Nuda per Harry Potter: si vende per andare al parco tematico del maghetto

Siete grandi fan di Harry Potter? Cosa sareste disposti a fare pur di entrare nel parco divertimenti del maghetto?

harrypotter-top

E’ quello che si è chiesta la ragazza che vedete nelle foto, il cui nome non è stato reso pubblico. La giovane fan del maghetto, da sempre appassionata della saga ha deciso di mettersi a nudo e vendere letteralmente il suo corpo in cambio di un ingresso al parco tematico di Harry Potter di Orlando, negli Stati Uniti.

L’annuncio, pubblicato su Craiglist recita: “Sono una grandissima fan di Harry Potter! Da poco ha aperto il suo parco tematico e vorrei tantissimo andarci. Purtroppo però non posso permettermi le spese per il viaggio, l’ingresso e l’hotel. Vorrei premettere che non sono una poco di buono; so però quello che vogliono i ragazzi e so di avere un bel corpo. Se deciderete di portarmi con voi al parco e pagherete per me, mi comporterò come se fossi la vostra ragazza per tutta la durata del viaggio. Dovrete pagare tutto per me e io ricambierò con favori sessuali sia la mattina che la notte. E chissà, magari qualcosa potrà nascere.”

Nell’annuncio la ragazza chiede come unico vincolo quello di essere rispettata, aggiungendo infine un paio di foto abbastanza eloquenti e chiedendo di essere contattata per una foto anche del viso.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Noi non ce la sentiamo di commentare il comportamento della giovane. Sappiate solo che se vi sentite generosi e avete voglia di un viaggio romantico con una bella ragazza, questa è l’occasione che fa per voi. Harry Potter passa quasi in secondo piano.

Palestrato assunto da un fast-food lavora a petto nudo (1)

Palestrato assunto da un fast-food lavora a petto nudo

Il proprietario di un fast-food ambulante cinese ha assunto un uomo palestrato per girare e vendere gli hamburger ai clienti a petto nudo.

Palestrato assunto da un fast-food lavora a petto nudo (1)

Wang Meng probabilmente voleva aumentare gli incassi del suo fast-food a Shenyang (Cina) così ha pensato di assumere un uomo muscoloso dal fisico mozzafiato per girare gli hamburger e venderli. John – così si fa chiamare – nonostante non parli fluentemente cinese lavora a contatto con il pubblico, prevalentemente femminile, che sembra aver apprezzato molto l’idea del proprietario. Alcune donne si fanno addirittura fare foto con John dalle amiche.

Palestrato assunto da un fast-food lavora a petto nudo (2)

“Posso affermare che almeno il 90% dei clienti del fast-food sono donne“, ha detto Meng. “Non so quante di loro mangiano davvero quello che comprano ma di certo passano molto tempo al banco per decidere cosa ordinare”.

Alcuni proprietari di altri ristoranti o fast-food di Shenyang hanno accusato Meng di aver usato mezzi sleali ma lui ha risposto: “Ho detto loro che mi dispiace per il povero John, che lavora vicino a una griglia per tutto il giorno, spiegando che in qualche modo deve tenersi fresco, quindi gli ho permesso di lavorare senza maglietta”. Certo, come no.

Palestrato assunto da un fast-food lavora a petto nudo (3)

Sapone a forma di cacca di Amazon (3)

Amazon vende un sapone “di cacca”

Ecco la nuova trovata di Amazon, forse un po’ troppo fedele alla realtà: un sapone “a forma di cacca”.

Sapone a forma di cacca

Amazon ha deciso di vendere un sapone a forma di cacca, curato nei dettagli in una maniera a dir poco disgustosa.
Secondo la descrizione rilasciata nella pagina del prodotto, assicurano che abbia un profumo talmente buono da invogliare la gente ad assaggiarlo (non è necessario, davvero). Un ottimo gadget per scherzi di ogni genere, ma pure un sapone realizzato a mano, viene venduto a 9,99 euro e potete trovarlo seguendo questo link.

Sapone a forma di cacca di Amazon (2)

Negozio norvegese vende mani mozzate per Halloween (1)

Negozio norvegese vende mani mozzate per Halloween

Un negozio norvegese ha pensato di fare uno scherzo ai suoi clienti per Halloween: ha messo in vendita alcune mani mozzate (finte ma molto realistiche) incellophanate dentro ai contenitori di polistirolo che vengono solitamente usati dai macellai.

Negozio norvegese vende mani mozzate per Halloween (1)

Il negozio Europris ha però dovuto ritirare le mani e scusarsi, in quanto alcuni clienti si sono lamentati, facendone parlare anche in una TV locale.
“Non volevamo causare alcun disturbo”, ha detto un portavoce di Europris, “specialmente ai bambini, e stiamo ritirando la merce con effetto immediato”.

Nonostante le scuse, però, nei social network alcune persone hanno continuato a protestare.
“Credo sia una vergogna avere una tradizione americana così violenta”, ha scritto un utente di Facebook.
Un altro invece ha scritto: “È assolutamente terribile e non dovrebbe essere permesso“.
“Abbiamo già abbastanza violenza nel Paese senza che queste specie di pazzi portino queste cose nei negozi”.

Negozio norvegese vende mani mozzate per Halloween (2)

Vende rene per comprare iPad

Ragazzo 17enne vende un rene per comprarsi un iPad

Vende rene per comprare iPadUn teenager Cinese di 17anni aveva così voglia di possedere un iPad che pur di riuscire a comparselo ha venduto un rene ad una clinica specializzata.

L’incredibile notizia arriva dalla provincia Cinese dello Hunan dove il ragazzo del quale è stato reso noto solo il cognome, Zheng, ha deciso di vendere il suo rene in cambio di 2000 dollari.

“Volevo comprarmi un iPad2 ma non avevo i soldi, così sono andato su internet e ho trovato una pubblicità che prometteva soldi in cambio di un rene.

Dopo aver negoziato sul prezzo da pagare, il ragazzo si è messo in viaggio verso la città di Chenzhou, dove è stata effettuata l’operazione di rimozione del rene.

Non c’è da stupirsi del fatto che il giovane poco dopo l’operazione abbia subito delle complicazioni. Il dolore si è fatto tanto forte che Zheng non è riuscito a tener nascosto alla madre la sua bravata.

Quando è tornato a casa aveva un tablet nuovo e un set Apple completo” – dichiara la signora Liu, madre del giovane – “Volevo capire dove avesse trovato tutti quei soldi, così mi sono recata dalla polizia”.

A quel punto Zheng, livido in volto, non ha più potuto mentire e ha confessato di aver venduto un rene in cambio dei soldi.

A nulla sono serviti i tentativi della donna di denunciare il fatto alla polizia, l’azienda ospedaliera contattata, ha negato completamente ogni responsabilità.

Dalla Apple fanno sapere che stanno già lavorando ad un’applicaizone per iPad in grado di sostituire le funzioni vitali dei reni. 🙂

AGGIORNAMENTO LUGLIO 2011: A quanto pare visto il peggiorare delle sue condizioni di vita, il ragazzo si sarebbe detto pentito di aver venduto il suo rene per comprare il tablet Apple. La notizia è stata riportata da ShangayDaily