Rovescia caffè, atterraggio di emergenza

Il comandante rovescia il caffè, atterraggio di emergenza

Rovescia caffè, atterraggio di emergenzaVolo 940 in viaggio da Chicago a Francoforte, qualcosa è andato storto e l’equipaggio ha dovuto affrontare un atterraggio di emergenza a Toronto.

Cosa è successo di preciso? Il comandante stava bevendo il caffè e una lieve turbolenza gli ha fatto rovesciare tutto il contenuto del bicchiere!

Un problema troppo grande per poter continuare il volo e attraversare l’atlantico, così il comandante del Boeing 777 della Transport Canada, ha fatto retromarcia ed è tornato nel continente Americano.

Il liquido versato aveva causato l’invio del codice 7500, che denota un hijacking, ovvero un errore nella destinazione dell’invio dei pacchetti dall’aeroplano ai controllori di volo e nonostante l’equippaggio di volo fosse in grado di porre rimedio al problema è stato deciso di riportare l’aereo a terra.

Una volta a Toronto i 231 passeggeri e i 14 membri dell’equipaggio sono stati riportati con un aereo a Chicago e sono stati tutti sistemati per la notte, in attesa di ripartire il pomeriggio seguente.

Recentemente in un altra bizzarra occasione, i controllori di volo di un aeroporto in Mongolia sono stati costretti a dirottare tutti gli aerei su altri scali per il pericolo che gli aeroplani potessero impattare contro alcuni UFO che venivano rilevati dai radar di terra.

Ammaraggio

“Passeggeri preparatevi all’ammaraggio”, pilota sbaglia tasto e terrorizza i passeggeri

Il pilota di un aereo decollato da Heathrow (Londra) e diretto ad Hong Kong ha gettato nel panico i 275 passeggeri che si trovavano sul volo, dopo aver premuto per sbaglio un pulsante di emergenza.

L’annuncio ascoltato da tutti i viaggiatori è stato: “A breve potremmo avere bisogno di effettuare un atterraggio d’emergenza in acqua”, un avvertimento che anche il più tranquillo dei viaggiatori ha preso con assoluto panico.

Ammaraggio (Foto trovata in rete)

Per fortuna si trattava soltanto di un errore del pilota causato dagli angusti spazi della cabina di pilotaggio, per alcuni minuti però il panico si è diffuso tra i passeggeri che già si preparavano all’ammaraggio.

“Abbiamo pensato di morire” – racconta Michelle Lord, che si trovava sull’aereo.

La situazione si è risolta solo quando le Hostess e gli Stewart anch’essi visibilmente preoccupati e insospettiti dalla cosa, hanno chiesto chiarimenti ai piloti che prontamente hanno risolto la situazione scusandosi con tutti i passeggeri.

La British Airways, compagnia aerea responsabile del volo, si è scusata ufficialmente per l’incidente.