Una moglie per cinque fratelli

Rajo Verma, 21 anni, vive in una baracca con i suoi cinque mariti… che sono anche cinque fratelli!

Ogni notte, Rajo dorme con uno dei fratelli a turno. La casalinga non sa nemmeno chi è il padre effettivo di suo figlio.
“Inizialmente era un po’ imbarazzante ma non ne preferisco uno ad un altro”, ha affermato.
Guddu, uno dei suoi mariti suo coetaneo, nonché il primo che l’ha sposata, ha dichiarato: “Facciamo tutti e cinque sesso con lei ma non sono geloso. Siamo una grande famiglia felice“.

Come da usanza nel suo villaggio, però, avrebbe dovuto sposare anche i fratelli di Guddu, ovvero Bajju di 32 anni, Sant Ram di 28, Gopal di 26 e and Dinesh, che l’ha sposata l’anno scorso quando ne ha compiuti 18.
Bajju, il fratello più grande, ha detto: “La considero mia moglie e dormo con lei come i miei fratelli”.

Rajo cucina, pulisce la baracca e si prende cura del figlio di 18 mesi Jay mentre i suoi mariti lavorano a Dehradun, nell’India del nord.
Ha detto, a proposito dell’antica tradizione chiamata poliandria: “Anche mia madre è stata sposata con tre fratelli quindi quando l’ho fatto io sapevo che avrei dovuto accettarli tutti come miei mariti.
“Dormo con loro a turno. Non abbiamo letti ma molte coperte sul pavimento.
“Ricevo molte più attenzioni e più amore di molte altre mogli”.

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anni

Entra nella sua stanza e chiede di non essere disturbato, ritrovato morto dopo 4 anni

Non disturbatemi - trovato morto dopo 4 anniI parenti avevano assecondato le sue volontà – “Non disturbatemi quando sono nella mia stanza” – aveva detto un uomo tedesco ai fratelli e sorelle che vivevano con lui.

E loro hanno obbedito, per 4 anni non hanno osato bussare o aprire la porta della camera in cui era andato a riposare.

Al momento della sua morte, il 50enne, viveva con 4 tra fratelli e sorelle, di età compresa tra i 44 e i 71 anni.

“L’uomo era abituato a farsi obbedire e si irritava molto facilmente. Circa, 4 anni fa, aveva chiesto ai suoi fratelli di non essere disturbato entrando nella sua stanza e loro per rispetto e paura, avevano obbedito. Immagino che siano passati davanti a quella porta molte volte, come è possibile che nessuno abbia mai avuto il coraggio di aprirla e guardare dentro?” – riferisce il portavoce della polizia Wounter De Vries.

Il corpo dell’uomo è stato scoperto quando il proprietario della casa ha deciso di fare alcuni lavori all’interno della stanza. Solo allora si è scoperto il corpo del defunto in stato di putrefazione.

“Un corpo in fase di decomposizione che emanava un odore molto forte, è veramente incredibile che i fratelli non si siano mai accorti di nulla.” – conclude il poliziotto.

Questa notizia è davvero incredibile, è impossibile che i fratelli non si fossero accorti di nulla e voglio sperare che dalla stanza si potesse uscire di casa, altrimenti come credevano che potesse vivere un uomo in una stanza per 4 anni senza cibo? Eppure è tutto vero.

Dispersi per anni, fratelli adottati scoprono di vivere nella stessa strada

Dopo anni passati a cercarsi l’un l’altro, due fratelli dispersi da tempo hanno scoperto di vivere entrambi nello stesso paese e per giunta nella stessa via a pochi metri di distanza a Newfoundland in Canada.

Stephen Goosney and Tommy Larkin

“Per tutto questo tempo si trovava dall’altra parte della strada e io non me ne sono mai accorto. Quando l’ho scoperto non riuscivo a crederci, mi ci sono volute 3 ore prima che mi decidessi a chiamarlo.” – dice Tommy Larkin, 30 anni.

Larkin e suo fratello Stephen Goosney, 29 anni, furono adottati quando erano ancora bambini da due famiglie diverse. Larkin è cresciuto con una famiglia abbiente a Newfoundland, mentre Goosney è cresciuto un centinaio di chilometri più a sud a Woody Point.

I due fratelli per anni hanno cercato la propria famiglia biologica senza mai riuscire ad avere notizie concrete, fino a quando Tommy si è affidato all’Agenzia Post Adozione di Newfoundland and Labrador.

E’ stato così che il 25 marzo di quest anno i due fratelli hanno scoperto di vivere entrambi nella stessa strada da circa due anni.

“Trovare mio fratello a Newfoundland è stato un fatto estremamente bizzarro, ma sapere addirittura che viviamo nella stessa via è veramente pazzesco.” – ha detto Goosney.

Da quando si sono ritrovati i due fratelli passano un sacco di tempo insieme. Più si conoscono e più scoprono che nonostante la distanza che li ha tenuti lontani per tutta la vita, hanno tantissime cose in comune.

“Abbiamo scoperto che ad entrambi non piace il sedano e altri cibi. Ci sono tantissime cose che ci piace e non piace fare e ogni giorno la lista si allunga sempre di più.”

E intanto i due pensano già all’estate quando potranno organizzare una grigliata con le rispettive famiglie e stare tutti insieme come in una grande famiglia ritrovata.

Bella notizia a lieto fine 🙂