Il primo autobus alimentato a feci

Il primo autobus alimentato a feci

Nel Regno Unito è nato il primo servizio di autobus alimentati a feci e scarti di cibo, e i mezzi collegheranno l’aeroporto di Bristol a Bath.

Il primo autobus alimentato a feci

Un’idea geniale e sostenibile per ridurre le emissioni di CO2, che il Regno Unito ha voluto adottare per certe tratte; quaranta posti, un comunissimo bus, 300km con un pieno, il cambiamento sta nel carburante usato, gas ricavato da feci e cibo. (altro…)

Bevanda curatrice a base di cacca

Bere acqua con escrementi – la cura cinese contro ogni malattia

Nel villaggio cinese di Xiangtan si è diffusa una strana bevanda che sembrerebbe curare anche le malattie più gravi…

Bevanda curatrice a base di cacca

Fortunatamente è ancora in fase di sperimentazione, ma nel suddetto villaggio di un centinaio di anime hanno cominciato a preparare e godere dei benefici degli escrementi mescolati ad acqua; per quanto sembri incredibile, c’è chi ha già gridato al miracolo perché a quanto pare tale intruglio è in grado di curare pure il cancro, o per lo meno è successo a una donna di nome Ma. (altro…)

Mostra di water

Inaugurata mostra di water a Tokyo

Nel museo della scienza di Tokyo c’è spazio anche per una mostra sui water più strani.

Mostra di water

L’idea è nata per sensibilizzare i giapponesi sull’argomento “water e feci”, in quanto viene considerato volgare, quasi un tabu: per questo motivo è stata aperta fino al 5 ottobre una mostra in un museo della capitale.

Divisa in cinque padiglioni, si possono “ammirare” i gabinetti più bizzarri, tra cui una toilette spaziale dove è possibile far crescere piante, i diversi tipi di feci e come sono composti, il tutto circondati da un gradevole coro di tazze parlanti. (altro…)

Moto gabinetto (1)

In Giappone la prima moto alimentata con feci umane

Moto gabinettoQuesta motocicletta Giapponese è la prima progettata interamente per essere alimentata con materiali di scarto e rifiuti.

L’azienda motociclistica TOTO, ha prodotto il modello Toilet Bike Neo con l’intento di ridurre le emissioni di gas inquinanti e CO2 di almeno il 50% entro il 2017.

Sicuramente l’idea è da lodare, ma non sono troppo sicuro che i motociclisti saranno molto contenti di vedere la propria moto montare al posto del sellino un vero e proprio gabinetto.

La vera particolarità di questa moto è infatti la capacità di essere alimentata con materiali organici, dunque anche feci umane.

Da qui l’idea di montare un gabinetto al posto della sella e renderlo utilizzabile per alimentare direttamente i cilindri della due ruote.

Il sistema di alimentazione a biogas utilizza un particolare batterio anaerobico in grado di convertire la materia morta in carburante al metano utilizzabile per lo scoccio dei cilindri.

Moto gabinetto (2)Moto gabinetto (3)Moto gabinetto (4)

Tale sistema è talmente efficiente che se il conducente mangiasse, digerisse e espellesse gli escrementi con la moto in movimento, questa sarebbe in grado di percorrere strada per un tempo indeterminato, senza la necessita di soste per rifornirsi e oltretutto senza le soste per andare al bagno.

Sicuramente un progetto strambo, ma provate a pensare ad un mezzo più grande, come il pullman, utilizzato spesso per lunghissimi viaggi, tale sistema potrebbe limitare le spese del carburante per il viaggio e allo stesso tempo dimezzare i tempi di percorrenza per le soste al bagno dell’autogrill.

Fantascienza o futuro prossimo? Staremo a vedere.

Obeso fuso alla sedia

Uomo obeso fuso alla sedia dopo 2 anni che non si alzava

Un uomo proveniente dall’Ohio sta lottando per la vita dopo aver avuto un attacco cardiaco mentre si trovava sulla sedia dalla quale non si alzava da circa 2 anni.

Il 43enne estremamente obeso non si muoveva dalla sua posizione da anni e proprio per questo le sue condizioni igieniche erano in pessimo stato nel momento in cui i soccorsi sono giunti ad aiutarlo.

Obeso fuso alla sediaObeso fuso alla sedia

La sedia sulla quale si trovava era completamente ricoperta di escrementi e urina e la sua pelle dopo 2 anni di assoluta immobilità aveva iniziato a fondersi con la sedia.

Il signore era talmente grasso che i soccorritori hanno dovuto abbattere una parete per poterlo portare fuori dall’abitazione.

“Ho dato ordine ai due conviventi dell’uomo, la ragazza e un terzo individuo, di ripulire immediatamente l’abitazione che si trova in condizioni pietose e deprechevoli per la convivenza umana. Nei prossimi giorni tornerò a controllare e se non avranno ripulito tutto, saranno costretti ad abbandonare il luogo, non è accettabile che un essere umano viva in tali condizioni di sporcizia.” – avrebbe dichiarato Jim Chase, uno degli agenti coinvolti nel caso.

I soccorsi erano partiti da una chiamata della donna che aveva deciso di chiedere aiuto dopo che il suo compagno non rispondeva più agli stimoli esterni.

Ora l’uomo si trova ricoverato in gravi condizioni, ma i medici sono fiduciosi che possa riprendersi. Staremo a vedere.

Steve Wilson - Pet waste romoval - Trova banconote nella cacca

Addetto ai rifiuti trova 58 dollari nella cacca di un cane

Ecco perché si raccomanda sempre di lavarsi le mani dopo aver toccato dei soldi: un dipendente della DoodyCalls Pet Waste Removal, un’azienda che si occupa di ripulire le strade di molte città, inclusa St.Luis, dagli escrementi canini ha trovato all’interno di una cacca una sorpresa molto particolare.

Steve Wilson - Pet waste romoval - Trova banconote nella cacca

Il signor Steve Wilson stava raccogliendo come ogni giorno, le feci dei cani, quando a un certo punto ha notato una banconota fuoriuscire da uno degli escrementi.

Inizialmente Steve non sapeva cosa fare, trovandosi imbarazzato a dover prendere dai soldi in quel modo, ma alla fine ha deciso di estrarre le banconote dalle feci, disinfettarle per bene e metterle all’interno di un sacchetto di plastica, per un totale di 58 dollari.

La compagnia ha fatto sapere che i soldi si trovavano in pessime condizioni, strappati e lacerati,  per fortuna i numeri identificativi erano ancora leggibili e Steve si è potuto recare alla banca, dove le banconote sono state cambiate con alcuni pezzi nuovi e meno “sporchi”.

L’associazione che riuscinisce tutti i lavoratori di questo settore fa sapere che questa è la prima volta che un addetto trova dei soldi all’interno di escrementi canini.

Come abbiano fatto a finire li non è dato sapersi.

(altro…)