Evadono dal carcere vestiti da pecore

Si travestono da pecore e evadono

Due galeotti argentini evasi di prigione, secondo testimonianze, sono scappati dalla cattura travestendosi da pecore.

Maximiliano Pereyra e Ariel Diaz si sono vestiti completamente da montoni dopo averne tosato due, incluse delle realistiche teste ed hanno tentato l’evasione.

Evadono dal carcere vestiti da pecore

Pereyra, 25, e Diaz, 28, detenuti per furto, sono scappati da una prigione di massima sicurezza in Argentina, riporta il The Sun.

Hanno rubato i pellami delle pecore da un ranch locale e hanno usato i loro travestimenti per imbrogliare gli ufficiali per più di una settimana, nonostante 300 membri del corpo di polizia locale li stessero cercando.

L’episodio ha creato molto imbarazzo tra gli agenti della polizia penitenziaria che si sono lasciati fregare da questo bizzarro travestimento. Testimoni locali dichiarano di aver visto i due correre per le campagne di notte.

“Indossavano vestiti grigi ma erano completamente ricoperti di pelo di montone, incluse le teste da pecora e anche sul di dietro” – ha detto un contadino di Alameda.

Intanto la polizia dichiara fermamente: “Non potranno passarci sotto gli occhi a lungo con quei travestimenti, li prenderemo presto.”

Evade per rubare delle sigarette

Scappa dalla prigione, ruba un pacchetto di sigarette e torna in prigione

Evade per rubare delle sigaretteL’uomo, un tale Harry Jackson di 26 anni, è evaso dalla prigione di Camden County nel sud della Georgia, in America.

Il suo intento iniziale era quello di ricevere delle sigarette da parte di un contrabbandiere che avrebbe dovuto lanciargli alcuni pacchetti all’interno della prigione nei pressi di un recinto. Quando Harry si è accorto che il contrabbandiere non si era presentato, ha deciso di scavalcare la recinzione e andare da solo a prendersi quel che cercava.

E’ dunque evaso e si è diretto verso un negozio di tabacchi. Dopo aver sfondato una finestra l’uomo ha rubato 14 pecchi di sigarette per poi fare ritorno verso la prigione, dove è stato naturalmente arrestato.

Ora il signor Jackson dovrà scontare una nuova pena che lo vede accusato di evasione, furto e addirittura guida con patente scaduta.

Naturalmente le sigarette gli sono state confiscate. Credete che ne sia valsa la pena?

Cerca di evadere, rimane incastrato tra le sbarre

Incastrato tra le sbarreCredeva di iniziare l’anno nuovo con un’evasione degna dei migliori ladri dei fumetti, si è ritrovato invece a dover affrontare la più grande figuraccia della sua vita.

Il detenuto Roberto Carrillo, molto presumibilmente di origine italiana, ha tentato pochi giorni fa di evadere dalla sua cella in Messico, nella prigione di Valle Hermoso.

Il piano del 42enne però non è andato proprio come programmato; il suo intento era quello di spremersi nello spazio tra il soffitto della cella e le sbarre, ma invece di evadere si è ritrovato incastrato nella fessura a testa in giù come un salame.

A questo punto si è visto costretto a chiamare le guardie penitenziarie che, dopo essersi fatti una bella risata, lo hanno liberato con una cesoia pneumatica, e lo hanno risbattuto in gattabuia dove sicuramente ora passerà gran parte dei suoi giorni, tra gli sfottò dei suoi compagni di cella.