Ragazzino cinese denti da vampiro (1)

Ragazzino cinese con denti da vampiro

Ad un ragazzo cinese (Chongqing, Cina meridionale) di 16 anni, Wang Pengfei, sono cresciuti due denti da vampiro. La mamma Wang Hui, preoccupata, l’ha portato in ospedale, anche se era già andata da altri dottori e specialisti, senza avere riscontri positivi.
Il ragazzo, appena nato, aveva pochi capelli e gli sono cresciuti solamente da qualche settimana questi due denti dalla forma bizzarra.

Ragazzino cinese denti da vampiro (1)

Ragazzino cinese denti da vampiro (2)

La mamma dice che Pengfei con il tempo è diventato sempre più solitario a causa della sua condizione ed è talmente timido che si rifiuta di farsi fotografare; quando però a scuola sente che qualche compagno sparla di lui o che continua a fissarlo, lo attacca.

I dottori dicono che potrà essere operato quando diventerà adulto; l’operazione potrebbe costare da 70.000 ad un milione di yuan, pari a circa 8.500 e 120.000 €.

Dito attaccato allo stomaco!

Si taglia il dito, i medici glielo attaccano allo stomaco per farlo ricrescere

Dito attaccato allo stomaco!I medici cinesi hanno recentemente salvato un uomo dall’amputazione del suo dito medio attaccandoglielo allo stomaco.

E’ questa la stramba notizia medica che arriva dall’oriente. Un equipe di medici specializzati in chirurgia, ha adoperato questa nuova tecnica per riuscire nel tentativo di salvare il dito del malcapitato dall’amputazione certa.

Wang, un lavoratore di Liayang, nella provincia di Lianing aveva reciso il suo dito media con una sega elettrica.

Giunto d’urgenza in ospedale, i medici gli hanno diagnosticato una completa recisione del muscolo e della pelle.

Il dottor Huang Xuesong, ha così deciso di intraprendere una strada alternativa e rischiosa che se portata a termine con successo avrebbe potuto evitare al signor Wang l’amputazione definitiva del dito.

Così, insieme alla suo gruppo, il chirurgo ha attaccato il dito dell’uomo al suo stomaco in modo tale che i muscoli e la pelle potessero ricrescere con l’aiuto di tessuti sani.

Tale tecnica è utilizzata per ripristinare la circolazione sanguigna nel dito e favorire la ricrescita delle cellule perse.

A pochi giorni dall’operazione, i medici affermano che i tessuti del dito del paziente hanno reagito positivamente,  molto probabilmente Wang non dovrà perdere l’uso del dito medio e potrà tornare al suo lavoro come se nulla fosse mai accaduto.

Chef Cinese stupisce i clienti con incredibili acrobazie

chef acrobaticoE’ uno chef Cinese in pensione cha ha deciso di unire due grandi passioni, l’intrattenimento acrobatico e la cucina.

Il signor Wang Zuxiang ha deliziato i palati di centinaia di clienti per 30 anni con i suoi piatti, ma non solo, da qualche anno infatti l’uomo delizia i suoi clienti anche con delle bellissime acrobazie con gli strumenti da cucina.

Con un mestolo in bocca, il signor Wang è in grado di tenere un altro mestolo in equilibrio e sopra a quest’ultimo di bilanciare anche una padella e infine un piatto.

“Il treno è il luogo migliore per allenarsi a fare queste cose” – afferma l’uomo – “quando lavoravo sui treni, i vagoni erano molto poco stabili e potevo allenarmi a fare queste cose per rendere la mia tecnica più affinata.”

Oggi l’uomo non cucina più ma non di rado mostra le sue abilità ad amici e parenti lasciandoli ogni volta senza parole.

Anziana precipità in un tombino

Anziana 87enne cade in un tombino in Cina, salvata dai pompieri

Anziana precipità in un tombinoWang Lu, 87 anni e suo marito Wang Jungcheng, stavano passeggiando per le vie di Changchun a Nord della Cina, dopo aver fatto colazione, quando l’anziana donna è precipitata all’interno di un tombino.

Secondo quanto raccontato da Jungcheng sua moglie stava camminando quando ha calpestato un tombino chiuso male, che immediatamente si è ribaltato, facendo cadere al suo interno la donna.

Anziana precipità in un tombino

“Ho cercato di afferrarla per i vestiti, ma non sono riuscito a trattenerla” – dice l’uomo.

I vigili del fuoco e una squadra di paramedici sono subito accorsi per cercare di liberare l’anziana donna.

Fortunatamente dopo i primi controlli medici si è scoperto che la donna nonostante il volo di 3 metri non aveva riportato gravi ferite, ma solo qualche graffio.

Secondo i residenti della zona il tombino originale era stato perduto durante alcuni lavori e sostituito dal capo cantiere con un altro ‘tappo’ di dimensioni leggermente minori.

Wang Xiaouy - Il parrucchiere Kunf-Fu che taglia i capelli a testa in giù

Wang Xiaoyu – Il barbiere Kung-Fu taglia i capelli a testa in giù

Cosa non si farebbe pur di attrarre clienti e curiosi nel proprio negozio!

Il parrucchiere cinese Wang Xiaoyu, esperto nell’arte del Kung-Fu ha deciso di fondere le sue due passioni e ha iniziato a esercitare la sua professione di parrucchiere, a testa in giù!

Wang Xiaouy - Il parrucchiere Kunf-Fu che taglia i capelli a testa in giù

L’uomo 36enne, ha attirato l’attenzione dei media per la prima volta a maggio dell’anno scorso, quando un giornale locale riportò la notizia del “Parrucchiere che taglia i capelli ai clienti mentre fa la verticale”.

Wang Xiaouy - Il parrucchiere Kunf-Fu che taglia i capelli a testa  in giùWang Xiaouy - Il parrucchiere Kunf-Fu che taglia i capelli a testa  in giùWang Xiaouy - Il parrucchiere Kunf-Fu che taglia i capelli a testa  in giùLo strambo parrucchiere esercita la sua professione a Changsha, nella provincia di Hunan in Cina, da più di 16 anni; la sua passione per il Kung-Fu, invece, dura da 18 anni.

Evidentemente i suoi affari non andavano a gonfie vele e così si è inventato questo metodo unico al mondo per tagliare i capelli.

L’unica cosa che resta da fare ai suoi clienti è quella di pregare che all’uomo non vada troppo sangue alla testa mentre sta tagliando, se no oltre che i capelli ci si potrebbe ritrovare tagliata anche la testa.

Wang xianjun, il cinese che ha ingoiato 1500 lampadine

Wang Xianjun, 54 anni, cinese della provincia di Sichuan ha avuto un idea brillante, gli si è accesa la lampadina, come si dice in gergo, e ha iniziato a mangiare bulbi di lampadine.

L’uomo che reputa le lampadine croccanti e deliziose, ricorda di avere iniziato a mangiarle quando per sbaglio una volta ingoiò una lisca di pesce intera senza che gli accadesse nulla.

Da allora l’uomo ha provato ad ingoiare pezzi di vetro rotto accorgendosi che questi non creavano alcun danno alla sua gola.

Oggi l’uomo può vantare di aver ingurgitato più di 1500 bulbi di lampadina.

“Non li mangio tutti i giorni, ma mi capita spesso.” – dichiara – ” Mangio bulbi solo durante la colazione e mai più di uno al giorno.”

Quando l’uomo mangia le lampadine, prima le rompe e poi le ingoia pezzo per pezzo aiutandosi con un bicchiere d’acqua.

La famiglia di Wang dichiara che per tenerlo sotto controlo lo ha portato all’ospedale per effettuare un check-up, ma a quanto pare mangiare vetro all’uomo non crea alcun effetto collaterale; parola di medico.