Ruba un treno e si schianta contro una casa (1)

Donna delle pulizie ruba un treno e si schianta contro una casa

Qualche giorno fa a Saltsjöbaden, frazione del comune di Nacka poco lontano da Stoccolma, verso le 3:00 un treno dove al posto di comando c’era una donna delle pulizie si è schiantato contro una casa.

Ruba un treno e si schianta contro una casa (1)

Una donna delle pulizie di 20 anni ha cominciato a guidare il treno (dove non c’erano più passeggeri) dalla stazione di Neglinge, a due fermate/tre minuti da Saltsjöbaden, e non a 10 chilometri all’ora come di consuetudine, ma a 70, si ipotizza.
Attorno alle 3 di notte, quando il treno è arrivato al capolinea, non si è fermato ed è finito nella cucina di una casa a tre piani.

Nessuno in casa è rimasto ferito; la donna che è stata trovata al posto di comando, però, è stata portata all’ospedale in elicottero in quanto presentava ferite gravi. I soccorsi ci hanno messo due ore per tirarla fuori, mentre al momento il treno è ancora lì. Stanno valutando come rimuoverlo senza danneggiare ulteriormente la casa, che è stata evacuata per ragioni di sicurezza.

Non sappiamo ancora perché la donna fosse al posto di comando“, ha detto il portavoce dei trasporti di Stoccolma Jesper Pettersson. La Polizia sta investigando sul caso.

Ruba un treno e si schianta contro una casa (2) Ruba un treno e si schianta contro una casa (3) Ruba un treno e si schianta contro una casa (4) Ruba un treno e si schianta contro una casa (5) Ruba un treno e si schianta contro una casa (6)

L'uomo che ha un treno nel seminterrato (2)

L’uomo che ha un treno nel seminterrato

Il canadese Jason Schron ha speso 10.000 dollari e quattro anni e mezzo della sua vita per costruire, nella sua abitazione a Vaughan, Ontario, una replica di un vagone dei treni canadesi VIA del 1980.

L'uomo che ha un treno nel seminterrato (2) “Il treno è il posto in cui mi sento a casa”, afferma Schron. “È dove mi sento in pace. Specialmente mentre sfreccia a 130km/h quando nevica o quando piove fuori – è il posto perfetto in cui stare”.

Purtroppo non poteva chiedere alla sua famiglia di vivere in un vero treno, così ha pensato ad un’altra soluzione – costruirsi un treno personale nel seminterrato di casa, sogno che aveva sin da quando era bambino.
Al momento dell’acquisto della casa è stato molto attento alle misure che avrebbe dovuto avere per realizzare il suo sogno; quando finalmente hanno trovato la casa giusta ha dedicato all’incirca 2.500 ore nell’arco di quattro anni e mezzo per riprodurre in ogni minimo dettaglio un intero vagone VIA del 1980. Non è stato facile renderlo autentico, infatti ha dovuto smantellare tutto e ricominciare da capo almeno tre volte.

L'uomo che ha un treno nel seminterrato (1) L'uomo che ha un treno nel seminterrato (3) Un treno VIA originale

La maggior parte degli accessori (come ad esempio le tendine parasole o gli appendiabiti) sono originali, altri li ha dovuti creare. Anche i sedili sono originali; inizialmente, nel 1987, ha mandato una lettera alla VIA chiedendo se potesse acquistarli. La risposta è stata negativa ma poco tempo dopo è venuto a conoscenza del fatto che il treno VIA 5647 stava per essere demolito. È stato grazie a questo che ha potuto collezionare tutti i vari pezzi che rendono il suo modello così reale.

Il bagno, invece, è stato convertito in stanza audio che il più delle volte riproduce i rumori del treno.

Sul treno col pony

Cerca di salire sul treno con un pony, fermato dai controllori

Non sappiamo come si chiami l’uomo e sfortunatamente neanche quale sia il nome del piccolo cavallino che l’allevatore qualche giorno fa ha cercato di far salire su un treno.

Sul treno col pony

Il bizzarro tentativo è avvenuto nella stazione di Wrexham, nel Galles dove un uomo non identificato è entrato con il suo pony bianco all’interno dell’edificio, si è diretto verso la biglietteria e ha chiesto all’addetto 2 biglietti. Uno per se e uno per il suo cavallo.

Come potrete immaginare, la biglietteria si è rifiutata di vendere il biglietto anche per il pony, spiegando all’uomo che gli animali così grossi, non hanno il permesso di salire sui treni della rete nazionale.

Sul treno col pony“Conosco la legge” – sarebbe stata la risposta dell’uomo che visibilmente seccato si è ugualmente diretto verso i binari, prendendo anche l’ascensore, e ha cercato di far salire ugualmente sul treno il suo animale.

Fortunatamente un controllore di viaggio è riuscito a fermare il tentativo e dopo un breve diverbio, l’uomo è stato definitivamente allontanato dalla stazione.

Non è in corso nessuna investigazione sul caso e il battesimo del cavallo sul treno dovrà attendere ancora un po’.

Mohammed Fazlu

Tira la palla troppo lontano, va a prenderla e lo ritrovano dopo 4 mesi

Mohammed FazluEra dato per disperso da 4 mesi, Mohammed Fazlu, 7 anni, di Bangalore in India è stato ritrovato vivo a 1300 chilometri da casa.

Al momento della sua scomparsa Mohammed stava giocando a palla, ma secondo quanto raccontato dallo stesso ragazzino, un calcio troppo forte avrebbe spedito la palla sopra ad un treno fermo alla stazione, il tempo di salire per prenderlo e il treno era già ripartito.

Quattro mesi più tardi la polizia lo ha ritrovato a Tamil Nadu, a centinaia di chilometri da casa.

Il piccolo è stato riconosicuto dal fratello maggiore durante un appello fatto dalla polizia e andato in onda su un canale della televisione Indiana.

I poliziotti, seppur contenti per il ritrovamento del piccolo, ora potrebbero accusare il padre per la mancata denuncia della scomparsa del figlio.

“La polizia non aiuta mai in questi casi, anzi, spesso chiede tangenti in cambio di aiuto” – ha dichiarato il signor Fazlu.

Non è ancora chiaro come il piccolo possa essere sopravvissuto così a lungo senza l’aiuto di qualcuno.

I giornali affermano che in Cina e nel mondo esistono centinaia di bambini scomparsi per cercare di recuperare una palla calciata troppo forte o scivolata lungo la discesa vicino a casa.

Pietra enorme cade sulla casa di un'anziana signora

Absurdità in breve #5

Amputano gamba sbagliata e poi quella giustaDottori Peruviani amputano al paziente la gamba sbagliata e poi per rimediare tagliano anche quella giusta. Il povero paziente è un anziano peruviano di 86 anni. La figlia racconta che è stato un shock tremendo alzare le lenzuola e vedere che al padre avevano amputato la gamba sbagliata. Naturalmente i medici sono stati obbligati, il giorno seguente, ad amputare la gamba giusta, per evitare che l’infezione peggiorasse. Gli artefici del grossolano errore sono stati sospesi e a breve saranno processati.
[Fonte]

_____________________________________________________________________________________

Pietra enorme cade sulla casa di un'anziana signoraCade un masso grande come un’auto sulla sua casa, rimane illesa. Una signora di 75 anni è rimasta illesa dopo che un masso proveniente dal terrapieno sopra la sua casa è precipitato o rotolato sopra la sua stanza da letto. La proprietaria di casa, la signora Allred è rimasta però illesa, nonostante il masso, della dimensione di un auto abbia creato una vera e propria voragine. Il masso sarebbe caduto a causa della pioggia, la donna è ricoverata all’ospedale ma sta bene. Ad un pompiere ha detto “E’ stato come se un treno fosse entrato nella mia stanza da letto.”  [Fonte]

_____________________________________________________________________________________

Tira l’acqua nel bagno del treno e le scoppia tutto addosso. E’ accaduto ad una donna su un treno diretto a Joilet, nell’Illinois. Julianna Mandernach si era recata nel bagno del vagone sul quale viaggiava, ma una volta tirato lo sciacquone, il contenuto del water è letteralmente esploso inondando la signora di liquidi poco piacevoli. La donna ha deciso di intentare una causa contro l’azienda ferroviaria, poichè a suo modo di dire, il personale doveva sapere che il bagno non funzionava. Tra le richieste di risarcimento anche quella per i danni morali e personali che la stessa ha dovuto affrontare una volta fuori dal bagno, insomma diciamo che si è trovata proprio in una situazione di … (a voi il seguito).  [Fonte]

Curiosità dal passato: The Gravity Express

Il treno che attraverserebbe la terraDurante il diciasettesimo secolo, Robert Hooke dimostrò che se la tecnologia fosse in grado di creare profondi buchi all’interno della crosta terrestre, un veicolo di trasporto, sarebbe in grado di attraversare la terra da un capo all’altro in meno di 45 minuti.
L’aspetto più incredibile di questa possibilità è che il trasporto sarebbe assolutante autosufficiente e il veicolo non avrebbe bisogno di carburante, tutto questo grazie alla forza di gravità.