Scopre l’ex-fidanzata a letto con un altro, lo picchia e gli tatua sulla fronte “Dog”

DOGLa corte Australiana ha condannato ad 11 anni di reclusione per aggressione e ‘bullismo’ il 35enne Jason Allen Tattersall.

L’uomo appena uscito di prigione aveva trovato la sua ex-fidanzata a letto con un altro ragazzo e, geloso del rapporto dei due, lo aveva malmenato, imbottito di eroina e infine gli aveva tatuato sulla fronte la scritta “Dog”, cane.

La vittima 18enne, Steven Jimenez dell’aggressione si è presentata in aula durante il processo al suo agressore e avrebbe raccontato: “Mi portò in cucina e mi disse, ‘Hai imparato la lezione brutto str–zo?’ ora ti drogherò con l’eroina e ti lascerò morire di overdose, questo è quelo che si merita uno str–zo come te!”

Fortunatamente poi il giovane non è morto, ma si è risvegliato con una grossa sorpresa incisa sulla fronte, un tatuaggio con la scritta ‘dog’.

“Ormai la mia vita è rovinata, non posso più uscire di casa o cercarmi un lavoro, la gente mi guarda malissimo e io non posso evitarlo” – ha dichiarato Steven.

E forse neanche la corte ormai potrà fare giustizia per lui, perché certi ricordi, è proprio il caso di dirlo, lasciano il segno.

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorio

Si traveste da lottatore di sumo e aggredisce la ex fidanzata

Aggredisce ex vestita da lottatore di sumo- immagine repertorioE’ accaduto a Dublino, una donna vestita con un abito da Sumo gonfiabile è entrata nel locale nel quale si trovava la sua ex-ragazza e l’ha aggredita con una bottiglia di Vodka Smirnoff Ice che teneva nascosta all’interno del buffo travestimento.

Adrienne Martin si trovava con alcuni amici ad una festa in maschera al George Pub, uno dei più famosi gay bar di Dublino, quando la sua ex ragazza Sandra Talbot è apparsa vestita da lottatore di sumo e l’ha aggredita in seguito a quasi un anno di continue gelosie.

Secondo quanto appreso dai giudici, l’aggressione sarebbe nata dopo che la vittima avrebbe ammiccato ad un uomo travestito da barretta di Snickers.

Sandra avrebbe colpito alla testa Martin con la bottiglia, dopo che già nel pomeriggio le due avevano avuto una violenta discussione verbale.

In seguito all’aggressione i gestori avrebbero scortato fuori dal locale la donna, chiedendole di sgonfiarsi un po’ il costume in modo tale da passare dalla porta.

Durante l’udienza dal giudice, Adrienne avrebbe affermato di soffrire ancora di forti dolori e di crisi di panico dovute all’aggressione.

Da parte sua invece Sandra nega ogni sorta di contatto fisico, dichiarandosi innocente e affermando che Adrienne le avrebbe rovinato la vita.

La corte ha sentenziato che Sandra dovrà pagare 400 dollari per l’aggressione ai danni della sua ex fidanzata.