Mohammed Fazlu

Tira la palla troppo lontano, va a prenderla e lo ritrovano dopo 4 mesi

Mohammed FazluEra dato per disperso da 4 mesi, Mohammed Fazlu, 7 anni, di Bangalore in India è stato ritrovato vivo a 1300 chilometri da casa.

Al momento della sua scomparsa Mohammed stava giocando a palla, ma secondo quanto raccontato dallo stesso ragazzino, un calcio troppo forte avrebbe spedito la palla sopra ad un treno fermo alla stazione, il tempo di salire per prenderlo e il treno era già ripartito.

Quattro mesi più tardi la polizia lo ha ritrovato a Tamil Nadu, a centinaia di chilometri da casa.

Il piccolo è stato riconosicuto dal fratello maggiore durante un appello fatto dalla polizia e andato in onda su un canale della televisione Indiana.

I poliziotti, seppur contenti per il ritrovamento del piccolo, ora potrebbero accusare il padre per la mancata denuncia della scomparsa del figlio.

“La polizia non aiuta mai in questi casi, anzi, spesso chiede tangenti in cambio di aiuto” – ha dichiarato il signor Fazlu.

Non è ancora chiaro come il piccolo possa essere sopravvissuto così a lungo senza l’aiuto di qualcuno.

I giornali affermano che in Cina e nel mondo esistono centinaia di bambini scomparsi per cercare di recuperare una palla calciata troppo forte o scivolata lungo la discesa vicino a casa.

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anni

Entra nella sua stanza e chiede di non essere disturbato, ritrovato morto dopo 4 anni

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anniI parenti avevano assecondato le sue volontà – “Non disturbatemi quando sono nella mia stanza” – aveva detto un uomo tedesco ai fratelli e sorelle che vivevano con lui.

E loro hanno obbedito, per 4 anni non hanno osato bussare o aprire la porta della camera in cui era andato a riposare.

Al momento della sua morte, il 50enne, viveva con 4 tra fratelli e sorelle, di età compresa tra i 44 e i 71 anni.

“L’uomo era abituato a farsi obbedire e si irritava molto facilmente. Circa, 4 anni fa, aveva chiesto ai suoi fratelli di non essere disturbato entrando nella sua stanza e loro per rispetto e paura, avevano obbedito. Immagino che siano passati davanti a quella porta molte volte, come è possibile che nessuno abbia mai avuto il coraggio di aprirla e guardare dentro?” – riferisce il portavoce della polizia Wounter De Vries.

Il corpo dell’uomo è stato scoperto quando il proprietario della casa ha deciso di fare alcuni lavori all’interno della stanza. Solo allora si è scoperto il corpo del defunto in stato di putrefazione.

“Un corpo in fase di decomposizione che emanava un odore molto forte, è veramente incredibile che i fratelli non si siano mai accorti di nulla.” – conclude il poliziotto.

Questa notizia è davvero incredibile, è impossibile che i fratelli non si fossero accorti di nulla e voglio sperare che dalla stanza si potesse uscire di casa, altrimenti come credevano che potesse vivere un uomo in una stanza per 4 anni senza cibo? Eppure è tutto vero.