Michelle Thomas accoltella il marito perchè sessualmente insoddisfatta

Fanno l’amore e poi accoltella il marito perchè non soddisfatta della prestazione

Michelle Thomas accoltella il marito perché sessualmente insoddisfattaUna donna di Hudson è stata arrestata  Martedì mattina con l’accusa di aver pugnalato suo marito perché scontenta delle sue prestazioni a letto. La polizia è stata chiamata verso l’una di notte da Ted Trout Drive, dove Michelle Thomas, 26, vive con il coniuge.

L’uomo ha affermato che Michelle si è arrabbiata subito dopo il rapporto sessuale e dopo aver preso un paio di forbici ha cominciato a colpirlo. Gli agenti hanno riscontrato lievi graffi sul petto, sul pollice sinistro e sul ginocchio sinistro del poveretto.

Lei ha invece detto ai poliziotti  che l’uomo era ubriaco e dopo averla afferrata per i fianchi e buttata sul letto aveva cominciato a strangolarla, ma non sono stati trovati segni di violenza. Lui ha replicato che l’unica volta che l’ha toccata è stato durante il rapporto.

Ora Michelle è stata arrestata con l’accusa di secondo grado di violenza aggravata con arma letale, anche se l’uomo ha detto di non voler sporgere denuncia, e rischia fino a 20 anni di reclusione e fino a 10,000$ di multa.

Obesa, schiaccia e uccide il marito dopo una discussione

Mia Landingham, 25 anni anni, 150 chili di donna, è stata arrestata quest’estate dopo aver schiacciato il marito in seguito ad una lite familiare.

La Polizia ha dichiarato che il signor Mikal Middleton-Bey, 4 anni più della donna e 100 chili in meno, è morto asfissiato dopo che la moglie infuriata aveva deciso di schiacciarlo con il proprio peso. E’ stata la stessa donna a chiamare poi la Polizia, quando si è accorta che il marito non respirava più.

Mia aveva bevuto molto quella sera e durante la notte si era accesa una violenta discussione tra i due. Lei gli aveva tirato un pugno e lui l’aveva afferrata, è stato allora che la donna scaravantando a terra il povero peso piuma lo ha schiacciato.

I due avevano due bambini di 6 e 4 anni, che ora sono stati affidati ai parenti.

Pochi giorni fa la sentenza che ha condannato Mia a tre anni di libertà vigilata e 100 ore di servizio alla comunità.

Da fuoco al pene del marito

In preda ad un raptus dà fuoco al pene del compagno

Da fuoco al pene del maritoUn tribunale del Quebec (Canada) ha condannato una donna a 4 anni di carcere perché, nel 2001, in preda ad un vero e proprio raptus di follia, diede fuoco al pene del proprio amante. Dopo aver passato un’intera notte con il compagno la donna, Andree René, aspettò di vederlo addormentarsi per poi versargli del liquido infiammabile sugli organo sessuali.

Prima di dar inizio allo spettacolo attese però il suo risveglio: un modo originale per dire alla persona che si ama “buon giorno”. La mattina successiva il poveretto fece giusto in tempo a vedere il sorriso della donna e subito dopo le fiamme sul proprio membro.

Da quel giorno l’uomo, nel frattempo deceduto per altre cause, venne seguito da uno psicologo per una comprensibile fobia: aveva paura del fuoco e non era più in grado di avere una vita sessuale normale. La donna si trova attualmente in carcere.