Lo skater più piccolo del mondo (2)

Bimbo australiano di due anni, lo skater più piccolo del mondo

Lo skater più piccolo del mondo (2)

Lo skater più piccolo del mondo (1) Da qualche giorno sta girando su internet il video di un bambino australiano di due anni che va sullo skateboard.

Kahlei Stone-Kelly porta ancora il pannolino ma sa già salire le rampe e saltare dai gradini sulle strade di Victoria, in Australia, nonostante qualche capitombolo.

È già da mesi che il bimbo ha cominciato a usare lo skate e sembra imparare piuttosto in fretta; anche se sbaglia qualcosa, gli basta riprovare un paio di volte e riesce a imparare senza problemi.

Su YouTube ci sono molti commenti positivi anche se alcuni utenti si sono lamentati che il bambino fosse senza protezioni.

Gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

Bambola vivente batte il record: gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

Una donna giapponese vestita da bambola vivente ha giocato per così tante ore consecutive ad un gioco di ruolo da ottenere il record mondiale.

Gioca per 38 ore di fila a Final Fantasy X

La modella e cantante Kinumi Cati (il cui vero nome è Hecaterina Kinumi) ha dimostrato la sua capacità di resistenza quando è riuscita a giocare a Final Fantasy X per 38 ore di fila.

Kinumi, vestita completamente come una vera e propria bambola vivente, per ottenere il record è dovuta rimanere completamente concentrata a giocare con la PlayStation 2, senza poter né mangiare né bere, battendo così il record mondiale per la più lunga maratona giocando ad un videogioco di ruolo giapponese.

Fumatrice a due anni

Madre filma la figlia di due anni mentre fuma e beve caffè, il padre denuncia il tutto

Fumatrice a due anniDi storie come questa non è la prima che si parla e probabilmente non sarà l’ultima, ma in questo caso credo che l’ignoranza della madre e la davvero precoce età della bimba abbiano dell’incredibile.

Una madre di Burghea de Sus ad Arges in Romania ha caricato su internet un video della figlia di due anni ripresa mentre fuma e beve caffé.

I genitori della bimba, Gabriel e Elena Ursu, si erano separati un anno fa e la custodia della piccola era andata alla donna.

“La mia ex moglie vuole schernirmi mostrandomi come tratta nostra figlia. A mia figlia non piace il latte e la mamma la vizia dandole il caffè e invece delle caramelle le fa fumare le sigarette! E’ malata!” – racconta il padre preoccupato – “I giudici mi permettono di vedere mia figlia solo una volta alla settimana e quando la vedo lei si lamenta perché ha voglia di fumare e a volte è così disperata che prende i mozziconi e se li mette in bocca.

Il video acquisito dalla polizia locale, mostra la bambina fumare e la voce della madre che la riprende e la incita a fumare.

Non sappiamo come andrà a finire la storia, ma sicuramente alla donna un paio di anni di galera dovrebbero darli!

Pakistano sposo 2 volte in 24 ore

Uomo Pakistano si sposa 2 volte in meno di 24 ore

Un uomo Pakistano alcuni giorni fa ha risolto una controversia familiare sposandosi con due donne in meno di 24 ore.

Pakistano sposo 2 volte in 24 ore

Azhar Haidri ha attirato in questo modo l’attenzione dei media del suo paese ottenendo anche che le due cerimonie venissiero trasmesse in televisione.

All’inizio l’uomo aveva rifiutato di sposare la ragazza scelta dalla sua famiglia perché era innamorato di un’altra donna. Azhar per anni è stato fidanzato con Rumana Aslam, 21 anni, ma i suoi genitori da sempre avevano deciso che il destino del proprio figlio sarebbe stato quello di sposarsi con Qasim Humaira, 28 anni.

Dopo lunghi periodi di distacco dalla famiglia, Azhar ha proposto un compromesso. L’uomo ha deciso di sposare entrambe le donne in meno di 24 ore in due cerimonie separate nella città di Multan, per poter accontentare tutti.

“Ho proposto questa opzione ai miei genitori dicendo che avrei sposato entrambe” – ha raccontato ilHaidri, 23 anni – “Emtrambe le future spose hanno accettato. E’ raro trovare due moglie disposte a sposare lo stesso uomo.”

Le due donne hanno fatto sapere ai giornali che intendono vivere insieme come se fossero amiche/sorelle. “Sono contenta di sapere che amiamo entrambe lo stesso uomo” – ha dichiarato Aslam.

In Pakistan la poligamia è consentita per legge, secondo le regole della religione Islamica, a patto che le mogli non siano più di 4 e che la prima moglie sia favorevole ai metrimoni successivi, anche se sappiamo che non sempre questo “potere” le viene garantito.

La triste storia della pecorella nata con due gambe

Il suo pastore, il signor Cui Jinxiu, 38 anni, ammette che alla nascita era intenzionato ad uccidere quelle pecorella tanto sfortunata che nulla avrebbe potuto offrire al gregge.

Pecora con 2 zampe

Ma poi la compassione per questa pecorella nata con due sole zampe ha prevalso e il signor Cui ha deciso di tenere la pecorella con se.

“Era così determinata a vivere che si è messa su due zampe, ha raggiunto la mamma e ha iniziato a bere il suo latte” – racconta il pastore cinese proveniente dalla provincia di Shangdong.

Ora dopo qualche mese dalla sua nascita, Cui e la sua pecorella sono diventati inseparabili.

“Potrà anche avere solo due zampe, ma si muove molto velocemente e riesce a stare benissimo in piedi. Me segue ovunque e ormai non ho più il coraggio di ucciderla.”

Pecora con 2 zampe

I veterinari hanno spiegato al signor Cui che quello della piccola pecora è molto probabilmente un caso di disfunzione genetica o il risultato dell’inquinamento chimico.

Per fortuna però la pecorella non sembra soffrirne troppo di questo suo problema, anzi, secondo Cui non ne è neanche cosciente.

Man in coffin

Non vuole vendere la sua fattoria, i parenti lo tengono in una bara per 2 anni

Notizia proveniente da Porbandar, ad Ovest dell’India, dove alcuni membri di una famiglia hanno deciso di chiudere in una bara per due anni Rajan Killaker, 41 anni, loro parente che si era rifiutato di cedere una fattoria di sua proprietà del valore di 120mila euro.

Man in coffin

L’uomo era stato rinchiuso all’interno della bara, più di due anni fa, quando in seguito ad una violenta discussione, Hitesh Karavadra, suo parente lo aveva colpito con una mazza da baseball e poi gettato all’interno della bara.

Per due anni, i familiari hanno tenuto l’uomo nella bara, occupando abusivamente la sua proprietà, facendolo uscire solo una volta al giorno per mangiare e praticando alcuni buchi sul legno per permettergli di respirare.

Rajan, scienziato biotecnologo è stato liberato solo Sabato dopo che i suoi detentori, forse stanchi della situazione, avevano avvisato con una lettera anonima la polizia, dichiarando di averlo ucciso.

Il biologo, prima di essere imprigionato, raramente aveva avuto contatti con la sua famiglia, 3 sorelle e un fratello.

“Mediamente i familiari, avevano contatti con l’uomo una volta all’anno. E probabilmente spesso avevano insistito affinchè cedesse loro la sua proprietà.” – dichiara un portavoce della polizia Indiana.

In seguito alla liberazione, gli agenti hanno arrestato 8 persone, tra cui Karavadra, la moglie Jyoti, la madre della donna e alcuni complici.

Agghiacciante. (altro…)