Vivere come un criceto? Ora è possibile, grazie a Villa Hamster

Nasce da un’idea dell’artista e scenografo francese Yann Falquerho epermette a chi vi alloggia di vivere un’esperienza molto particolare.

Sto parlando del Villa Hamster, un albergo situato a Nantes in Francia, dove gli ospiti possono scomodamente alloggiare in una stanza arredata e pensata per somigliare il più possibile ad una gabbia da criceti.

Il 42enne ha sempre pensato che l’industria alberghiera non avesse mai prestato troppa attenzione alla nicchia costituita dal modus vivendi degli animali in gabbia e per questo nel 2009 ha deciso di aprire lui stesso un hotel che soddisfasse finalmente questa parte di mercato inesplorata.
Da allora l’albergo è diventato molto famoso e il suo successo è stato riconosciuto a livello internazionale.

Il prezzo per una notte a Villa Hamster sono di circa 150 euro, anche se la domanda crescente ha fatto lievitare il prezzo anche a cifre maggiori in periodi di grossa affluenza

Abbiamo avuto moltissimo successo on questa piccola casetta. E’ tutto merito del concettyo di immedesimazione dei clienti, che vogliono provare per una volta a sentirsi come dei criceti in gabbia.

All’interno dell’albergo è presente una grossa ruota per criceti, a grandezza umana, per dormire è presente un’enorme letto in paglia di fieno. Il cibo (rigorosamente semi) è servito in piccole ciotole appese al soffitto, mentre l’acqua è accessibile tramite un tubo.

Nonostante questo la stanza è dotata anche di un televisore a schermo piatta e servizio wifi.

Falquerho è così soddisfatto del successo del suo albergo, che sta già pensando di replicare l’albergo con habitat di un altro animale. Un cane o un gatto i più gettonati.

dimensione del pene

La lunghezza media del pene? Un nuovo studio rivela i risultati!

dimensione del peneGli scienziati hanno finalmente pubblicato quello che si crede essere il più grande e definitivo studio sulla questione che da sempre affligge gli uomini di tutto il mondo. Stiamo parlando della dimensione media di un pene.

Lo studio, portato avanti da alcuni medici francesi dell’Academy of Surgery, rivela una tendenza sempre maggiore da parte degli uomini a chiedere al proprio chirurgo un allungamento di pene.

I risultati dello studio hanno lo scopo di porre fine ai dubbi di molti uomini che credono di essere sotto-dotati senza averne motivo e di confermare viceversa i dubbi di chi effettivamente possiede un membro inferiore alla media.

Venendo ai dati, i medici hanno individuato la lunghezza media del pene adulto tra gli 8.90cm e i 9.40cm per quanto riguarda il pene a riposo e tra i 12.7cm e i 14.50cm per quanto riguarda il pene in erezione.

Ovviamente questi dati si riferiscono ad una media pesata tra tutti gli uomini che hanno preso parte al test.

Dallo stesso studio emerge anche che la circonferenza media del pene va dagli 8.40cm agli 8.90 centimetri quando a riposo e dai 9.40cm e ai 10.40cm in caso di erezione.

I membri dell’Academy affermano ogni uomo dovrebbe conoscere quali sono le dimensioni medie del pene, in modo tale da non vivere con l’ansia che il proprio membro possa essere inferiore in lunghezza a quello degli altri uomini, influenzando anche la propria vita sessuale.

“Negli ultimi anni abbiamo avuto una sempre più insistente domanda da parte di uomini preoccupati per le dimensioni del proprio pene. Si tratta di una sindrome ironicamente chiamata ‘sindrome da stanza chiusa’ la maggior parte delle volte infatti la richiesta di intervento chirurgico era assolutamente ingiustificata e dettata da uno scarso dialogo e confronto con gli altri uomini su questo argomento.” – racconta uno dei medici dell’associazione.

“Le procedure finora conosciute per l’allungamento del pene, inoltre, spesso possono risultare pericolose e in alcuni casi possono provocare gravi complicazioni, soprattutto durante le erezioni.”

Ricordiamo infine che la National Academy of Surgery e una delle accademie più vecchie di Francia e fu creata nel 1731 dal re Luigi XV.

Ad oggi l’accademia conta più di 500 membri, specializzati in diverse discipline della chirurgia.

Insomma, anche se sembra una notizia incredibile, non è di sicuro uno studio campato per aria, dunque ragazzi, mettetevi il cuore in pace e ragazze, beh, anche voi…

Studenti francesi ricoverati dopo aver mangiato barrette di hashish scambiate per merendine

La polizia francese, è al momento ipegnata a scoprire come una borsa piena di barrette di hashish sia potuta finire nel cortile di una scuola, dove dei ragazzini ne hanno mangiate alcune dopo averle scambiate per merendine ai cereali.

Gli studenti hanno confessato agli insegnanti di aver trovato la borsa contenente le barrette al gusto “erboso” durante la ricreazione, nascosta tra un cespuglio e il recinto dello stabile.

Uno dei bambini della scuola elementare Tarentaize, vicino Saint-Etienne nella Francia centrale, è stato portato la sera stessa al pronto soccorso dalla mamma preoccupata. La stessa mamma ha fatto analizzare un pezzo di quelle barrette che sono risultate essere composte da cannabis. Fortunatamente nessuno degli altri ragazzi ha risentito della “scorpacciata”.

La mamma dell’unico bimbo a star male, ha denunciato la scuola per “ammissione di sostanze pericolose” ma il dirigente della scuola, il signor Pierre-Michel Brunel, ha risposto che: “La scuola si assumerà le responsabilità per la vigilanza dei bambini, ma non possiamo incolparci del fatto che i bambini abbiano mangiato dell’Hashish”

Luxury Condoms

Dalla Francia aristocratica arrivano i primi preservativi di lusso

Luxury Condoms

L’ingegnosa idea di creare profilattici di lusso è venuta ad un gruppo aristocratico vicino alla figura del Principe Charles Emmanuel Borbone Parma e al Conte Gil de Bizemont.

La strana coppia dal sangue blu voleva creare un prodotto, sofisticato, chic, utile ed eco sostenibile, che non mettesse in imbarazzo la persona al momento dell’impiego e che non creasse problemi di smaltimento dopo l’utilizzo.

“Considerando i precedenti successi dei nostri prodotti di lusso, i profilattici potrebbero sicuramente essere il nostro prossimo passo!” – dichiarano i due – “C’è sempre bisogno di qualità, buon gusto e oggetti dal bell’aspetto. Prendersi cura di se stessi e volere per se stessi il meglio è una delle cose più sexy al mondo.”

Luxury CondomsLuxury Condoms

Ciò che rende questi profilattici degni di un aristocratico è sicuramente la scatola, creata appositamente con lo stesso stile che viene usato nelle gioiellerie per confezionare i gioielli e con un nero che la rende ancora pià accattivante.

Anche i prezzi sono di alto rango. 3 profilattici costano infatti più di 15 euro, mentre un normale pacco da 6 si aggira sui 25 euro.

Fortunatamente parte dei ricavati di questa pacchianata verranno devoluti ad associazioni No Profit per la lotta all’AIDS e l’HIV.

Cosa ne pensate? Li comprereste anche voi? Si? Allora andate qua! theoriginalcondom.com

Julien Berthier e la barca che affonda perennemente

Artista Francese naviga intorno al mondo con la sua barca che affonda

Il designer Julien Berthier è il proprietario di una barca molto speciale dal nome Love Love.

Se siete fortunati vi potrebbe capitare di vedere in uno dei tanti porti del mondo Julien con la sua barca che è stata creata per far sembrare che stia perennemente affondando.

Julien Berthier e la barca che affonda perennemente

L’imbarcazione è stata costruita nel 2007 e per la sua realizzazione l’artista ha tagliato a metà una vera barca per poi sigillarne una parte e creare un nuovo scafo con la chiglia in posizione completamente diversa rispetto a quella originale. L’uomo ha poi bilanciato le parti con un gioco di pesi e ha dotato il suo mezzo di due motori che la rendono a tutti gli effetti una barca funzionante.

Julien assicura che la sua Love Love è completamente sicura e facile da manovrare, specialmente quando il mare è calmo.

Come potrete immaginare le persone che vedono per la prima volta la barca di Julien non sanno bene cosa pensare, soprattutto quando vedono a bordo il capitano della ‘nave’ completamente a suo agio nonostante sembri che tutto stia affondando.

Berthier stesso ha ammesso che più di una volta le capitanerie di porto e la marina sono stati messi in allerta da cittadini che segnalavano loro la presenza di un’imbarcazione che stava affondando, senza sapere che in realtà si trattava di un’opera d’arte.

Julien Berthier e la barca che affonda perennementeJulien Berthier e la barca che affonda perennementeJulien Berthier e la barca che affonda perennementeJulien Berthier e la barca che affonda perennementeJulien Berthier e la barca che affonda perennemente

Julien ha dichiarato che questa iniziativa ha lo scopo di fotografare l’attimo che viene pochi secondi prima che l’imbarcazione affondi scomparendo nelle profondità del mare, creando così, una visione infinita del momento drammatico.

Se siete interessati a vederlo, sappiate che Julien si aggira attualmente per i porti a Nord dell’Europa, come ad esempio il London Canary Wharf e i porti francesi della Normandia.