Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

Harry Sperl, il più grande fan degli hamburger

Per il 57enne Harry Sperl (Daytona Beach, Florida) gli hamburger non sono solamente dei panini ma anche la rappresentazione della cultura popolare americana, che merita addirittura un reliquiario.

Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

“Hanno un buon sapore, sono belli e gli hamburger sono un’icona degli Stati Uniti d’America”, ha detto Sperl, che negli ultimi 23 anni ha collezionato centinaia di gadget al suo “Burgerbilia”, il primo – e unico – museo di hamburger, situato a casa sua.

Harry, il più grande fan degli hamburger (4)Harry ha arredato la sua casa interamente a tema: ha una lampada a forma di cheesburger, un telefono e addirittura un letto con piccoli cuscini a forma di hamburger. Per non parlare dei tappeti con i disegni, un carillon, gomme, orologi, vassoi e calamite.

La sua passione è iniziata quando ha acquistato alcuni oggetti a forma di hamburger in un negozio di giocattoli; da quel momento non solo ha cominciato a collezionare oggetti per il suo Burgerbilia (che ha trovato in vari mercatini e mercati delle pulci) ma ha anche progettato uno dei suoi orgoglio più grandi: la Hamburger Harley, un triciclo a motore con le ruote a forma di cipolla e le manopole a forma di sottaceti.

Nonostante sia tedesco, Harry ama tutto dell’America: “Amo il clima, il sole, la spiaggia, l’oceano, lo stile di vita americano, il modo di vivere americano”… e il cibo, naturalmente, anche se ha ammesso di avere qualche problema di colesterolo.
In futuro spera di ingrandire il suo museo personale aprendone uno vero e proprio, in modo che tutti possano ammirare la sua unica collezione.

Harry, il più grande fan degli hamburger (1) Harry, il più grande fan degli hamburger (2) Harry, il più grande fan degli hamburger (5)

Robots Bar & Lounge, fatevi servire un drink dal robot Carl (1)

Robots Bar & Lounge, fatevi servire un drink dal robot Carl

Talvolta i nomi dei bar lasciano ingannare; non è però il caso del Robots Bar & Lounge, un locale in Germania che non solo ha un arredamento a base tecnologica ma ha anche un barista robot che serve drink e fa due chiacchiere con i clienti.

Robots Bar & Lounge, fatevi servire un drink dal robot Carl (1)

Il Robots Bar & Lounge (Ilmenau, Germania) ha aperto solamente il mese scorso ma è già diventato famoso grazie a Carl, un robot umanoide costruito dall’ingegnere meccatronico Ben Schaefer.

Schaefer ha ammesso che, nonostante siano stati fatti molti progressi nel campo dell’intelligenza artificiale robotica, questa è ancora in una fase prematura. L’ingegnere sostiene che piazzare un robot in un ambiente dove può interagire con gli esseri umani è molto più costruttivo che tenerlo in un laboratorio, in quanto è più semplice testare la sua programmazione e apportare miglioramenti.
Il suo obiettivo, infatti, è avvicinare i robot agli esseri umani, provando che i film di fantascienza non sono poi così “fantastici”.

Robots Bar & Lounge, fatevi servire un drink dal robot Carl (2) Robots Bar & Lounge, fatevi servire un drink dal robot Carl (3)

Carl ha ovviamente delle capacità limitate ma, come ogni buon barista, è un ottimo ascoltatore. Per non farlo andare a sbattere contro le cose, inoltre, Scahefer l’ha dotato di una cintura a sensori.