunghi sono regolamentari. Alcuni dipendenti maschi hanno così deciso di optare per le gonne per stare più freschi.

La compagnia, che opera a Roslagen (Svezia), a quanto pare approva la scelta dei dipendenti; dicono che le gonne li fanno sembrare molto più presentabili che con i pantaloncini.

“Il nostro pensiero è che una persona debba essere adeguata e presentabile quando rappresenta Arriva e queste nostre uniformi lo fanno. Se i ragazzi vogliono indossare la gonna va bene. Imporgli di fare qualcos’altro sarebbe discriminazione”, ha detto un portavoce della compagnia.

Vietano i pantaloncini; mettono la gonna per protesta (1) Vietano i pantaloncini; mettono la gonna per protesta (3)

Nonostante i pantaloncini facciano sembrare i dipendenti molto rilassati durante il lavoro, Arriva ha annunciato che la questione delle uniformi verrà riproposta alla prossima riunione aziendale prevista per settembre.

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

Una donna di Jönköping, Svezia, ha avuto il permesso di riavere il suo seno rimosso chirurgicamente dopo aver spiegato che avrebbe voluto dargli una degna sepoltura.

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

La donna ha richiesto alla biobanca di Jönköping il suo seno, che le era stato precedentemente rimosso in un’operazione chirurgica, spiegando che voleva essere lei a decidere cosa farne.
Avendo qualche dubbio circa le prassi giuridiche riguardanti il ritorno di parti del corpo asportate per essere sepolte, un coordinatore della biobanca si è consultato con il Consiglio Nazionale della Sanità e del Welfare.

Abbiamo ricevuto una richiesta piuttosto insolita e vorrei avere dell’assistenza riguardo la parte legale del problema. Una paziente si è fatta asportare il seno e lo vorrebbe ‘indietro’ per poterlo seppellire”, spiega il coordinatore.

In una email datata 16 gennaio un avvocato che rappresenta il Consiglio ha stabilito che non c’è alcun ostacolo giuridico per aderire alla richiesta della donna.
“Non c’è niente che vieti di rilasciare dei tessuti o una parte del corpo di un paziente dopo un’operazione o un’amputazione se questo non pone alcun rischio per la salute pubblica“. L’avvocato ha spiegato che a suo avviso “in casi normali” basta confezionare le parti del corpo in modo adeguato al fine di garantire che non vi sia alcun rischio di complicazioni o infezioni.