Il primo autobus alimentato a feci

Il primo autobus alimentato a feci

Nel Regno Unito è nato il primo servizio di autobus alimentati a feci e scarti di cibo, e i mezzi collegheranno l’aeroporto di Bristol a Bath.

Il primo autobus alimentato a feci

Un’idea geniale e sostenibile per ridurre le emissioni di CO2, che il Regno Unito ha voluto adottare per certe tratte; quaranta posti, un comunissimo bus, 300km con un pieno, il cambiamento sta nel carburante usato, gas ricavato da feci e cibo. (altro…)

Coppia di sposi tiene il ricevimento di nozze da McDonald's (1)

Coppia di sposi tiene il ricevimento di nozze da McDonald’s

Una coppia di Bristol (UK) ha tenuto il proprio ricevimento di nozze nel famoso fast-food McDonald’s.

Coppia di sposi tiene il ricevimento di nozze da McDonald's (1)

Steven ed Emily Asher, che amano particolarmente il McDonald’s, sono arrivati con una limousine e hanno pagato £150 per sfamare i loro 33 ospiti.

La sposa, di 21 anni, ha bevuto una Coca Cola e mangiato un Chicken McNuggets; lo sposo invece, di 28 anni, ha scelto un Chicken Legend e un milkshake alla fragola.

Steven, che ha chiesto la mano ad Emily dopo una serie di appuntamenti a base di fast-food, ha detto che il suo ricevimento di nozze da McDonald’s sembrava a tutti molto interessante.
Emily invece ha detto: “È stato un giorno fantastico. Ho ricevuto un paio di sguardi strani ma non m’importava; era il mio grande giorno ed ero lì per divertirmi”.

Coppia di sposi tiene il ricevimento di nozze da McDonald's (2) Coppia di sposi tiene il ricevimento di nozze da McDonald's (3)

Porta la polizia in tribunale; rivuole la sua collezione porno

Un uomo di Bristol (UK) di 59 anni ha portato in tribunale la polizia per poter riavere la sua enorme collezione di video e immagini per adulti.

Porta la polizia in tribunale; rivuole la sua collezione porno La polizia aveva arrestato tre volte Anthony Gerrard con l’accusa di possesso di immagini illegali (di minori), sequestrando in tutto sei computer.

Lo scorso luglio, il giudice distrettuale David Parsons si è trovato a favore della polizia, ma il signor Gerrard è ricorso nel tentativo di riottenere i suoi computer – contenenti, in totale, 888 gigabyte di film per adulti e migliaia (2,5 gigabyte) di immagini pornografiche di adulti.

All’udienza d’appello anche il giudice Julian Lambert si è trovato a favore della polizia ed è stato respinto il ricorso del signor Gerrard. La legge stabilisce che non si possono separare le immagini in questione da dove sono archiviate.

Anche se sono state trovate 11 immagini illegali su quattro degli hard disk, queste sono state scaricate da parti dei computer che non sarebbero state accessibili dal signor Gerrard senza strumenti o tecniche speciali.
Hanno stabilito quindi che, probabilmente, le immagini in questione sono state scaricate inconsapevolmente; Gerrard ha infatti dichiarato: “Non sono interessato alla pedo-pornografia”.
“Non credo sia giusto che tengano i miei computer quando non ho fatto nulla di illegale”, aggiunge. “Mi sono costati duemila sterline in totale”.

La polizia non poteva in ogni caso restituire gli hard disk contenenti le immagini pedo-pornografiche in quanto diventerebbe distribuzione di materiale illegale – è impossibile cancellare del tutto qualcosa da un computer.

Tacchino che si crede un cane (1)

Il tacchino che si crede un cane

Cranberry è un tacchino di otto anni salvato da un probabile cenone natalizio che ora si crede un cane. Le piace essere portata fuori, ha una cuccia tutta sua e abbaia!

Tacchino che si crede un cane (1)

Dawn e Jerry Watkins, che dirige un centro di riabilitazione per cavalli (HorseWorld, Bristol, UK), hanno deciso di adottarla dopo aver ricevuto una chiamata in cui avvisavano di aver visto un tacchino girovagare in un parcheggio. Inizialmente avevano paura di farla conoscere ai loro due labrador Teal e Widgeon ma sono rimasti sorpresi vedendo che tutti e tre erano curiosi di conoscersi e hanno cominciato subito ad andare d’accordo. Ora Cranberry è il leader del branco canino.

Il signor Watkins afferma che il tacchino mangiava tranquillamente dalle ciotole dei cani quando non ne aveva ancora una tutta per sé, senza che loro l’attaccassero.
Ogni mattina li fanno uscire insieme; quando tornano, Cranberry va nella sua cuccia, anche se le piace girare per casa ed essere coccolata.

Tacchino che si crede un cane (3)Tacchino che si crede un cane (2)Tacchino che si crede un cane (4)Tacchino che si crede un cane (5)