Video del Porno apparso sul Maxischermo Pubblicitario a Mosca

Si tratta di uno dei tanti maxischermi pubblicitari che affollano la città di Mosca. Quello in questione si trova a un solo chilometro dal Kremlino e settimana scorsa è stato vittima dell’attacco di un Hacker, che lo ha trasformato in un cinema per adulti all’aperto.

Gli automobilisti che passavano a quell’ora davanti allo schermo si sono trovati davanti ad un video porno e il traffico è andato in tilt. Il proprietario del maxischermo ha ipotizzato che il simpatico attacco dell’hacker possa essere stato architettato da un’azienda concorrente per penalizzarli.

Dal 1991 in Russia sono proibite le nudità sugli schermi televisivi, l’agenzia quindi dovrà rispondere delle scene andate in onda sul suo maxischermo. Intanto la Polizia indaga per capire da dove sia partito l’attacco.

Vi lascio con il video non censurato della scena. Cliccate sull’immagine per vederlo.

porno-youtube-mosca

I Migliori Incidenti di Gennaio 2010

Inauguriamo l’anno nuovo con una nuova iniziativa. Grazie a un famosissimo utente di youtube, Twisternederland. Da oggi e per i prossimi mesi raccoglieremo i migliori incidenti del mese in un video di alcuni minuti, che farebbe impallidire anche i vari Paperissima e Striscia la Notizia. Iniziamente ho deciso di proporvi un video a settimana in modo tale da recuperare anche i vecchi video, una volta recuperati tutti i video arretrati procederemo di mese in mese. Spero possiate apprezzare, buona visione.

gennaio2010

Il lancio del nano

Una volta ogni tanto durante le lezioni di filosofia imparo qualcosa di interessante, infatti grazie al mio professore di filosofia, sono venuto a conoscenza l’altro giorno di una strana disciplina nata e praticata soprattutto in Australia, che da il nome ad un piccolo manuale di filosofia. La disciplina in questione è il “Lancio del Nano”.

lancio del nano
Il lancio del nano, in inglese “Dwarf Tossing” è uno strano passatempo, nato in Australia, che ha da sempre suscitato polemiche, come avrete capito, il gioco consiste nel prendere un nano, si, proprio un nano, non un pupazzo, ma una persona bassa, affetta da nanismo e lanciarlo letteralmente in aria. Naturalmente come tutti gli sport, anche questo ha le sue regole, infatti il nano prima di essere gettato indossa un casco delle protezioni per le ginocchia e i gomiti e una speciale tuta con delle maniglie sulla schiena per far si che il lanciatore possa lanciare meglio il nano.
Esistono varie discipline come il lancio attraverso la vetrata o attraverso il cerchio di fuoco, in questo caso è necessario munirsi di un estintore.
Il record del mondo di lancio del nano appartiene a Jimmy Leonard che è riuscito a lanciare Lenny The Giant a ben 9.15 metri di distanza ed è di conseguenza entrato a far parte del Guinness World Records Book.

Regola fondamentale affinchè il lancio sia valido è che il nano sia consenziente e che non emetta alcun suono, ne durante il lancio ne in seguito all’impatto con il terreno. In caso contratio il lancio viene annullato.

Ho accennato prima che questo sport ha suscitato non poche polemiche e in alcuni stati è addirittura proibito dalla legge come per esempio in Illinois e in Michigan.
E’ tutt’ora in atto una diatriba alla Dichiarazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo.
In Europa non è molto diffuso, in Italia non viene praticato ma in alcune discoteche di Ibiza è possibile provare a lanciare il nano e chissà che non riusciate a stabilire un nuovo record.

Ecco qua un piccolo video che vi mostra il lancio del nano presso un locale.