Vodka al tabacco e al mentolo, la nuova invenzione di Ivanabitch

Vodka al tabacco e al mentolo, la nuova invenzione di Ivanabitch

Tra non molto uscirà nel mercato una novità assoluta: la vodka aromatizzata al tabacco e al mentolo.

Vodka al tabacco e al mentolo, la nuova invenzione di Ivanabitch

L’idea è venuta alla Ivanabitch, un marchio specializzato in vodka aromatizzata che produce già tantissimi tipi di vodka, in vendita in più di 25 Stati in America. Un aroma che non era venuto in mente a nessuno è quello al tabacco; creata in Olanda, distillata cinque volte e filtrata tre volte con carboni attivi, si dice che il prezzo di questo tipo di vodka varierà dai 10 ai 20 dollari, a seconda del formato della bottiglia.

La vodka sarà solamente piacevole da bere e non darà nessuno degli effetti nocivi delle sigarette. “Non c’è nicotina né estratto di tabacco. Solamente il gusto” dichiara Tony Elward, amministratore delegato di Ivanabitch.

Ma di cosa sa esattamente questa vodka? Qualcuno potrebbe pensare che sia come bere un posacenere ma non è così. Nonostante alcuni collaboratori, ad una prima annusata, abbiano indietreggiato e avuto uno sguardo disgustato, altri sembravano molto incuriositi. Dipende dai gusti, insomma, un po’ come per tutto.

Elward, che è sempre alla ricerca di nuovi aromi, dice che per acquisire nuovi clienti si debba pensare a qualcosa di nuovo. “Nessuno vuole bere il drink del proprio padre, tutti vogliono qualcosa di nuovo ed eccitante”.

Ci sono state anche alcune critiche in quanto i fumatori di sigarette al mentolo vengono spesso snobbati dai fumatori di sigarette al tabacco. Elward ha risposto che, giustamente, ha voluto pensare a tutti, specificando che molti ispanici e afroamericani fumano molte più sigarette al mentolo.

Agricoltore inglese crea la vodka con il latte di mucca (2)

Agricoltore inglese crea la vodka con il latte di mucca

Jason Barber, un agricoltore inglese, ha passato gli ultimi tre anni cercando di creare la vodka dal latte delle sue mucche.

Agricoltore inglese crea la vodka con il latte di mucca (2) Missione compiuta a quanto pare, visto che la sua Black Cow è ora famosa anche tra le star di Hollywood come e Daniel Craig.

Fatta con latte fresco intero, la vodka Black Cow è apparentemente un’eccezionale bevanda con una consistenza cremosa.

Il 47enne, la cui famiglia si occupa di agricoltura e allevamento da sei generazioni, ha avuto l’idea dopo aver visto un documentario su una piccola repubblica siberiana dove le persone fanno la vodka con il latte di bue tibetano.

Intrigato dall’idea, Barber ha deciso di provare a fare la stessa cosa con il latte delle sue 250 mucche.
Ci sono voluti tre lunghi anni per perfezionare il processo ma il risultato ha ricompensato tutti i suoi sforzi; anche gli esperti di cibi e bevande hanno detto che è riuscito perfettamente nel suo intento.

Agricoltore inglese crea la vodka con il latte di mucca (1) Barber ha cominciato separando il latte in cagliata e siero, utilizzando il primo ingrediente per fare il formaggio, mentre il secondo l’ha lasciato fermentare nella birra con un lievito particolare per trasformare lo zucchero in alcol. Dopo averlo distillato e miscelato in modo speciale, il risultato è stato filtrato tre volte e imbottigliato a mano.

Non è la prima volta che Barber inventa una bevanda: da giovane è stato espulso dalla scuola per aver prodotto della birra con del succo d’arancia fermentato e riposto nelle cantine scolastiche inutilizzate.

Ha inoltre sempre avuto un particolare interesse per la vodka, che è l’unica bevanda alcolica che non gli fa avere postumi della sbornia il giorno dopo.

La Black Cow ha ricevuto moltissime recensioni positive da quando è stata messa in commercio e da un po’ di tempo è possibile trovarla in alcuni menù di ristoranti chic inglesi.
Il costo di una bottiglia da 70cl è di £27.85 (poco più di €30), £22.85 (circa €25) invece per quella da 50cl.

Tamponi vaginali alla vodka

Dalla Germania i nuovi assorbenti alla Vodka per uno sballo assicurato, anche per i ragazzi

La polizia nel sud della Germania ha diffuso un comunicato per mettere in guardia i tanti giovani dalla presenza di una nuova moda che sta prendendo piede nel paese.

Tamponi vaginali alla vodka

Si tratta di assorbenti interni per ragazze imbevuti nella vodka che garantirebbero un immediato ed efficace sballo oltre che una protezione assicurata dagli odori.

La polizia avverte che tali tamponi sono molto pericolosi per il cuore.

“Le ragazze pensano che questa nuova trovata possa essere efficace per ubriacarsi senza puzzare di alcol, non è affatto vero questo, non è vero neanche che è un efficace metodo per ubriacarsi.” – fa sapere la polizia di Baden-Württemburg.

L’alcol è anche in grado di danneggiare le pareti vaginali con danni irreparabili e può aumentare di molto il rischio di infezioni genitali.

A quanto pare però, la moda non riguarda solo le ragazze, la polizia avrebbe scoperto che anche alcuni ragazzi usano tale espediente infilandosi i tamponi nel sedere. (giuro!)

Il mese passato un ragazza è collassata durante un festival a Konstanz in seguito ad una sbronza da tampone.

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorio

Si traveste da lottatore di sumo e aggredisce la ex fidanzata

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorioE’ accaduto a Dublino, una donna vestita con un abito da Sumo gonfiabile è entrata nel locale nel quale si trovava la sua ex-ragazza e l’ha aggredita con una bottiglia di Vodka Smirnoff Ice che teneva nascosta all’interno del buffo travestimento.

Adrienne Martin si trovava con alcuni amici ad una festa in maschera al George Pub, uno dei più famosi gay bar di Dublino, quando la sua ex ragazza Sandra Talbot è apparsa vestita da lottatore di sumo e l’ha aggredita in seguito a quasi un anno di continue gelosie.

Secondo quanto appreso dai giudici, l’aggressione sarebbe nata dopo che la vittima avrebbe ammiccato ad un uomo travestito da barretta di Snickers.

Sandra avrebbe colpito alla testa Martin con la bottiglia, dopo che già nel pomeriggio le due avevano avuto una violenta discussione verbale.

In seguito all’aggressione i gestori avrebbero scortato fuori dal locale la donna, chiedendole di sgonfiarsi un po’ il costume in modo tale da passare dalla porta.

Durante l’udienza dal giudice, Adrienne avrebbe affermato di soffrire ancora di forti dolori e di crisi di panico dovute all’aggressione.

Da parte sua invece Sandra nega ogni sorta di contatto fisico, dichiarandosi innocente e affermando che Adrienne le avrebbe rovinato la vita.

La corte ha sentenziato che Sandra dovrà pagare 400 dollari per l’aggressione ai danni della sua ex fidanzata.