Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (5)

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli

Geldrop, una piccola città nella parte meridionale dei Paesi Bassi, potrebbe sembrare una normale cittadina come tutte le altre ma di fatto ha qualcosa di molto particolare: i nomi delle vie sono ispirati alla famosissima trilogia di J.R.R Tolkien, Il Signore degli Anelli.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (5)

In rete non ci sono molte informazioni a riguardo e non si sa nemmeno di chi sia stata la geniale idea ma Geldrop, che conta circa 28.000 abitanti, è uno dei pochissimi posti al mondo che ha i nomi delle vie così bizzarri, e non solo per un paio di vie ma per l’intero quartiere.
Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (3)

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (2)

Basta andare su Google Maps per vedere con i propri occhi le strade che hanno nomi di hobbit, elfi, nani, eccetera.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (1) Al centro della città si trova Laan von Tolkien (via Tolkien) e la scuola locale si chiama De Hobbit. La cosa ancora più incredibile è che il sistema di denominazione è stato ben pianificato: le vie si presentano in gruppi di personaggi, luoghi e oggetti legati gli uni agli altri.

A nord, ad esempio, si trovano via Gondor, Boromir, Faramir, Aragorn, Denethor e Palantír; a ovest ci sono via Bifur, Bofur, Bombur, Balin, Dwalin, Dori, Ori, Fili e Kili; a sud via Gimli, Pippin e Peregrin; a est via Éowyn, Eomer e Theoden; a nord, infine, via Elros, Amandil, Silmarien, Elendil e Valandil. Vicino a via Tolkien si trovano invece via Gandalf e Sam Gewissies e, poco più a sud, via Galadriel, Celeborn e Legolas.

Purtroppo uno dei personaggi più importanti della saga, Bilbo Baggins, non è presente nei nomi delle vie della città, così come Gollum. Anzi, quasi nessuno dei personaggi cattivi è presente – ad eccezione di Saruman – probabilmente per non dare una connotazione negativa ad alcune strade, cosa che potrebbe avere conseguenze negative sia da un punto di vista sociale che economico.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (4)

La città segreta di Arras (3)

Le 7 costruzioni segrete più grandi e incredibili mai realizzate #2

La città segreta di Arras

La città segreta di Arras (3)Fortemente provati dalle terribili perdite avvenute avvenute durante la battaglia di Somme nel 1916, i generali Britannici sentivano la necessità di organizzare una strategia offensiva che potesse spiazzare il nemico. Fu così che iniziò l’incredibile vicenda della città segreta di Arras, un paesino a nord della Francia, dove per mesi venne costruita in gran segreto una città sotterranea che potesse far avanzare gli inglesi lungo il fronte all’insaputa dei nemici Tedeschi.

Le ragioni che spinsero i Britannici a costruire proprio in questa cittadina sono molteplici a cominciare da una mera valutazione geografica, Arras si trovava in una posizione strategica; inoltre le numerose miniere costruite dai lavoratori locali agevolarono la mimetizzazione e la realizzazione della città.

Nel giro di pochi mesi vennero creati tunnel, gallerie, cunicoli in grado di ospitare 25mila soldati, grazie al lavoro della Royal Engineers, con la possibilità di posizionare le truppe anche in aperta campagna, visto che si trovavano ben nascoste nel sottosuolo.

I sotterranei costituivano una vera e propria città, le grandi caverne vennero trasformate in dormitori, cucine, cappella, centrali elettriche per servire l’intero labirinto di cunicoli e addirittura un ospedale da campo in grado di ospitare fino ad 800 feriti.

La città segreta di Arras (1)La città segreta di Arras (2)La città segreta di Arras (4)La città segreta di Arras (5)La città segreta di Arras (6)

Le conseguenze di questa mossa, furono prevedibili: dopo qualche mese, il 9 Aprile 1917 venne aperto un varco a pochi metri dalla fortificazione nemica con l’utilizzo di mine e la truppe Tedesche vennero colte di sorpresa e costrette ad ingenti perdite, facendo guadagnare agli Inglesi decine di chilometri di campo.