1 Finger Selfie Challenge – La nuova sfida sul web per nascondere con un dito tette e genitali

Questa volta arriva dal Giappone la nuova sfida che fa impazzire il web. Si chiama 1 finger selfie challenge e piacerà molto ai maschietti che ci seguono.

1 finger selfie challenge anime sky freedom

Si tratta di una sfida che trae origine da un’immagine di un anime disegnato da Sky Freedom e che consiste nello scattarsi un selfie allo specchio nudi cercando di coprire con un solo dito sia il seno che i genitali.

L’idea è sicuramente creativa e l’effetto suggestivo.

Di seguito potete trovare alcuni esempi di donne che hanno deciso di partecipare a questa challenge, buona visione.

Ah, quasi dimenticavo, non potevano mancare gli uomini.

Festeggia 18 anni facendosi leccare la panna dal seno da 15 uomini

Festeggia 18 anni facendosi leccare la panna dal seno da 15 uomini

Una ragazza inglese ha pensato di festeggiare i suoi 18 anni in un bar facendosi spruzzare la panna sui seni e facendoseli leccare da 15 uomini.

Festeggia 18 anni facendosi leccare la panna dal seno da 15 uomini

Sembra vada di moda fare giochi a sfondo sessuale durante i diciottesimi. Dopo la famosa ragazza che ha festeggiato i suoi 18 anni con del sesso orale a tutti gli invitati, una ragazza inglese si è fatta filmare mentre alcuni uomini leccavano della panna direttamente dai suoi capezzoli.

(altro…)

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso (4)

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso

Il sesso è la cosa più semplice e antica del mondo ma anche la più strana e complicata. Ecco a voi dieci cose che probabilmente non sapete riguardanti il sesso!

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso (4) 10. La maggior parte del porno transessuale viene visto da uomini eterosessuali
Un paio di anni fa due neuroscienziati, Sai Gaddam e Ogi Ogas, hanno pensato di analizzare un miliardo di ricerche fatte da oltre cento milioni di utenti, pubblicando i risultati. Quello che hanno trovato è che il porno transessuale è uno dei più visti, addirittura al quarto posto, e più della metà del suo pubblico è eterosessuale, seguito da un 41% di bisessuali. A quanto pare a molti uomini piacerebbe che la propria donna fosse dotata di qualcosa in più.

9. Agli uomini eterosessuali piace guardare i peni
Sembra una contraddizione ma agli uomini eterosessuali piace guardare i peni quasi quanto gli piace la vagina. Lo hanno scoperto sempre i due neuroscienziati Sai Gaddam e Ogi Ogas che, analizzando circa 40000 siti porno, ne hanno trovati più di 1000 focalizzati sui grossi peni.

8. La vostra vita sessuale colpisce il vostro stipendio
Non dovrebbe essere una sorpresa: le persone sono più felici quando fanno tanto sesso. A quanto pare però sono anche più ricche. Grazie a una recente ricerca è stato scoperto che chi fa sesso quattro o più volte alla settimana guadagna molto più di quelli chelo fanno più di rado. Ovviamente fare più sesso non vi aiuterà ad aumentare i vostri guadagni; più che altro, chi è per natura felice, energico e ha una forte autostima riesce con più facilità a fare carriera in un ambiente aziendale.

7. Il porno rende più tolleranti
Tra tutte le cose che associamo al porno la tolleranza viene menzionata raramente. Uno studio ha rivelato che chi guarda regolarmente porno è solitamente più tollerante di chi non lo guarda. Secondo i ricercatori c’è addirittura un legame tra la quantità di porno che le persone guardano e il loro pensiero sui matrimoni gay. La teoria, in poche parole, è la seguente: il fatto che il mondo di internet sia così vasto insegna agli uomini ad essere più tolleranti verso chi è diverso.

6. Il ciclismo può rendere impotenti
Da molti anni i ricercatori studiano il ciclismo e l’impotenza e i risultati sono che pedalare spesso può rendere impotenti. La causa è il sellino della bici che spesso provoca troppa pressione ai genitali, causando danni potenzialmente permanenti.

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso (1) 5. Gli uomini che guadagnano di più preferiscono il seno piccolo
Si sa che agli uomini piace il seno. Una cosa che diamo troppo per scontato invece è che per tutti valga il detto “più grandi sono meglio è”. A molti uomini piacciono piccole, e spesso sono quelli che hanno come mogli delle maggiorate. La cosa bizzarra è che c’è una correlazione tra lo stipendio degli uomini e le loro preferenze: chi ha uno stipendio alto preferisce il seno piccolo, mentre chi lo ha basso lo preferisce grande.

4. Gli uomini sono più predisposti ad aiutare le donne con il seno grosso
Nonostante questo, però, anche la mente di chi preferisce i seni più piccoli sembra trovare seducenti le donne dal seno prosperoso, anche se non sono di per sé attraenti. Nel 2007 un gruppo di ricercatori francesi hanno chiesto a una studentessa di fare l’autostop con tre diversi reggiseni che le facevano sembrare il seno progressivamente più grande. Il risultato è stato che, più grande sembrava il seno, più gli uomini si fermavano per offrirle un passaggio.

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso (3) 3. Gli uomini grassi durano di più a letto
Uno studio del 2010 ha esaminato i tempi medi delle prestazioni di alcuni uomini nel corso di un anno ed è risultato che gli uomini in sovrappeso a letto hanno una durata media di 7 minuti e 18 secondi, mentre quelli magri solamente 108 secondi – meno di due minuti. Nonostante lo studio sia stato fatto per esaminare uomini che soffrono di eiaculazione precoce, gli scienziati sottolineano che chi ne soffre è prevalentemente magro e in forma. A quanto pare, gli uomini in carne hanno un eccesso di ormoni femminili che li fa arrivare all’orgasmo in più tempo.

2. Lo stipendio può influenzare la prestazione
Gli uomini ricchi, oltre a fare più sesso in termini di quantità, potrebbero essere anche più bravi qualitativamente. Esaminando 5000 coppie cinesi, i ricercatori hanno stabilito una connessione tra quanto guadagna un uomo e quanto la rispettiva donna è soddisfatta; in cima, chi guadagna di più riesce a soddisfare meglio a letto.

10 dei fatti più strani e assurdi sul sesso (2) 1. Le donne sono eccitate dal sesso tra scimmie
Nel 2009 Meredith Chivers ha deciso di scoprire una volta per tutte cosa vogliono davvero le donne invitandone un numeroso gruppo a guardare delle immagini su uno schermo valutando quanto ogni immagine le faceva eccitare. Per assicurarsi che non barassero sono state collegate a un pletismografo, un apparecchio che misura il flusso sanguigno degli organi genitali. Nonostante nessuna delle donne abbia riportato di essersi eccitata guardando scimpanzé fare sesso il pletismografo parlava chiaro, registrando un significativo incremento dell’eccitazione in tutte le donne. L’incremento è stato meno marcato invece mentre guardavano altre immagini, come ad esempio un uomo che si masturba o due donne che si baciano.

Manubri a forma di seno (1)

Maniglie a forma di seno per chi fa sollevamento pesi

Un’agenzia pubblicitaria ucraina ha voluto dare un tocco nuovo e bizzarro al sollevamento pesi producendo maniglie a forma di seno.

Manubri a forma di seno (1)

Questi nuovi pesi sono stati creati dalla 306 Creative Communication Agency, situata a Kiev.

Secondo la pagina Facebook dell’agenzia, i pesi, fatti in ghisa con gomma, vernice lucida o opaca, sono disponibili in tre misure – small, medium e large – e saranno disponibili nei negozi sportivi già dal mese prossimo, nell’ottobre 2013.

Manubri a forma di seno (2)

“Attrezzature sportive per veri uomini, che pensano alle donne tutto il tempo, anche quando hanno i pesi tra le mani”, dice il sito web dell’agenzia.

Spunta il seno ad alcuni militari tedeschi (2)

Spunta il seno ad alcuni militari tedeschi

Spunta il seno ad alcuni militari tedeschi (2) Un rapporto medico militare ha rivelato che ad un battaglione di militari scelti in Germania sta crescendo il seno.

Dozzine di soldati nell’unità di Wachbataillon – che spesso si esibiscono in occasione di eventi ufficiali – sono stati colpiti da una patologia che stimola le ghiandole mammarie maschili.

Spunta il seno ad alcuni militari tedeschi (1) Gli esperti dicono che le ripetute pacche sul lato sinistro del petto causate dai fucili durante le esercitazioni hanno stimolato la produzione di ormoni, causando la crescita/il gonfiamento del petto solo nel lato sinistro.
La patologia, chiamata ginecomastia unilaterale, è stata diagnosticata al 74% del battaglione.

Bjorn Krapohl, il direttore di chirurgia plastica presso l’ospedale militare di Berlino, ha confermato e consiglia di cambiare il loro modo di esercitarsi. “Il costante sbattimento dei fucili contro il lato sinistro del petto è chiaramente un fattore importante che ha causato la patologia”, ha aggiunto.

I dati ufficiali mostrano che su 211 pazienti di sesso maschile operati per la patologia, 35 provenivano dall’unità di Wachbataillon.
Gli ufficiali hanno promesso di fare delle ricerche e rivedere le esercitazioni, se necessario.

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

Una donna di Jönköping, Svezia, ha avuto il permesso di riavere il suo seno rimosso chirurgicamente dopo aver spiegato che avrebbe voluto dargli una degna sepoltura.

Richiede il seno asportato per poterlo seppellire

La donna ha richiesto alla biobanca di Jönköping il suo seno, che le era stato precedentemente rimosso in un’operazione chirurgica, spiegando che voleva essere lei a decidere cosa farne.
Avendo qualche dubbio circa le prassi giuridiche riguardanti il ritorno di parti del corpo asportate per essere sepolte, un coordinatore della biobanca si è consultato con il Consiglio Nazionale della Sanità e del Welfare.

Abbiamo ricevuto una richiesta piuttosto insolita e vorrei avere dell’assistenza riguardo la parte legale del problema. Una paziente si è fatta asportare il seno e lo vorrebbe ‘indietro’ per poterlo seppellire”, spiega il coordinatore.

In una email datata 16 gennaio un avvocato che rappresenta il Consiglio ha stabilito che non c’è alcun ostacolo giuridico per aderire alla richiesta della donna.
“Non c’è niente che vieti di rilasciare dei tessuti o una parte del corpo di un paziente dopo un’operazione o un’amputazione se questo non pone alcun rischio per la salute pubblica“. L’avvocato ha spiegato che a suo avviso “in casi normali” basta confezionare le parti del corpo in modo adeguato al fine di garantire che non vi sia alcun rischio di complicazioni o infezioni.