Pipa con marijuana trovata in un Burger King Menù Kids

Pipa con marijuana trovata in un Burger King Menù Kids

Una pipa con all’interno della marijuana è stata trovata nel Burger King Menù Kids acquistato da un bambino di 4 anni in Michigan (USA).

Pipa con marijuana trovata in un Burger King Menù Kids

Il nonno del bimbo ha chiamato la Polizia non appena ha trovato l’oggetto che è stato lasciato nel menù da un dipendente.

“Ha dato il menù al nipote di quattro anni e quando l’hanno aperto ci hanno trovato una pipa con dentro la marijuana“, ha dichiarato il Capo della Polizia.

Il cliente ha così annotato il numero di targa di un’auto nel parcheggio del ristorante che riteneva “sospetta”; la Polizia, dopo aver rintracciato il veicolo, ha trovato altra marijuana al suo interno.

Durante l’interrogatorio, il dipendente 23enne di Burger King ha ammesso che la pipa era sua e di averla nascosta nel menù mentre stava lavorando.

Corteo funebre si ferma da Burger King (1)

Corteo funebre si ferma da Burger King

La famiglia di un veterano della Seconda Guerra Mondiale – che è stato un fan di Burger King per tutta la vita – ha organizzato una fermata al drive in del famoso fast food durante il suo corteo funebre.

Corteo funebre si ferma da Burger King (1)

Gli amici e i familiari di Davide Kime – scomparso il 20 gennaio all’età di 88 anni – hanno pensato di ricordarlo facendo una tappa in un ristorante Burger King della Pennsylvania, dove ognuno ha acquistato un Whopper, il preferito del signor Kime. Ne è stato acquistato uno anche per lui, mettendolo sopra la bara in cimitero.

Commentando l’insolito funerale, la figlia Linda Phiel ha detto: “Ha vissuto una vita meravigliosa sempre alle sue condizioni”. Dopo che è scomparsa la moglie, 25 anni fa, ha cominciato a mangiare quello che voleva. “Credeva fossimo dei maniaci della salute perché mangiavamo cose verdi, come i broccoli“, ha aggiunto la signora Phiel.

Corteo funebre si ferma da Burger King (2) Corteo funebre si ferma da Burger King (3)

Pur essendo diabetico e avendo un pacemaker, non aveva mai acconsentito a cambiare la sua dieta; non gli interessava vivere più a lungo.

Margaret Hess, la direttrice del ristorante Burger King, ha affermato: “È bello sapere che è stato un cliente fedele fino alla fine“.