Famiglia americana costruisce una fortezza per sopravvivere all'apocalisse (2)

Famiglia americana costruisce una fortezza per sopravvivere all’apocalisse

Brent Senior, un padre di famiglia americano, crede che l’apocalisse sarà innescata da un forte impulso elettromagnetico che distruggerà l’intera rete elettrica, costringendo l’umanità a tornare nel Medioevo. Per prepararsi all’inevitabile, lui e la sua famiglia stanno costruendo un castello fortificato con tanto di ponte levatoio, saracinesca e bunker sotterraneo che li proteggerà dai saccheggiatori.

Famiglia americana costruisce una fortezza per sopravvivere all'apocalisse (2)

In cima a una collina nel profondo dei boschi della Carolina del Nord, un’intera famiglia si sta preparando all’imminente fine del mondo imparando a usare armi medievali, come balestre e catapulte.

Il signor Brent, ufficiale di fanteria in pensione, ha cominciato a prepararsi alla fine del mondo già nel 1999, quando era convinto che il passaggio al 2000 avrebbe scatenato il caos provocando la fine della civiltà come la conosciamo ora. Quando tutto ciò non è accaduto, Brent ha lasciato perdere le sue teorie apocalittiche per un paio d’anni, più che altro per evitare che la gente pensasse fosse pazzo, ma alla fine è tornato al piano originale, stavolta con l’aiuto di tutta la sua famiglia.

Famiglia americana costruisce una fortezza per sopravvivere all'apocalisse (3)

Nonostante il loro aiuto, i figli non sono davvero convinti che ci sarà un’imminente apocalisse, ma continuano a costruire il castello per il padre e anche per avere una casa per le vacanze un po’ insolita.
Per Brent però non è uno scherzo; ha infatti istituito un fondo fiduciario per 100 anni in modo che il castello non possa essere venduto nel caso in cui gli succeda qualcosa.
“Ciascuno dei miei figli potrà avere il castello per cinque settimane all’anno”, ha detto l’uomo.

Brent e la sua famiglia, grazie a questo castello, sono ora protagonisti di un reality su National Geographic Channel, intitolato “Doomsday Castle”. È stato uno dei suoi figli a contattare i direttori del casting per Doomsday Preppers raccontandogli le idee e le imprese del padre. “Quando l’ho detto a mio padre mi ha quasi rinnegato”, ha affermato, “ma ho continuato a insistere e infine ha deciso che sarebbe stato un bene mandare questo messaggio sull’essere preparati alla fine del mondo”.

Famiglia americana costruisce una fortezza per sopravvivere all'apocalisse (1)

Taglia il suo pene e quello del padre

Crede che il mondo stia per finire, così taglia il suo pene e quello del padre

Taglia il suo pene e quello del padre Un uomo malese ha tagliato il pene del padre di 67 anni prima di tagliare il suo, credendo che il mondo stesse per finire.

Entrambi sono stati portati all’ospedale di Kuala Terengganu in condizioni critiche, dove i medici hanno cercato di riattaccare le parti del corpo tagliate.

Si sospetta che l’uomo, quarantenne, abbia provato a tagliare anche il pene del fratellastro, che è scappato di casa con il resto della famiglia.
La Polizia sospetta che non si tratti di malattia mentale ma che l’uomo sia stato raggirato da qualche falso insegnamento religioso trovato su internet.

L’uomo che ha compiuto la pazzia aveva chiamato tutta la famiglia una settimana prima, dicendo a tutti che il mondo stava per finire, e quando ha cominciato ad aggredire il padre ha tentato di costringerlo a piangere per invocare lo spirito di Imam Nawawi, per salvare il mondo.

Judgment-day

Uomo spende i risparmi di una vita per avvisarci che il 21 Maggio finirà il mondo

Se le previsioni del signor Robert Fitzpatrick sono corrette, la fine del mondo potrebbe essere molto più vicina di quanto possiamo immaginare.

Il 60enne residente di New York infatti nelle ultime settimane ha speso 140mila dollari per comprare spazi pubblicitari e tappezzare la città per avvisarci che la fine del mondo arriverà tra 4 giorni esatti, il 21 Maggio 2011.

Judgment-day

I cartelli dell’uomo portano la scritta: “Terremoto globale, il peggiore di sempre. Giorno del giudizio, 21 Maggio 2011” e in un libro autoprodotto dall’uomo, lo stesso afferma che nella bibbia ci sono segnali inequivocabili che in questa data arriverò il giudizio.

“Il giorno del giudizio ci sorprenderà, non saremo pronti ad affrontarlo. Un enorme terremoto renderà la nostra terra inabitabile.” – ha dichiarato l’uomo al NY Post.

“Il popolo di Dio verrà resuscitato. Questa data sarà il giorno in cui Dio smetterà di salvare tutti noi.”

Il libro di Fitzpatric si basa sugli insegnamenti di Harold Camping, l’uomo che negli anni novanta affermava che la fine del mondo sarebbe arrivata il 6 Settembre 1994.

Come potete notare, e la lettura di questo articolo ne è una prova, quel giorno ognuno si sveglio nel proprio letto e portò avanti la propria vita avanti, fino ad oggi.