Condom Challenge, la nuova sfida che spopola sui social

Vi ricordate l’Ice Bucket Challenge? E poi la Cinnamon Challenge e poi la Hold A Coke With Your Boobs Challenge, negli ultimi anni siamo stati sommersi di immagini e video riguardanti le sfide più strane e disparate, alcune simpatiche, alcune per beneficienza, la maggiorparte semplicemente stupide, come l’ultima in ordine cronologico. La Condom Challenge.

condomchallenge2

In cosa consiste la Condom Challenge? Prendete un profilattico, riempitelo di acqua, mettetevi seduti, tenete il respiro e chiedete a un vostro amico di lasciarlo cadere sulla vostra testa. La sfida sarà riuscità se vi ritroverete con la faccia avvolta dal condom, come un palombaro in fase di annegamento.

Tralasciando la facile ironia che nasce dal vedere delle persone con un condom in testa, decine di persone si sono cimentate nell’impresa postando i propri video su twitter e facebook alla ricerca di 5 minuti di notorietà.

Già nel 2013 venne lanciata una #condomchallenge; all’epoca la sfida consisteva nell’infilarsi un condom nel naso per farlo poi uscire dalla gola.

condom-challenge-2015

A quanto pare, dietro a questa nuova moda abbastanza stupida e in parte pericolosa, si nasconde un messaggio nobile: “Fate sesso sicuro, i condom sono ultra resistenti (tanto da poterci infilare la testa dentro)”

Qualsiasi sia il vostro pensiero sul Condom Challenge, vi invitiamo a dare un’occhiata ad alcuni dei video presenti su Twitter con l’hashtag #condomchallenge, alcuni sono davvero divertenti.

Pasti con preservativi

Cucinare con i preservativi

Dal nuovo libro di Kyosuke Kagami, ecco come poter utilizzare i preservativi in cucina, se proprio non vi vengono in mente altri modi.

Pasti con preservativi

Abbiamo visto come i profilattici possano essere usati in qualsiasi ambito, moda compresa, ma secondo il libro sopraccitato è possibile trovargli un posto anche tra i fornelli, per la creazione di piatti tipici giapponesi e non.
Tra le ricette, figurano il “condom sushi“, che neanche a dirlo è sushi avvolto in un preservativo, le lumache cotte con burro e dessert di ogni genere. (altro…)

Luxury Condoms

Dalla Francia aristocratica arrivano i primi preservativi di lusso

Luxury Condoms

L’ingegnosa idea di creare profilattici di lusso è venuta ad un gruppo aristocratico vicino alla figura del Principe Charles Emmanuel Borbone Parma e al Conte Gil de Bizemont.

La strana coppia dal sangue blu voleva creare un prodotto, sofisticato, chic, utile ed eco sostenibile, che non mettesse in imbarazzo la persona al momento dell’impiego e che non creasse problemi di smaltimento dopo l’utilizzo.

“Considerando i precedenti successi dei nostri prodotti di lusso, i profilattici potrebbero sicuramente essere il nostro prossimo passo!” – dichiarano i due – “C’è sempre bisogno di qualità, buon gusto e oggetti dal bell’aspetto. Prendersi cura di se stessi e volere per se stessi il meglio è una delle cose più sexy al mondo.”

Luxury CondomsLuxury Condoms

Ciò che rende questi profilattici degni di un aristocratico è sicuramente la scatola, creata appositamente con lo stesso stile che viene usato nelle gioiellerie per confezionare i gioielli e con un nero che la rende ancora pià accattivante.

Anche i prezzi sono di alto rango. 3 profilattici costano infatti più di 15 euro, mentre un normale pacco da 6 si aggira sui 25 euro.

Fortunatamente parte dei ricavati di questa pacchianata verranno devoluti ad associazioni No Profit per la lotta all’AIDS e l’HIV.

Cosa ne pensate? Li comprereste anche voi? Si? Allora andate qua! theoriginalcondom.com

Preservativi nell'Happy Meal di McDonalds

McDonalds, regala preservativo nell’Happy Meal dei bimbi

Preservativi nell'Happy Meal di McDonaldsQuando i nonni di una bimba di 7 anni hanno visto il regalino, che di solito la catena McDonalds accompagna ai menu per i più piccoli, hanno strabuzzato gli occhi. Insieme all’Happy Meal, menù appositamente ideato per i bambini, alla piccola hanno consegnato un preservativo.

Il contraccettivo, contenuto in un pacchetto verde con tanto di simbolo McDonalds, era in realtà destinato ad un’altra iniziativa, ma i nonni hanno comunque dovuto fornire imbarazzanti spiegazioni alla nipotina.

Rowan Hatch, il nonno della bambina, intervistato dal quotidiano Dominion Post ha detto di essere rimasto addirittura sconvolto: ”Sono rimasto sconvolto, veramente.

Il fatto che mia nipote abbia trovato quella cosa, è stato difficile da spiegare, ha solo sette anni”. Dopo le ovvie proteste dell’uomo il personale ha offerto alla bambina un altro hamburger, questa volta con il regalo “giusto”, un astuccio pieno di matite colorate, molto più rassicuranti.