15enne Singhiozza da 3 settimane, i medici la studiano

La madre:”Siamo disposti a tutto”

A nulla sono valsi medicinali e rimedi legati alla tradizione popolare: Jennifer Mee dal 23 gennaio scorso continua a singhiozzare e non riesce a fermarsi. La quindicenne, che abita a St. Petersburg, cittadina della contea di Pinellas, in Florida, è arrivata a fare 50 singhiozzi in un minuto. Jennifer Mee, trova un po’ di sollievo solo di notte, quando il disturbo cessa grazie all’aiuto di medicinali.

In molti stanno cercando di aiutare la ragazza, ma il singhiozzo sembra non volersene andare. A nulla infatti sono valsi le indicazioni dei medici e i suggerimenti arrivati da ogni dove tramite blog su Internet dopo l’appello della madre, Rachel Robidoux, preoccupata per la salute della figlia. Secondo gli esperti del National Institutes of Health il
singhiozzo è causato da un’involontaria contrazione del diaframma, che provoca la chiusura momentanea delle corde vocali.

Non ci sono cause specifiche e neppure cure mirate, come hanno scoperto loro malgrado l’adolescente e sua mamma, dopo avere tentato qualunque rimedio suggerito da cardiologi, pediatri e neurologi. “Cerco risposte, da qualunque parte. A questo punto siamo disposti a provare tutto”, ha detto la signora Robidoux.

Qua sotto un video della ragazza che ha provato in tutti i modi di farsi passare il singhiozzo:

(Fonte Tgcom.it)

Ragazzo senza braccia arriva in finale in una gara per batteristi

Cornel Hrisca-Munn

Un ragazzo nato con le braccia non sviluppate ha sconfitto il suo problema arrivando in finale nel campionato dei Giovani Batteristi Dell’Anno.
Nato in Romania, Cornel Hrisca-Munn, vive con i suoi genitori adottivi a Whittington vicino Worcester dal 1993, è un batterista provetto ed è arrivato alle finali della competizione che comprendeva ben 441 partecipanti.

Il ragazzo che oltretutto ha anche una gamba artificiale e ricordiamo che la batteria si suona tanto con le braccia quanto con i piedi, attacca le sue bacchette alle braccia grazie a dei supporti speciali creati appositamente per lui.

“La batteria è una cosa enormemente importante nella mia vita, non vedo l’ora di suonare alle finali per mostrare a tutti quanti che avere un handicap come il mio non riesce a fermarmi dalle cose che più amo fare.” afferma Cornel.

Il ragazzo è stato inoltre premiato come Bambino Del Coraggio 2004 ed è molto impegnato anche nella raccolta di fondi per la sua fondazione chiamata The Cornel Romanian Rehabilitation Centre Trust.

Il centro sta cercando di raccogliere fondi sufficienti per poter costruire un centro autosufficiente che permetta la riabilitazione per le persone disabili in Romania. Sperando di trovare soluzioni a lungo termine per rendere la vita migliore a queste persone.

Per la cronaca la competizione si è conclusa e Cornel è arrivato secondo, Complimenti!!

 

Montreal: un uomo respira, ma non gli batte il cuore

E’ vivo e vegeto ma il suo cuore non batte. A raccontare la strana e bizzarra storia di quest’uomo è l’agenzia France-Presse. Secondo l’agenzia, all’uomo, un canadese di Montreal che ha 65enne, è stato impiantato un cuore meccanico che gli fornisce un flusso continuo di sangue nel corpo anziché la normale pulsazione vascolare.

respirare senza cuore

A causa della mancanza dei battiti cardiaci è, inoltre impossibile misurargli la pressione sanguigna con le normali strumentazioni. Un portavoce del McGill University Health Centre, dove è stato effettuato l’intervento, ha detto: “E’ un concetto un po’ strano perché, se gli capitasse un incidente d’auto o qualcosa e restasse lì per terra a respirare senza che gli battesse il cuore, potrebbe dare l’impressione di essere morto”.

Nato Bimbo sirena in Cina


Il 9 Novembre l’ospedale per bambini della procincia di Hunan in Cina ha ricevuto un caso più unico che raro per questa unità di cura intensiva. Un bimbo appena nato con le gambe incollate tra loro proprio come quelle del corpo di una sirena. Inoltre ad aggravare le condizioni del piccolo bimbo vi sono l’assenza dell’organo riproduttore e dell’ano come risultato dell’ipoplasia. Il tutto suscita notevoli preoccupazioni sulla debole salute del bimbo. I medici non sanno quale sia la causa di tale condizione, ma affermano che si sarebbe potuta evitare se la madre fosse andata a farre un controllo di routine durante la sua gravidanza!

(Fonte spluch.blogspot.com)

Link al bimbo con otto arti.

India nato bambino con 8 arti

Il bambino con 8 artiIn India nella cittadina di Diuri, i cittadini accorrono numerosi per poter offrire preghiere al bambino nato con un grave disturbo gongenito . Il piccolo ha 4 braccia e 4 gambe.

Avvolto in un panno rosso con fiori freschi, i suoi genitori sono molto preoccupati riguardo la sua salute e il suo futuro.
Poveri, i genitori del bimbo, affermano di non essere in grado di pagare un intervento chirurgico come ogni genitore vorrebbe per un proprio figlio.

Guardate il video del povero bimbo e del peregrinaggio dei cittadini:

Chi Niente Chi Troppo, ragazza malata di orgasmi, 250 al giorno!

250 Orgasmi al GiornoNon è una barzelletta ma realtà scientificamente provata: Ellie Allen, un’avvenente brunetta 28enne londinese, racconta al settimanale News of the World di soffrire della Sindrome di eccitamento sessuale permanente (Psas). In pratica la giovane ha qualcosa come 250 orgasmi al giorno, uno ogni 5 minuti. Una malattia che però non le pesa: “Il difficile è trovare un uomo che riesca a stare al mio passo”.

D’altronde fino ad oggi non esistono cure per la Psas e quindi non resca che fare buon viso a cattivo gioco. E che sorrisi fa Ellie! Gli orgasmi sono completi e alcune volte esplosivi arricchiti anche da strilli. Ellie dice: “La gente pensa che avere orgasmi tutto il tempo sia piacevole, ma mi guardano come se fossi pazza perché trattengo sempre i miei gemiti oppure mi allontano via per i miei momenti privati”.

E gli orgasmi le possono venire mentre sta in autobus o in auto. Una volta, racconta la giovane, ne ha avuto uno davanti a un poliziotto che l’aveva fermata a un semaforo. La PSAS è una disfunzione che comporta un maggiore flusso di sangue agli organi genitali, e i medici non sanno bene come affrontarla. Non esiste una cura specifica, ma si possono usare dei gel anestetici per intorpidire le sensazioni.

Orgasmi ripetuti“Ogni tanto mi capita di attraversare periodi in cui gli orgasmi sono concentrati e violenti e non posso fermarmi – racconta la ragazza -. Ci sono dei segnali che mi avvisano come l’ingrossamento del seno ma non sono sufficienti.” Una specie di epilessia stimolata spesso dalle vibrazioni.”Se vado a fare shopping lo strusciamento con le altre persone mi causa attacchi.

Per non parlare di scale mobili e ascensori, quelli sono insopportabili. E anche il lavoro d’ufficio mi è impossibile: le suonerie dei telefoni o anche la sola fotocopiatrice mi fanno impazzire”. E nella vita privata? “Difficile trovare un uomo che segua il mio ritmo, ma almeno li faccio tutti contenti: mi fanno raggiungere l’apice nei primi minuti e ne guadagna la loro autostima”.