Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (2)

Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero

In Australia, nel Queensland, un serpente ha mangiato un coccodrillo dopo una lotta di svariate ore.

Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (2)

È successo nel lago Moondarra in Australia; il serpente lungo 10 metri – si crede un pitone – si è arrotolato attorno al coccodrillo e i due hanno cominciato a lottare in acqua. Quando poi il coccodrillo è morto, il serpente l’ha portato a riva per mangiarlo intero.

Una residente locale, Tiffany Corlis, ha raccontato il fatto alla BBC. “È stato pazzesco. Abbiamo visto il serpente combattere con il coccodrillo, che l’ha avvolto per avere miglior presa, tenedogli anche le zampe per tenerlo stretto. La lotta è cominciata in acqua; il coccodrillo tentava di tenere la testa fuori dall’acqua ma il serpente non glielo permetteva. Dopo che il coccodrillo è morto, il serpente ha lasciato la presa, si è messo davanti al corpo e ha cominciato a mangiarlo, a cominciare dalla testa“. Tiffany ha aggiunto che al serpente, per mangiare il coccodrillo, ci sono voluti una quindicina di minuti.
Un’altra testimone, Alyce Rosenthal, ha detto che la lotta è durata all’incirca cinque ore in totale e alla fine i due rettili erano entrambi esausti.

Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (3) Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (4) Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (1) Australia: un serpente mangia un coccodrillo intero (5)

Lo skater più piccolo del mondo (2)

Bimbo australiano di due anni, lo skater più piccolo del mondo

Lo skater più piccolo del mondo (2)

Lo skater più piccolo del mondo (1) Da qualche giorno sta girando su internet il video di un bambino australiano di due anni che va sullo skateboard.

Kahlei Stone-Kelly porta ancora il pannolino ma sa già salire le rampe e saltare dai gradini sulle strade di Victoria, in Australia, nonostante qualche capitombolo.

È già da mesi che il bimbo ha cominciato a usare lo skate e sembra imparare piuttosto in fretta; anche se sbaglia qualcosa, gli basta riprovare un paio di volte e riesce a imparare senza problemi.

Su YouTube ci sono molti commenti positivi anche se alcuni utenti si sono lamentati che il bambino fosse senza protezioni.

Batte il record: bungee jumping per 150 volte consecutive in 24h

Batte il record: bungee jumping per 150 volte consecutive in 24h

Un uomo australiano ha ottenuto un nuovo record facendo bungee jumping per il maggior numero di volte in meno di 24 ore.

Batte il record: bungee jumping per 150 volte consecutive in 24h

Jay Phoenix, per superare il record, aveva bisogno di saltare con l’elastico per 106 volte, ma è riuscito addirittura ad arrivare a 150 in sole 21 ore.

Con una corda che lo teneva legato alle caviglie, ha ripetutamente saltato da una piattaforma a 40 metri d’altezza vicino a Brisbane (Queensland, Australia).

“Da quello che so, il detentore del record precedente lo faceva con il cablaggio… che lo rende relativamente facile”, ha detto Jay. “Così, ho voluto guadagnare il mio record personale“.

Il detentore del record precedente è il sudafricano Kevin Scott Huntly, che nel 2011 ha fatto bungee jumping per 105 volte consecutive in 24 ore.

Nuova linea di lingerie... per uomini

Dall’Australia arriva una nuova linea di lingerie… per uomini

Un’azienda australiana vuole rivoluzionare il mondo dell’intimo con il lancio di una nuova linea di lingerie… per uomini.

La nuova gamma di HommeMystere, che include anche reggiseni imbottiti, body in pizzo e tanga, è stata ispirata dalla scarsità di modelli di intimo da uomo.

Nuova linea di lingerie... per uomini Il marchio è stato fondato quattro anni fa da Brent e Lara Krause che hanno sempre prestato attenzione alle opnioni dei loro clienti, cercando di soddisfarli progettando nuovi prodotti.

Uno dei fondatori, Brent Krause, ha detto: “Le donne hanno un’ampia gamma di tessuti, colori, stili e consistenze, mentre gli uomini hanno un’offerta più ridotta.
“Abbiamo deciso di sperimentare qualche nuova fantasia usando del raso con un po’ di pizzo e la risposta è stata migliore di quanto ci aspettassimo.
“Spesso le donne non capiscono la funzionalità dei reggiseni da uomo chiedendo spesso ‘Perché? Non c’è niente da reggere’.
È la percezione del capo che è importante, non la sua funzione. Dopotutto, se gli indumenti fossero indossati solamente per reggere, perché le donne indossano le mutandine?”.

Krause vuole dire, a chi non riesce a capire la loro invenzione, che il loro scopo è quello di far provare agli uomini la sensazione di indossare tessuti diversi.
Infine, conclude dicendo: “Non criticare finché non l’hai provato!”.

Barbiere donne in topless

Barbiere con staff tutto al femminile e in topless

Una barbiera di Brisbane, Australia, sta conquistando tantissimi nuovi clienti – che vengono anche da centinaia di chilometri di distanza – dopo aver assunto delle barbiere donne che lavorano in topless.

Barbiere donne in topless Capita raramente di trovare barbiere donne ma in questo paese dell’Australia lo staff del Barber Babes è completamente al femminile e tagliano i capelli indossando solamente pantaloncini o mutandine.
Le ragazze offrono anche massaggi al cuoio capelluto, cerette alle sopracciglia e rasature con rasoio a mano libera.

La proprietaria Jasmine Robson, contentissima della risposta della clientela, dice che tutte le sue acconciatrici sono sono qualificate.

Alcuni clienti sono talmente entusiasti che vanno addirittura un paio di volte la settimana per farsi rasare dalle ragazze e alcuni sono disposti a viaggiare per centinaia di chilometri per andare da Barber Babes; un cliente affezionato arriva addirittura da Townsville, a circa 1300 km da Brisbane.

Carbeque, la macchina barbeque

Carbeque, la macchina barbeque

Mettendo insieme la passione per le automobili e l’amore per le grigliate è nata la macchina-barbeque: la Carbeque.

Carbeque, la macchina barbeque

L’idea è nata da Merrick Watts (comico e conduttore radiofonico e televisivo australiano) che ha aggiunto ad una Ford Langau del ’73, molto simile a quella usata nel film “Mad Max” con Mel Gibson, l’attrezzatura necessaria a farla diventare una vera e propria griglia per poter fare un barbeque ogni volta che ne ha voglia; basta accostare l’auto e aprire il bagagliaio.
La Carbeque può grigliare fino a 15kg di bistecche o circa 200 salsicce all’ora.

Carbeque, la macchina barbeque (3) Carbeque, la macchina barbeque (2) Carbeque, la macchina barbeque (1) Carbeque, la macchina barbeque (4)

Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno (4)

Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno

Lo scalpellino Tom Finlay (48 anni, Territorio del Nord, Australia) era ad appena 50 metri di distanza dalla sua statua quando, lo scorso venerdì, un fulmine l’ha colpita distruggendola completamente dai fianchi in su. A rimanere intatta è stata solamente una cosa: il seno.

Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno (4)

La scultura era una riproduzione della Venere di Milo (senza testa) intagliata completamente a mano, fatta di porcelanite locale, alta un metro e mezzo e posizionata su una colonna rinforzata in acciaio; è un tributo che Finlay ha fatto per le donne della sua terra, circa 10 anni fa, nonché la sua prima scultura umana.
Il seno, che pesa circa 30kg, è riuscito a rimanere intatto (tranne un capezzolo) nonostante il fulmine e la caduta.

Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno (2) Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno (1) Resto della statua colpita dal fulmine Foto della scultura prima che venisse colpita Fulmine colpisce una statua: rimane solo il seno (6)

Finlay non ha ancora deciso cosa farne dei resti; ha affermato che potrebbe fissare e appendere il seno nel suo ufficio.