Tenta di pagare il conto con una banconota da un trilione di dollari

Tenta di pagare il conto con una banconota da un trilione di dollari

Un uomo di Sumter (South Carolina, Stati Uniti) ha tentato di pagare il conto della cena con una banconota da un trilione di dollari dopo che la sua carta di credita è stata respinta.

Michael Williams, dopo aver cenato fuori con la fidanzata, è andato a pagare il conto di $24 ma la sua carta di credito è stata respinta.

Prontamente ha tirato fuori una banconota da un trilione di dollari ma il personale del ristorante Applebee ha chiaramente dubitato della validità della banconota e ha prontamente chiamato la polizia.

Un po’ come quando in un negozio tedesco un cliente ha pagato con una banconota da 30 euro, solo che quella volta se ne sono accorti troppo tardi e gli hanno pure dato il resto!

Il signor Williams è stato arrestato ma non in relazione alla banconota bensì per un’altra accusa non inerente al fatto appena accaduto, ovvero per oltraggio alla Corte.

Paga con banconota da 30 euro

Paga con una banconota falsa da 30 euro ricevendo anche il resto

In un negozio tedesco un cliente ha pagato un pacchetto di sigarette con una banconota falsa da 30 euro.

Paga con banconota da 30 euro Avendo pagato in fretta e furia, il cliente ha destato qualche sospetto ma il proprietario del negozio non si è accorto subito che la banconota era, ovviamente, falsa, e ha addirittura dato al cliente anche 20€ di resto, prima che quest’ultimo se ne andasse.
Subito dopo, il proprietario ha guardato meglio la banconota e si è accorto che era da 30 euro, rendendosi conto che non esiste.

“È stato imbarazzante ma ero di corsa e sono stato distratto tutto il giorno dagli altri clienti. Ho provato a rincorrerlo ma se n’è andato molto velocemente”, ha detto.

La Polizia afferma che la banconota potrebbe essere stata creata solamente per scherzo ma se viene trovato chi l’ha usata per acquistare le sigarette potrebbe ricorrere a gravi conseguenze.
“L’utilizzo di banconote false è un reato grave, solitamente punito con la galera, anche per un falso di scarsa qualità come questo”, ha detto un portavoce della Polizia.