Giornalista si rifiuta di leggere l'ennesima notizia su Paris Hilton prima dei morti in Iraq.

Doveva leggere la notizia della ritrovata libertà di Paris Hilton prima delle news che riguardano gli orrori e le quotidiane vittime americane in Iraq. Ma la giornalista Mika Brzezinski si è rifiutata categoricamente di seguire questa scaletta e dopo aver tentato di bruciare il foglio dove era stata battuta la notizia del rilascio della bella ereditiera, l’ha strappato indignata. Un siparietto televisivo che ha conquistato gli utenti di Youtube: oltre 250.000 persone hanno già visto sul sito americano il video del “gran rifiuto” della Brzezinski.

(Fonte Corriere.it)

Non c’è che dire, finalmente qualcuno si è reso conto della pateticità di alcune notizie che non solo in America, ma anche qui in Italia vengono lette nei telegiornali nazionali.


Mika Brzezinski of MNSBC rips Paris report

Stacca respiratore di paziente in terapia intensiva perché troppo rumoroso


Un teenager ricoverato a seguito di un incidente stradale nel reparto “terapia intensiva” di un ospedale tedesco ha staccato il respiratore del suo compagno di stanza perché, a suo dire, era troppo rumoroso. Frederik Moelner, questo il nome del ragazzo, 17 anni, è stato ovviamente denunciato.

Alla polizia ha spiegato che il rumore interferiva con il suo sonno e “gli dava sui nervi”. Dopo alcune ore di sopportazione Moelner si è alzato dal proprio letto e ha spento il sistema di supporto che teneva in vita il 76enne Hermann Berghof.
“Mi sembrava la maniera migliore – ha spiegato il 17enne – per ottenere un po’ di pace e tranquillità”. Fortunatamente per l’anziano paziente la vicenda si è conclusa nel migliore dei modi possibili. Il personale sanitario, avvisato da un allarme, ha riattivato il sistema di supporto vitale: lo stato di salute di Berghof non è stato compromesso dall’interruzione.

Ancora più assurdo trovo quest’altra notizia, sempre in tema di respiratori!

(Fonte Tiscali.it)

Cannibale scoperto dopo radiografia

Era entrato in ospedale perché lamentava disturbi intestinali, ma dopo una radiografia i medici gli hanno trovato un dito umano nello stomaco e hanno subito pensato a un episodio di cannibalismo. Dalle indagini sarebbe emerso che quattro vietnamiti avrebbero ucciso un loro collega nepalese e per disfarsi del cadavere e prove lo avrebbero cucinato e mangiato. La notizia è stata data dal quotidiano del Qatar Al Sharq.

In un primo momento diagnosticato come intossicazione alimentare, il malessere del paziente ha dovuto essere rivisto e corretto dopo che l’esame dei medici ha rivelato un dito umano nel suo stomaco. I quattro vietnamiti sono stati accusati di cannibalismo e dovranno rispondere dell’imputazione davanti alla Corte d’Assise del piccolo stato della penisola arabica.

L’ambasciata del Nepal a Doha tuttavia, riferisce il Gulf Times, non esclude che l’intero caso sia una montatura. La rappresentanza diplomatica ha contattato i funzionari di polizia che stanno conducendo le indagini, i quali hanno assicurato che i fatti riportati dalla stampa “sono solo pettegolezzi”.

(Fonte Tgcom.it)

Bimba di 2 anni diventa membro più giovane del Mensa

I genitori di Georgia Brown hanno sempre saputo che era vivace. Dopo tutto, sapeva contare sino a dieci, riconosceva i colori e stava persino cominciando a dilettarsi con il francese. Soltanto dopo averla sottoposta a una verifica del quoziente intellettivo però si sono resi conto di quanto la loro esuberante bambina di 2 anni fosse speciale. Georgia è divenuta il membro femminile più giovane del Mensa, un’associazione internazionale che raccoglie le persone comprese nel 2% della popolazione con il punteggio più alto nei test di QI, dopo avere notato un quoziente d’intelligenza pari a 152. Ciò la mette nella stessa lega intellettuale, proporzionale alla sua età, del fisico Stephen Hawking, uno fra i più importanti e conosciuti del mondo, docente di matematica all’Università di Cambridge (la stessa che fu di Isaac Newton) e membro della Royal Society. Secondo un esperto in bambini dotati, Georgia è la bambina di 2 anni più vispa che abbia mai incontrato.

(Fonte Spluch.com)

Nucleare su Praga trasmessa in diretta TV: tutta opera di un Hacker

Spettatori allarmati per ore, forze di sicurezza allertate: un Paese in panico per un’esplosione nucleare trasmessa durante il meteo su un canale tv della Repubblica Ceca. Ma l’atomica in diretta era finta, uno scherzo organizzato da un gruppo di hacker che è riuscito a forzare i sistema di sicurezza e a trasmettere la falsa esplosione nucleare, con la classica forma a fungo. Denunciati i responsabili.

Il centralino della tv pubblica CT2 è stato tempestato di telefonate da parte di telespettatori impauriti. Per quasi un’ora sono state allertatate anche le forze di sicurezza. Le immagini diffuse durante la trasmissione “Panorama” in onda al mattino presto non lasciavano dubbi: gli spettatori hanno potuto assistere all’esplosione atomica sui monti Žarske. Un forte boato copriva le immagini. Era tutto un bluff, rivelato soltanto nel tardi pomeriggio: sotto accusa l’artista ceco Roman Tyc, del gruppo “Iniziativa Ztohoven”. Gli autori dello scherzo – di pessimo gusto – sono stati denunciati. Roman Tyc lo scorso aprile aveva sabotato i semafori di Praga, cambiando la “linea” degli omini rossi e verdi.

A voi il video!

Via: Flixya

(Fonte Tgcom.it)

Trovato un arpione del 1800 nella carne di una balena

Una balena di almeno 116-130 anni di età è stata trovata sulle coste dell’ Alaska. L’ animale, che era agonizzante ed è stato perciò ucciso, aveva conficcato nelle carni un frammento di un arpione abitualmente usato dai cacciatori di balene alla fine del 1800. I biologi marini che l’hanno esaminata ritengono “senza ombra di dubbio” che la balena sia stata ferita intorno al 1890, e la prova più diretta è proprio quel tipo di arpione, che entrò in commercio tra i cacciatori di balene nel 1877. Quell’ arpione, che era conficcato nel collo dell’animale, é la prova tangibile che la balena era contemporanea di Herman Melville, morto nel 1891. Era dunque “senza ombra di dubbio” una contemporanea anche di Moby Dick.

(Fonte Ansa.it)

Percorre in Auto Trinità Dei Monti: Denunciato Straniero!


Ha percorso in auto, come fosse una qualsiasi strada di Roma, metà della scalinata di Trinità dei Monti e, una volta fermato dalla polizia, si è stupito di essere stato denunciato. L’episodio è avvenuto all’alba, quando un giovane straniero di 24 anni è sceso a forte velocità lungo la famosa scalinata. L’uomo è stato denunciato per danneggiamento di monumenti artistici.

Il giovane è uno straniero di 24 anni. Il folle, che proveniva da piazza della Trinità dei Monti, è stato fermato quando mancavano pochi gradini a piazza di Spagna. Immediati gli interventi da parte delle forze dell’ordine e dei vigili urbani, che, increduli, hanno bloccato il ragazzo. Per lui una denuncia in stato di libertà per danneggiamento di monumenti artistici.

(Fonte Tgcom.it)

"Gelato al Senato", questa la bizzarra rischiesta dei parlamentari.


Potrebbe sembrare uno scherzo, o una insidiosa provocazione dell’antipolitica. Ma è vero: al Senato, adesso, vogliono anche il gelato. Così ieri, a nome di un nutrito gruppo di parlamentari, il senatore Rocco Buttiglione, filosofo dell’Udc, e la senatrice Albertina Soliani, prodiana emiliana, hanno scritto ai questori di Palazzo Madama una lettera che merita di essere riportata nella sua concisa integrità documentale.

“Ci rivolgiamo a voi con una richiesta di miglioramento della qualità della vita in Senato.” – scrivono i due parlamentari –
“La buvette non è provvista di gelati. Noi pensiamo che sarebbe utile che lo fosse e siamo certi di interpretare in questo il desiderio di molti.
E’ possibile provvedere? Si tratterebbe di adeguare i servizi del Senato alle esigenze della normale vita quotidiana delle persone.
In attesa di riscontro, porgiamo cordiali saluti.”

Che dire, a quanto pare i nostri rappresentanti politici hanno bisogno di rinfrescarsi le idee con un bel gelato, non si sa mai che riescano ad avere idee più brillanti la prossima volta.

Questa è stata la bizzarra richiesta dei due parlamentari. La risposta non si è fatta attendere infatti hanno risposto prontamente gli organi competenti di palazzo Madama, ossia i senatori-questori. “Cari Senatori Buttiglione e Soliani -scrivono Gianni Nieddu, Romano Comincioli e Helga Thaler Ausserhofer, nella risposta diffusa dall’ufficio stampa di palazzo Madama- abbiamo letto non senza sorpresa la vostra lettera del 7 giugno scorso, nella quale chiedete di fornire la buvette di gelati.

Da quando ci e’ stata affidata la responsabilita’ dell’incarico di Questori siamo sempre stati pronti a valutare attentamente ed eventualmente ad accogliere le sollecitazioni che i colleghi senatori hanno ritenuto di indirizzarci. Ma francamente la vostra richiesta desta piu’ di una perplessita’, sia per il merito sia per il modo in cui e’ posta”.