frecce direzioni diverse

Lascia il lavoro per “dare il cinque” al mondo e realizza il più bel documentario di viaggio di sempre

 

frecce direzioni diverse

Realizza il sogno di una vita e riesce anche a documentare la sua esperienza in un modo straordinario.

Craig Lewis, il giovane autore del video, ha lasciato il lavoro e ha visitato 36 Nazioni in 18 mesi.

Una volta tornato a casa, ha pensato benissimo di esonerare parenti e amici dall’immancabile ed esasperante “serata foto” creando questo divertente filmato: GoPro alla mano, pochi secondi per ogni Paese e transizioni fatte esclusivamente da “high-five”.

Craig racconta di aver lavorato e risparmiato per 3 anni con l’unico scopo di poter un giorno partire e riuscire a vivere almeno alcune delle infinite avventure che il mondo riserva: fare l’autostop, il base jumping, godersi il panorama dal monte Everest, il volontariato in Africa, dormire nei posti più assurdi e conoscere le persone più diverse… tutto questo e molto altro è stato ripreso e montato nell’originalissimo diario di viaggio che ha già raggiunto moltissime visualizzazioni su YouTube.

 

Come sarebbero le sigle delle grandi serie tv se fossero nate negli anni 90?

E se la serie TV Game of Thrones fosse stata girata negli anni ’80? L’utente di YouTube Mikolaj Birek ci ha pensato e ha creato una sigla del famoso telefilm intitolata “Game of Thrones 1980’s VHS intro”.

Game-of-Thrones-metal

Game of Thrones sigla anni ’80

Non è tutta farina del suo sacco però; Hunter Sanders aveva già pensato a una sigla di Game of Thrones facendone una versione in stile serie TV anni ’90. Il video infatti è lo stesso, mentre la musica è completamente diversa.

(altro…)

Prati che sembrano materassi ad acqua

Bizzarro fenomeno: prati che sembrano materassi ad acqua

Il proprietario di un negozio di Portland (Oregon, Stati Uniti), nel giugno del 2012, ha notato un particolarissimo fenomeno nel retro del suo negozio ed è riuscito a fare un video postandolo successivamente su YouTube.

Quello che ha visto era un prato in cui si era formata una sorta di bolla, su cui si poteva saltare avendo la sensazione di essere su un materasso ad acqua.

Prati che sembrano materassi ad acqua

La storia è stata riportata nel sito CBS news e un utente che ha commentato ha dato una spiegazione plausibile, spiegando che ogni tanto i paesaggisti stendono un telo di plastica nel terreno poco fertile e poi piantano una zolla su del terreno buono sopra la plastica; in questo modo può capitare che arrivi dell’acqua o si formi del gas naturale sotto il telo di plastica, formando così la bolla.

Non è stato confermato ufficialmente ma è l’unica spiegazione possibile, per il momento. L’unica cosa che sappiamo per certo è che qualunque cosa ci sia sotto il telo ha causato la bolla.