Oleg mavromatti

Artista Russo sulla sedia elettrica fa decidere ai votanti se deve vivere o morire

Si chiama Oleg Mavromatti e non è la prima volta che provoca il pubblico realizzando esibizioni shockanti.

Tempo fa si crocefisse durante un’esibizione, un’altra volta venne accusato di incitamento all’odio razziale e costretto a scappare in Bulgaria dal suo paese natale, la Russia.

Questa volta però ha superato ogni limite, mettendo in gioco la sua stessa vita per misurare fino a che punto l’uomo può spingersi.

Attaccato ad una sedia elettrica, Oleg permetterà ai visitatori del suo sito di votare per ricevere delle violente scosse elettriche da 600mila volt. Per la prima scossa di mezzo secondo saranno sufficienti 100 voti mentre per una seconda scossa di un secondo e mezzo ce ne vorranno 1000 e così via e a decidere saranno proprio gli internauti.

L’intero esperimento, intitolata Ally/Foe vedrà l’artista sottoporsi ad una serie di 5 scosse crescenti fino alla sua probabile morte se gli utenti decideranno che così dovrà essere.

Oleg mavromattiOleg mavromattiOleg mavromattiOleg mavromatti

Nel sito aperto appositamente per l’esperimento le persone potranno votare sia a favore che contro l’esecuzione delle scosse.

Dal canto suo Oleg ha affermato: “Volevo solo fare un sondaggio, così come ogni studio sociologico fa. Questo è tutto.”

A dir poco pazzo, non a caso si chiama MavroMATTI!

Numero di telefono ritirato dopo la morte di 3 proprietari

In Bulgaria ritirato numero di telefono dopo la morte precoce di 3 proprietari

Numero di telefono ritirato dopo la morte di 3 proprietariIl primo proprietario del numero maledetto si chiamava Vladimir Grashnov ed era l’ex amministratore delegato della compagnia telefonica Bulgara Mobitel.

Il signor Vladimir si era fatto attivare il numero 0888 888 888, probabilmente per sentirsi diverso da tutti gli altri o per evitare di dimenticarselo. La sua morte è avvenuta nel 2001 a causa di un cancro. L’uomo aveva appena 48 anni.

Dopo la sua morte il curioso numero di telefono è diventato di proprietà del mafioso Bulgaro Konstantin Dimitrov di 31 anni.

Anche lui però di li a poco è morto. Nel 2003 in seguito ad una sparatoria il boss è stato ucciso da un killer mentre cenava in Olanda con una modella.

L’ultimo proprietario, invece, era presunto trafficante di cocaina e si chiamava Konstantin Dishliev. Si stava occupando di una grossa e segreta partita di droga prima che venisse freddato nel 2005 a Sofia davanti ad un ristorante indiano.

Da allora la compagnia telefonica Mobitel ha prima reso inattivo il numero di telefono incriminato, per condurre le indagini relative all’uccisione di Dishiliev, per poi disattivarlo definitivamente in seguito alle strane vicende accadute agli ultimi 3 proprietari del numero stesso.

Oggi a coloro che provano a chiamare il numero maledetto risponde una voce registrata che dice che il numero è “irraggiungibile”.

Non saranno mica superstiziosi questi qua di Mobitel?

(altro…)