29enne cinese fa causa ai genitori che non vogliono più mantenerlo

29enne fa causa ai genitori che non vogliono più mantenerlo

Il 29enne Kuang Zhengxuan ha deciso di fare causa ai suoi genitori perché non vogliono più mantenerlo.

29enne cinese fa causa ai genitori che non vogliono più mantenerlo

Kuang ha lasciato la scuola prima di finire gli studi e per un po’ ha provato a lavorare; presto è stato accusato – ingiustamente, afferma lui – di furto ed è stato licenziato; ha concluso di non avere nessuna abilità particolare decidendo semplicemente di smettere di lavorare. Passa le giornate a dormire e a giocare con il suo smartphone e, proprio a causa di questo suo stile di vita ozioso, i suoi genitori gli hanno detto che vorrebbero se ne andasse da casa e cominciasse a cavarsela da solo.

(altro…)

Dice alla compagna che è stato rapito per stare fuori a festeggiare

Dice alla compagna che è stato rapito per stare fuori a festeggiare

Un uomo inglese è stato multato dopo aver detto alla sua compagna di essere stato rapito per poter stare fuori a festeggiare tutta la notte senza che lei potesse rovinargli la serata.

Dice alla compagna che è stato rapito per stare fuori a festeggiare

La compagna dell’uomo ha ricevuto una chiamata da una voce sconosciuta sul telefono cellulare dell’uomo che aveva lasciato a casa apposta; le hanno detto che era stato rapito e trattenuto contro la sua volontà. La donna ha subito chiamato la polizia e sono stati coinvolti una dozzina di ufficiali che hanno passato all’incirca sette ore per cercare di rintracciare l’uomo di 32 anni che in realtà era a fare festa a Bolton (Regno Unito).

(altro…)

Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (2)

Inri Cristo, l’uomo che crede di essere Gesù reincarnato

Un uomo brasiliano di 66 anni da ben 35 anni va in giro per il mondo a predicare la parola del Signore ed è fermamente convinto di essere la reincarnazione di Gesù.

Nato Alvaro Theiss, l’uomo si fa chiamare Inri Cristo. Inri lo usa come primo nome ed è la sigla incisa sulla croce usata per la crocifissione di Gesù che sta per Iesus Nazarenus, Rex Iudaeorum ovvero Gesù il Nazareno, Re dei Giudei, mentre usa Cristo come cognome.

Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (2) Cristo ha avuto la prima rivelazione sul fatto di essere Gesù durante un digiuno religioso a Santiago, nel 1979. In questa occasione, una voce nella sua testa – che dichiara di aver comunque sempre avuto, che lo guidava sin dall’infanzia – gli disse chiaramente: “Io sono tuo padre. Il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe“.

Ha centinaia di seguaci in tutto il mondo e addirittura una sua chiesa situata in un rigoglioso terreno al di fuori di Brasilia, la capitale del Brasile, chiamata Soust, anche questo acronimo di Suprema Ordem Universal da Santissima Trindade, letteralmente Supremo Ordine Universale della Santissima Trinità.

Molti dei seguaci di Cristo sono di sesso femminile; molte di loro vivono in un composto della chiesa e indossano un’uniforme azzurra con una corda attorno alla vita. Alcuni suoi seguaci lo seguono da decenni: la più vecchia, Abevere, ha 86 anni mentre la più piccola è una ragazza di 24 anni che l’ha incontrato per la prima volta quando ne aveva appena 2.

Cristo e i suoi seguaci sopravvivono con la frutta e la verdura che coltivano nell’orto che possiedono, come le banane, avocado e mango, e i cani ospitati nel canile fanno da guardia all’intero complesso. Ogni sabato mattina usa la cappella della chiesa per parlare ai suoi fedeli.

Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (1) Nonostante affermi di essere la reincarnazione di Gesù le sue credenze sono piuttosto non convenzionali e non ortodosse. Le sue opinioni su argomenti come il capitalismo, l’aborto e persino il Natale l’hanno messi nei guai più di una volta. È stato addirittura arrestato dalla Polizia più di 40 volte ed espulso da Paesi come gli Stati Uniti, la Gran Bretagna e il Venezuela. Non supporta e non celebra il Natale in quanto crede sia solamente un modo per i ricchi di umiliare i poveri. “È un giorno in cui i bambini dei ricchi possono mostrare i regali che hanno ricevuto mentre i bambini dei poveri ne ricevono solo una briciola”, ha detto. “Quindi è un giorno molto triste per chiunque veda le cose con gli occhi con cui le vedo io”.

Ha anche criticato gli evangelici in Brasile, dicendo che sono falsi e solo interessati al denaro. A causa di tutte le sue critiche è stato più volte accusato di essere malato mentalmente. Lui nega e risponde che magari potrà essere un po’ pazzerello ma non di certo demente. “La pazzia è diversa dalla demenza. È la madre dei filosofi, dei profeti e degli inventori”.

Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (3) Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (4) Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (5) Inri Cristo, l'uomo che crede di essere Gesù reincarnato (6)

A questo punto potrebbe sembrare una bellissima persona che, in effetti, potrebbe non avere tutti i torti, ma il fatto che sia convinto di essere la reincarnazione di Gesù fa dubitare della sua sanità mentale, per non parlare di quando parla della sua missione. “La mia missione è di preparare gli eletti, i sopravvissuti dell’inevitabile ecatombe nucleare che si concluderà alla fine di questo mondo caotico, per la formazione della nuova società terrena, che si batterà per compiere la volontà del creatore”.
Aveva anche predetto che il mondo sarebbe finito nel 2012 e, quando non è successo niente, ha cercato di giustificarsi dicendo che il “2012 sarebbe stata la fine del mondo solamente per coloro che sarebbero morti nel 2012”. Ma va?

L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (4)

L’uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni

L’80enne iraniano Haji è fermamente convinto che la pulizia possa portargli malattie e per questo è da ben 60 anni che rifiuta di lavarsi.

L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (4)

Haji vive in isolamento nel villaggio di Dejgah, in Iran, e anche il solo pensiero di farsi un bagno lo fa arrabbiare. È talmente tanto sporco che il colore della sua pelle è ormai molto simile a quella del terreno, tanto da riuscire ad essere scambiato per una statua di roccia se non si muove.

Non è solo l’acqua che disprezza; addirittura, l’anziano disgusta il cibo fresco e l’acqua potabile. Beve acqua che prende da una grande cisterna di petrolio arrugginita e il suo pasto preferito è carne di istrice marcia. Gli piace anche fumare la pipa ma, al posto del tabacco, ci mette feci di animali. Per tagliarsi i capelli non usa forbici o rasoi ma li brucia con una fiamma aperta.

Non ha una casa, in quanto considera casa la terra dove cammina. Vive quindi in un buco sul terreno, molto simile a una tomba, che lo tiene a contatto con la realtà della vita. Ogni tanto, quando c’è maltempo, dorme in una baracca di mattoni che gli abitanti del villaggio hanno costruito appositamente per lui, per pietà.

L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (1) L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (2) L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (3) L'uomo più sporco del mondo, non si lava da 60 anni (5)

Lo stile di vita di Haji è molto singolare. Gli abitanti del villaggio – a cui non dà nessun fastidio e che anzi lo chiamano Amou Haji (“Amou” nella loro lingua è un vezzeggiativo per indicare un anziano gentile) – affermano che ha avuto gravi problemi in gioventù che lo hanno portato a fare queste scelte estreme. Nonostante questo, però, sembra molto più felice di molte persone che vivono avendo tutti i comfort e le comodità.