Bimbo, 8 anni, nasconde tartaruga nei pantaloni all'aeroporto

Bimbo, 8 anni, nasconde tartaruga nei pantaloni all’aeroporto

Bimbo, 8 anni, nasconde tartaruga nei pantaloni all'aeroporto

Un bambino cinese di 8 anni non aveva alcuna intenzione di abbandonare la sua tartaruga ma sapeva bene di non poterla portare con sé durante il volo, così ha pensato di provare a farla passare attraverso la sicurezza dell’aeroporto nascondendola nei pantaloni.

È successo all’aeroporto Guangzhou Baiyun, nella provincia di Guangdong in Cina; Congcong Tai aveva appena finito di passare l’estate dai nonni e stava tornando a casa dai genitori ma non voleva separarsi dalla tartaruga a cui si era affezionato tanto.

“La nonna gli aveva detto di lasciare giù la tartaruga ma le ha disobbedito e ha tentato di portarla sull’aereo”, ha detto una delle guardie.

“Quando i funzionari della dogana hanno capito che stava cercando di nascondere qualcosa lui ha tentato di coprirla meglio, e quando la nonna gli ha chiesto che cosa stesse nascondendo ha tentato di coprirla ancora meglio”.

A quel punto, l’anziana signora ha detto al nipote di collaborare con gli ufficiali e gli ha aperto i pantaloni, in cui nascondeva la tartaruga.

Ma la storia ha avuto un lieto fine; gli ufficiali hanno assicurato al bambino che se non avesse fatto i capricci gliel’avrebbero spedita a casa dei suoi genitori appena possibile.

La tartaruga alligatore che fuma 10 sigarette al giorno

La tartaruga alligatore che fuma 10 sigarette al giorno

Secondo i media cinesi, in un villaggio della periferia di Changchun vive una tartaruga alligatore dipendente dalla nicotina, che fuma circa 10 sigarette al giorno.

La tartaruga alligatore che fuma 10 sigarette al giorno

Il proprietario afferma che, ogni volta che il rettile sente il bisogno di nicotina, comincia ad agitarsi e a sibilare.

È difficile immaginare come una tartaruga abbia mai potuto cominciare a fumare; Tang, il proprietario della tartaruga, ha raccontato com’è successo.

Due mesi fa il rettile aveva cominciato a perdere l’appetito; accorgendosi che c’era un osso di pollo piantato nel suo ventre, Tang ha cercato di tirarlo fuori ma la tartaruga, infastidita, ha cominciato a mordergli la mano.

Per distrarla ha pensato quindi di dargli la sigaretta che stava fumando, in modo che potesse mordere quella invece delle sue dita.

Alla tartaruga è piaciuto così tanto avere quella sigaretta tra le mascelle che non ha lasciato la presa per ore, permettendo a Tang di estrarre l’osso di pollo.

Il giorno dopo, mentre Tang fumava su una sedia, il rettile ha cominciato a strisciare verso di lui, quasi come se volesse chiedergli una sigaretta… e Tang gliel’ha data.

La cosa gli sembrava abbastanza divertente fino a quando, ad un certo punto, la tartaruga è diventata una vera e propria dipendente dalla nicotina; difatti, ogni volta che ne sente il bisogno, inizia a seguire Tang ovunque vada sibilando, fino a quando non ottiene quello che vuole.

Il bimbo tartaruga

Didier Moltavo – Il bambino tartaruga

Il bimbo tartarugaIl bambino soprannominato “bimbo tartaruga” per l’enorme tumore che gli ricopriva tutta la schiena come un guscio, è stato operato la scorsa settimana in Colombia, grazie ad un’equipe specializzata proveniente dalla Gran Bretagna.

Il giovane Didier Moltavo soffre dalla nascita di una malattia congenita chiamata Nevo Melanocitico che dal punto di vista estetico significa per Didier convivere con la schiena completamente ricoperta da una massa tumorale.

Fortunatamente però da qualche giorno, Didier è tornato ad essere un bambino come tutti gli altri e potrà tornare anche a scuola, dove era stato espulso a causa del suo guscio.

I suoi concittadini si erano convinti che la causa della sua malattia fosse il demonio che lo avrebbe colpito al momento del concepimento durante un’eclissi.

Il bimbo tartarugaIl bimbo tartarugaL’operazione è stata effettuata del Dottor Neil Bulstrode che si è offerto di operare il piccolo senza gravare finanziariamente sulle spalle di mamma Luz e di suo marito.

Il Dottor Neil ha confessato: “Quello di Didier è il peggior caso che io abbia mai visto, tre quarti della sua circonferenza era affetta dalla malattia”

Mentre il piccolo ha dichiarato: “Volevo crescere, ma quel guscio non me lo permetteva”

Maimaiti Hali - Il bambino tartaruga

Maimaiti Hali – Il ragazzo tartaruga si sottopone ad un intervento

Maimaiti Hali - Il bambino tartarugaIl piccolo giovanotto colpito da questa strana malattia si chiama Maimaiti Hali ed è stato soprannominato il ragazzo tartaruga.

Maimaiti, 8 anni, ha la schiena ricoperta da una massa tumorale scura che sembra quasi una corazza, simile a una tartaruga. Tale massa negli ultimi anni è cresciuta a dismisura sulla schiena del piccolo che per questo motivo alcuni giorni fa ha dovuto sottoporsi ad una difficile e pericolosa operazione per la rimozione del tumore all’Ospedale Militare generale di Urumqi in Cina.

“Quando Maimaiti era troppo piccolo ci hanno detto che non potevamo operarlo e così abbiamo duvuto aspettare. Ma la massa è diventata sempre più grande, dura e ora sembra quasi il carapace di una tartaruga” – dice il padre del bambino.

“Gli altri bambini lo prendono sempre in giro e siamo determinati a fare in modo che questa storia finisca. E’ un bambino così coraggioso e bravo, non si lamenta mai del suo problema.”

Durante l’operazione, i medici dell’ospedale hanno dovuto rimuovere la massa tumorale e sostituirla con brandelli di pelle dello scalpo e delle gambe.

“Abbiamo utilizzato la pelle dello scalpo perché ricresce molto in fretta” – dice il chirurgo Ye Xiangpo, che ha effettuato l’operazione – “La sua schiena era dura quanto la pelle di un toro”

ma è contento che gli altri bambini non rideranno più della sua schiena.

Maimaiti Hali - Il bambino tartarugaMaimaiti Hali - Il bambino tartaruga

“Non vedo l’ora di uscire al sole senza dover indossare sempre la maglietta e di andare in piscina con i miei amici” – dice Maimaiti.

In passato avevamo parlato di un’altra ragazza cinese con un problema simile, anche lei fu soprannominata ragazza tartaruga.

(altro…)

La ragazza tartaruga – Tian Yunting

In questi anni abbiamo conosciuto Il ragazzo Lupo, la ragazza gatto, il cat boyla bambina folletto e oggi vogliamo arricchire la nostra collezione con questa notizia.

La 23enne Tian Yunting, proveniente da Zhangjiajie, nel sud della Cina, è stata colpita da una serie di tumori che le sono cresciuti su tutto il corpo, tanto che ormai tutti la conoscono come la ragazza tartaruga per via della sua pelle simile al guscio del rettile.

La rara malattia, nei fatti, è causata dal malfunzionamento del sistema linfatico-circolatorio che provoca la crescita di questi tumori benigni sottoforma di sacche di sangue che fuoriescono dalla pelle.

Il rischio più grande per Tian è quello che le sacche che le ricoprono il corpo, possano scoppiare, con il rischio che possa morire dissanguata. Questo pericolo l’ha obbligata anche a lasciare il college che frequentava perché il tragitto dell’autobus era troppo dissestato  e anche il minimo scossone potrebbe far scoppiare i suoi tumori.

“Anche quando sono seduta devo stare attenta perché se la sedia è troppo dura c’è il rischio che qualche bolla possa scoppiare” ci spiega.

I dottori dell’ospedale della cittadina, dove la giovane è in cura, affermano che la condizione  è causata da una disfunzione genetica comunemente conosciuta come angioma, ma che mai prima d’ora avevano visto un’estensione della malattia così grande.

Il chirurgo però tranquillizza la ragazza spiegandole che: “I tumori sul corpo possono essere rimossi regolarmente in una sala operatoria, anche se questo è il peggior caso che io abbia mai visto”.

Ebbene signori, dovete sapere che, anche se in quantità assolutamente minori rispetto alla ragazza, credo di essere affetto dalla stessa disfunzione genetica. Un giorno magari se la trovo vi mostro una foto di quando ero un bimbo. Naturalmente io non ho avuto tutti i problemi che ha lei, ma sicuramente il mio braccio ne ha passate delle belle.

Tartaruga ammaestrata

tartaruga

Mitchell Spero dice di aver impiegato ben 10 anni per riuscire ad addestrare la sua piccola tartaruga e insegnarle a fare cose come fermarsi, mettersi in piedi, rotolare. Spero, dal Sud Africa, psicologo, ha detto che la sua tartaruga, Florida, ha aiutato i bambini ad affrontare i problemi e le prove della vita. La tartaruga infatti è usata per mostrare come sia possibile superare gli ostacoli, come per esempio il divorzio dei proprio genitori.