Will Keegan - Il tifoso più sfortunato di sempre

Percorre 16 mila km per vedere la sua squadra del cuore, il treno si blocca e perde la partita

Will Keegan - Il tifoso più sfortunato di sempreE’ successo ad un tifoso Australiano partito da Melbourne per vedere la sua squadra del cuore, 16000 chilometri più a ovest in Inghilterra, il Blackburn.

Il viaggio è costato al giovane Will keegan, 26 anni, 700 dollari, la partita in questione era quella tra Fullham e Blackburn.

Will era ospite dai suoi zii a Kent vicino a Manchester e la mattina della partita aveva preso un treno per raggiungere Blackburn in un viaggio che sarebbe dovuto durare circa 3 ore.

Tutto si sarebbe aspettato Will, ma non che la locomotiva si sarebbe fermata a Rugby nello Warkwickshire, nel bel mezzo dell’Inghilterra, a causa di un problema all’impianto elettrico.

E così Keegan non è mai arrivato allo stadio, il treno non è mai ripartito e il ragazzo non ha potuto fare altro che tornare a casa degli zii 8 ore più tardi, dove ha scoperto, tramite il televideo, che la sua squadra aveva vinto la partita per 2 a 0.

“Tutto il viaggio è stato organizzato dall’ Australia per vedere la partita dei miei amati Blackburn Rovers. La notte prima della partita sono riuscito a dormire solo 2 ore per l’emozione.”

“La mattina quando mi sono alzato dal letto ero eccitatissimo e ho creduto che sarebbe stato il giorno più bello della mia vita. Non avrei mai pensato che potesse diventare il peggiore.” – dice Will.

Bloccato in mezzo al nulla - Il treno della discordiaKeegan originario di Oldham, in Inghilterra ha aggiunto: “Ero devastato. Dopo essere arrivato dall’altra parte del mondo per vedere giocare i miei idoli, mi sono ritrovato bloccato a Rugby, in mezzo al nulla.”

Pochi giorni dopo Will è tornato a casa sua in Australia con tanta tristezza e senza aver visto neanche con il binocolo la sua squadra del cuore.

Quando si dice sfortuna.

Arzilla vecchietta si cala dalla finestra con una fune, i polpieri la salvano

Arzilla vecchietta si cala dalla finestra con una fune, i pompieri la salvano

Arzilla vecchietta si cala dalla finestra con una fune, i polpieri la salvanoUna nostalgica vecchietta è stata salvata dai pompieri dopo che ha provato a calarsi dal
quinto piano di un appartamento. Zhang Yingfeng, questo il nome della 80enne, stava soggiornandonell’appartemento del figlio Tian Weitao nella città di Hebi, situata nella provincia di Henan, ma evidentemente voleva disperatamente tornare al suo villaggio.

Tian ha deciso di chiudere lo porta di casa a chiave perché sicuro che la mamma avrebbe approfittato dei benefici dovuti alla permamenza in città se fosse rimasta ancora con lui e la moglie.

Ma l’arzilla signora non non aveva alcuna intenzione di stare chiusa in casa, così
ha preso una corda e se l’è legata alla vita prima di calarsi dalla finestra, come riporta il quotidiando “Henan Business Daily”. Sua intenzione era quella di “scendere” fino alla strada, ma avendo calcolato male la lunghezza della corda, è rimasta pericolosamente appesa a mezz’aria.

“Pensavo che la corda fosse lunga abbastanza”, ha ammesso la donna, “ma non avevo tenuto conto della parte che mi sarei legata attorno alla vita.”

Fortunatamente è stata notata dai vicini di casa che hanno chiamato subito i soccorsi, arrivati poi tempestivamente. I pompieri hanno subito raggiunto una finestra del terzo piano da cui hanno sostenuto la donna tramite una pala, mentre un collega si calava dal quinto con una scala di corda.

E’ stato poi attrezzato un argano che ha riportato la donna a terra. L’unica lesione riportata da Zhang sono state le bruciature sulle dita dovute alla corda.

[Grazie a Dado per la traduzione]

Scene porno su canali per bambini

Scene porno per 2 ore in onda su canali per bambini

Scene porno su canali per bambiniI direttori televisivi si sono scusati dopo che alcuni video tratti da Playboy Channel sono stati accidentalmente trasmessi su due canali per bambini negli Stati Uniti.

Un portavoce della Time Warner Cable ha detto che un’interferenza è stata responsabile  dell’errore che è durato per due ore in una parte del North Carolina. La compagnia è venuta a conoscenza del danno solo dopo che alcuni genitori arrabbiati hanno chiamato i centralini per denunciare l’episodio, riporta la BBC.

La TWC, proprietaria dei canali, ha dichiarato di essere in possesso di strumenti in grado di percepire errori di trasmissiome, ma che questa volta non hanno funzionato poichè tutto è accaduto in un’area ristretta del paese.

“Siamo molto, molto dispiaciuti per ciò che  è successo – sappiamo che i genitori si sono preoccupati” ha detto il portavoce keith poston al telegiornale locale WRAL.

“C’è voluta quasi un’ora per capire dove fosse il problema e risolverlo.”

“E’ stata un problema del segnale a causare il problema, l’interferenza è avvenuta nel momento meno adatto suli canali meno adatti.”

Le scene porno sono apparse sui canali Kids On Demand e Kids Preschool on Demand nella parte alta dello schermo.

Nel menù di selezione presente su entrambi i canali a sinistra appariva il normale palinsesto per bambini mentre sulla destra andavano in onda scene di donna in atteggiamenti espliciti.

La Time Warmer ha riferito che il problema è stato definitivamente risolto e si scusa con tutti gli spettatori per il disagio arrecato.

[Grazie a Clara per la traduzione]

Bacia la madre e le buca il timpano.

Mother Kiss

I medici hanno riferito che il bacio di una bambina dato all’orecchio della madre, avrebbe provocato una serie di reazioni a catena che hanno portato la donna alla perdita completa dell’udito.

Si trattava solo di un semplice bacio, dato da una bambina di 4 anni alla propria madre, per dimostrarle tutto il suo amore, ma si è rivelato un incubo a dir poco inaspettato che ha portato la donna a perdere completamente l’udito all’orecchio sinistro.
La donna ha detto: – “Si trattava di un lungo bacione all’orecchio, non ho potuto sportarla. Sono rimasta come congelata; quando la piccola si è staccata ed il bacio è terminato, non riuscivo più a sentire niente!!”

“Ho provato un dolore molto intenso e mi sono messa a urlare chiamando mio marito; fino a quel momento non avevo mai avuto problemi di udito.”

Dopo mesi e mesi di esami e analisi, i medici sono arrivati alla conclusione che in qualche maniera inspiegabile, la bimba abbia letteralmente risucchiato dall’orecchio della mamma il timpano, staccandolo dalcondotto uditivo e rompendo anche i legamenti e i tendini che lo tenevano attaccato all’orecchio.

Cercando negli archivi altri casi simili, ne è stato ritrovato solo un altro, nel 1950, ma si crede che molti altri casi simili siano avvenuti senza che nessuno li abbia riconosciuti, specialmente in bambini che hanno perso l’udito inspiegabilmente.

Babbo Natale licenziato per aver detto "Ho Ho Ho.."

Un Babbo Natale ha appeso il suo vestito da Santa Claus dopo aver affermato di esser stato licenziato per aver detto “ho, ho, ho”!
John oakes,70, dice di aver perso il proprio lavoro in un centro commerciale in Cairns, Australia, per aver usato il tipico saluto di Babbo Natale e per aver cantato canti natalizi.
Sostiene che l’agenzia Westaff avesse ordinato ai suoi Babbi Natale di dire “ha, ha, ha” invece di “oh, oh, oh” perché “ho” era una parola dello slang americano usata in senso dispregiativo per indicare le donne.
Il Signor Oakes ha detto : “Lunedì, dopo il mio turno, ho ricevuto una chiamata dal mio direttore che mi diceva che i miei servizi non erano più richiesti”.
“Non avevo fatto niente di male e quindi chiesi il perché del licenziamento, sentendomi rispondere “Ha detto ho, ho, ho e questo non è adeguato”.
“Ha anche detto che non ero tenuto a cantare, ma io stavo solo cantando Jingle Bells per far sorridere i bambini nelle foto! E’ semplicemente ridicolo e tutto questo è cambiato solo a causa delle nuove regole.”

US-based Westaff ha negato che quanto detto abbia influito nel caso del Signor Oake.
Il portavoce della società, Bert Jansz, ha detto:”Il candidato non è stato licenziato e non è stato tanto meno il suo uso delle parole “ho, ho, ho” a determinare la nostra decisione. L’atteggiamento del candidato non era in linea con le richieste dei nostri clienti”.

(Grazie a Laura per la traduzione)

Donna trova testa di gallina nel’Happy Meal di Mc. Donald’s


Una donna americana si era recata con i suoi due bimbi di 6 e 8 in uno dei migliaia di Mc. Donald’s che affollano le nostre città.Qui, aveva ordinato 2 Happy Meal, i menù creati appositamente per i bambini, quelli con la sorpresa dentro, e per lei un semplice Hamburger. Mentre mangiavano la mamma però si è accorta che il più piccolo era più interessato agli scivoli che vedeva dall’altra parte della strada piuttosto che alle crocchette di pollo che non aveva nemmeno toccato, così aveva deciso di mangiarsele lei.

Senza neanche guardare cosa aveva in mano stava per addentare il cibo, quando il figlioletto più grandicello, le ha urlato di non mangiarlo.

Così lei ha guardato la crocchetta che aveva in mano e si è accorta che sotto la impanatura c’era un’intera testa di gallina. Potete immaginare a sorpresa e lo schifo in quel momento.

Il manager del locale per scusarsi dell’inconveniente ha offerto il pranzo ai tre e ha anche offerto a mamma è figli un pranzo gratis per le due settimane successive.

Ma questo non è assolutamente bastato a placare lo sdegno della donna che ha deciso di fare causa al colosso americano chiedendo un risarcimento di 100.000 dollari.

Mc. Donald’s colpisce ancora una volta, un’ennesima dimostrazione di come i cibi del fast food più famoso al mondo siano spesso troppo trattati con prodotti speciali che ne alterano le caratteristiche o più semplicemente, come in questo caso, siano creati con macchinari che non garantiscono la precisione e la sicurezza necessaria, impacchettando e cucinando tutto quello che gli si presenta davanti, sia questa carne di pollo, insetti, o perché no, oggetti stessi. Ancora una volta quindi mi rendo conto di quante volte possiamo aver mangiato schifezze senza neanche essercene resi conto. Non voglio condannare mc. Donald’s che comunque sembra passare sempre come il capro espiatorio ma voglio solo dire che se andiamo a mangiare in questi locali, dobbiamo essere coscienti che non sempre quello che ci spacciano per una determinata pietanza non sempre corrispondere alla realtà.

Si lava i denti, e lo spazzolino le si infila nel naso..

Lavarsi i denti non dovrebbe esser un gesto quotidiano particolarmente pericoloso eppure ci sono delle persone che riescono a farsi del male anche con uno spazzolino. Una signora indiana, di certo un poco sbadata, è riuscita ad infilarsi uno spazzolino da denti lungo 7 centimetri in una delle due cavità nasali.

“Un paio di mesi fa – ha raccontato la donna al quotidiano locale Mumbai Mirror – stavo lavando i denti quando mio marito mi ha urtato. Mi è rimasta in mano la parte inferiore dello spazzolino e non sono riuscita a trovare il resto”.
Essendo fatto di plastica i normali controlli ai raggi X si sono dimostrati inutili a stabilire l’esatta ubicazione dello spazzolino. La donna è stata costretta a tenerselo nel naso per diversi mesi e sopportare un dolore che lei stessa ha definito “lancinante”.

I medici, alla fine, sono riusciti però a curarla. Grazie ad una Tac hanno individuato il pezzo di spazzolino e lo hanno rimosso con un intervento chirurgico.

(Fonte Tiscali.it)