Kenny Easterday gioca a biliardo

Una vita intera vissuta con un corpo a metà – Kenny Easterday

Kenny Easterday, 35 anni è nato con una rara condizione che impediva alla sua spina dorsale di svilupparsi correttamente. Questa disfunzione chiamata Regressione Caudale costrinse i medici ad amputargli le gambe e parte del bacino quando aveva appena 6 mesi e parte delle sue tibie vennero utilizzate per ricreare parti mancanti della spina dorsale.

Kenny Easterday gioca a biliardo

Kenny imparò a camminare con le mani grazie al padre, che ironicamente diceva al figlio di imitare la camminata a papera della madre. Durante la gioventù, più di una volta i medici hanno offerto a Kenny delle protesi, ma pur provandole lui non le ha mai trovate molto utili preferendo sempre le sue forti braccia o al massimo un più veloce skateboard.

Nonostante questo enorme handicap, Kenny ha sempre vissuto una vita felice e piena di soddisfazioni.

I medici avevano confessato alla famiglia che probabilmente il ragazzo non avrebbe superato l’età di 21 anni, oggi però Kenny ha 35 anni, ha superato ogni più rosea previsione di vita ed è riuscito persino a rendere la sua vita piacevole e felice come quella di chiunque, imparando a giocare a biliardo, a fare l’amore, a lavorare e a fare ogni altra cosa che a noi sembra pane quotidiano.

Kenny Easterday gioca a bowlingKenny Easterday sullo SkateboardKenny Easterday Half-ManKenny Easterday con la figlia Desiree

Oggi Kenny è felicemente fidanzato con Nicky e insieme hanno avuto una bellissima bambina che ha già 7 anni e si chiama Desiree. (prevedo già domande sul modo in cui sono riusciti a concepirla, beh vi dico già che non ne ho idea).

Direi che il suo è un bellissimo esempio di forza di volontà nei confronti di una vita tutta in salita fin dalla nascita.

L’uomo a metà, esempio di amore nei confronti della vita

Peng Shuilin - L'uomo a metà

Sarà anche metà dell’uomo che era una volta, ma il cuore e il coraggio di Peng Shulin è grande quanto quello di un grande uomo.

Peng è un mutilato cinese che in seguito ad un incidente con il suo camion è rimasto senza gran parte del suo corpo. Come potete vedere dalle foto, non è rimasto nulla del suo corpo sotto lo stomaco, ma nonostante questo Peng ha dimostrato di saper reagire nel migliore dei modi ad una disgrazia così grande.

Dopo aver subito moltissime operazioni per ripristinare tutte le funzioni vitali degli organi danneggiati, e dopo aver passato ben 2 anni nell’ospedale di Shenzen nel sud della Cina, quest’uomo è riuscito a crearsi una nuova vita.

Oggi Peng ha 37 anni e nonostante la sua condizione di invalido è riuscito ad aprire un piccolo supermarket chiamato proprio “Half Man-Half Price Store” (Metà uomo-metà prezzo Store).

La sua storia, ha così tanto colpito i medici e l’opinione pubblica  da farlo diventare un modello per tutti gli altri amputati.

Peng Shuilin - L'uomo a metà con le sue gambe artificialiPeng Shuilin - L'uomo a metà sulla sedia a rotelleLa sua statura oggi è di appena 78 centimetri, per muoversi Peng utilizza una sedia a rotelle o delle speciali gambe create appositamente per lui che gli permettono di stare in piedi.
Il direttore dell’ospedale in cui è stato ricoverato il malcapitato ha sottolineato come sia incredibile poter pensare che un uomo che ha perso gran parte del suo corpo possa essere ancora vivo e energico come Peng.

“L’uomo” – conclude il medico – “si prende cura di se, ma il suo più grande segreto rimane il buon umore.”