Morta la donna più vecchia del mondo

E’ morta all’età di 114 anni la donna più vecchia del mondo, la giapponese Yoneko Minagawa, lo riferisce l’agenzia di stampa Kyodo, precisando che il decesso è avvenuto per “vecchiaia”.

Yoneko Minagawa
La signora Minagawa, era nata il 4 gennaio 1893, sotto l’era Meiji, viveva in una casa di riposo nella cittadina di Fukuchi nel sud del Giappone. Ha fatto crescere i suoi cinque figli, vendendo fiori e verdura. Secondo gli inservienti, era in buona salute, faceva tre pasti al giorno e dormiva molto. Si doveva spostare in una sedia a rotelle ma poteva parlare ancora correttamente.

I centenari sono sempre più numerosi in Giappone, che detiene il record della longevità a livello mondiale, con 30.000 persone con più di cento anni.

Yoneko Minagawa era diventata la donna più vecchia al mondo dopo la morte il 30 gennaio di Emma Faust Tillman, un’americana discendente dagli schiavi, deceduta a 114 anni. Ora passa il testimone ad una altra americana Edna Parker, di 114 anni, (nata il 20 aprile 1893) che vive nell’Indiana.

Il primato della longevità spetta tuttavia ad una francese, Jeanne Calment, morta ne 1997 all’età di 122 anni.