Bimba di 6 anni ruba la macchina per andare a trovare il padre

Una bimba di 6 anni, che voleva andare a trovare il padre, ha preso la BMW della madre ma è andata a schiantarsi contro un palo, danneggiando anche altri veicoli.

È successo a Lawrenceville (Pittsburgh, USA); la bimba, mentre la madre dormiva, avrebbe deciso di andare a trovare il papà a Garfield, così ha preso le chiavi della macchina, l’ha messa in moto ed è partita – ma il viaggio è durato poco.

Una vicina testimonia: “Non si capiva che era una bambina all’inizio. Ha sbattuto contro il marciapiede, poi si è spostata e quando si è avvicinata ho visto che era una bimba e le ho urlato di fermarsi”.
Ma non si è fermata; ha continuato la corsa colpendo varie automobili parcheggiate. Alla fine ha perso il controllo della macchina, schiantandosi contro un palo di un cortile.
Fortunatamente non c’è stato nessun ferito, nemmeno la bimba.

BMW Z4 in pietra

Artista Cinese realizza BMW Z4 in pietra più costosa di quella vera

E’ stata realizzato dall’artista scultore cinese Dai Geng ed è una perfetta riproduzione di una BMW Z4 realizzata in pietra.

BMW Z4 in pietra

La straordinaria opera d’arte è stata completata dopo quasi un anno di intenso lavoro ed ora è in vendita per 125.000 dollari, l’equivalente di circa 96.500 euro.

Ad eccezione delle finestre, l’auto è completamente composta da pietra e mattoncini, dalle maniglie per le porte al cambio, al volante, persino i sedili e il contachilometri.

La vettura è stata esposta al pubblico all’inizio dell’anno nella citta di Shenzheng, ma il signor Dai ha intenzione di vendere la sua scultura e ricavarne un po’ di soldini.

Il prezzo non è sicuramente dei più accessibili considerando il fatto che si tratti di un’auto finta, ma l’artista è confidente che qualche ricco uomo d’affari con la passione per i motori possa acquistarla per esibirla nel proprio giardino.

BMW Z4 in pietraBMW Z4 in pietraBMW Z4 in pietraBMW Z4 in pietraBMW Z4 in pietra

L’auto del futuro, nuova BMW guida per voi

Top Gear ha speso molto del suo tempo sulle ruote di una BMW 330i che è ora in grado di guidare da sola.

Come funziona: un pilota porta la macchina lungo un tracciato per un giro, mentre la macchina registra i dati di ogni movimento e spostamento. In seguito, utilizzando un gps militare, la macchina calcola la sua posizione nel tracciato attraverso le coordinate emerse dal giro effettuato dal guidatore e le riesegue, la particolarità è che i dati vengono si rieseguiti ma con la velocità massima possibile, un pò come Kitt, la macchina del celeberrimo telefilm cult, che non si curava di certo dei limiti di velocità.

Guardate il video qua sotto e osservate come il signore sull’auto se la faccia un pò addosso quando vede che l’auto inizia ad accelerare in prossimità di una curva.