Mangia per 90 giorni da McDonald's e perde 16 kg! (1)

Mangia per 90 giorni da McDonald’s e perde 16 kg!

Un insegnante dell’Iowa, Stati Uniti, ha mangiato solamente prodotti McDonald’s per tre mesi interi e, al contrario di quanto possiamo immaginare, ha perso 16 kg. Sì, perso, non preso!

Mangia per 90 giorni da McDonald's e perde 16 kg! (1)

John Cisna ha voluto provare questa insolita dieta ispirandosi al film del 2004 Super Size Me, diretto e interpretato da Morgan Spurlock, documentando anch’egli la sua esperienza.

In Super Size Me, Spurlock, dopo aver mangiato per 30 giorni solo cibo prodotto da McDonald’s, ha avuto un drastico peggioramento di salute sia dal punto di vista fisico che psicologico. I risultati di Cisna invece sono stati completamente diversi: la sua salute è migliorata ed è addirittura calato di peso.

Mangia per 90 giorni da McDonald's e perde 16 kg! (2)La domanda sorge spontanea: come mai due esperimenti pressoché simili hanno riportato risultati così diversi? Semplice: John è stato attento nel seguire un piano nutrizionale. In questo modo ha potuto mangiare McDonald’s a colazione, pranzo e cena cercando di assumere al massimo 2000 calorie al giorno e di consumare le dosi giornaliere raccomandate per quanto riguarda proteine, carboidrati, grassi e colesterolo, senza farsi mai mancare nulla. Non è stato difficile grazie ai valori nutrizionali che la catena di fast food mette a disposizione nel proprio sito web. A colazione solitamente mangiava due bianchi d’uovo e una tazza di farina d’avena, a pranzo un’insalata e a cena si sbizzarriva con i classici panini e i gelati.

Un’altra cosa che Spurlock non ha fatto è stato l’esercizio fisico. Mentre lui l’aveva completamente abbandonato, John camminava per 45 minuti ogni giorno. Così facendo, finito l’esperimento dei 90 giorni, si è ritrovato a pesare quasi 20 kg in meno e il suo colesterolo è sceso da 249 a 170.

La parte migliore dell’esperimento è che ha avuto tre mesi di pasti gratis; il proprietario di un franchise era così interessato e curioso di vedere i risultati che ha offerto a John il cibo gratuitamente per i tre mesi interi. Ma anche la consapevolezza che non si può dare la colpa solamente ai fast food o alle bevande gassate per l’aumento dei tassi di obesità!

Convive con un cadavere per mesi

Convive con un cadavere per mesi incassando i suoi assegni

Un uomo di 64 anni è stato accusato di aver vissuto con il corpo di una donna morta nella loro casa di Detroit, Michigan (USA), per diversi mesi.

Convive con un cadavere per mesi Gli ufficiali hanno trovato il cadavere della donna (Ann Marquis di 72 anni), ormai in via di decomposizione, mentre notificavano un avviso di sfratto a Dennis McCauley, in quanto aveva smesso di pagare l’affitto.

Nonostante gli investigatori credano che la donna sia morta per cause naturali, il suo convivente è stato arrestato.

McCauley è stato chiamato in guidizio con nove accuse penali: possesso di un cadavere, furto d’identità, furto da 1.000 a 20.000 dollari, possesso illegale di una carta di credito, aver condotto transazioni finanziarie illegali e aver nascosto la morte di un individuo.

Il pubblico ministero sostiene che l’uomo non abbia denunciato volutamente la morte della donna, abbia lasciato il suo corpo a decomporre e abbia usato la sua carta di credito, rubato le sue proprietà personali e incassato i suoi assegni di previdenza sociale.

666

Pedofilo si faceva chiamare ‘l’anti Cristo’, giudici lo condannano a 666 mesi di reclusione

666Christopher Guy, un uomo proveniente da Charlotte nella Carolina del Nord è stato accusato e condannato per violenza sessuale nei confronti di due ragazze minorenni.

Christoper che si faceva chiamare in antitesi con il proprio nome “L’Anti Cristo” è stato giudicato colpevole di tutti e 6 i capi di imputazioni che gli erano stati mossi contro.

Pur ritenendosi innocente, Christopher  si è voluto scusare con la propria famiglia e con quella delle sue vittime, che ancora molto scosse per l’accaduto si sono presentate in aula per testimoniare contro il loro aggressore.

Ironia della sorte la pena definitiva per la violenza sessuale inflitta dai giudici all’uomo è stata di 55 anni e mezzo, ovvero 666 mesi.

Insomma, chi di spada ferisce….di spada perisce.

Mohammed Fazlu

Tira la palla troppo lontano, va a prenderla e lo ritrovano dopo 4 mesi

Mohammed FazluEra dato per disperso da 4 mesi, Mohammed Fazlu, 7 anni, di Bangalore in India è stato ritrovato vivo a 1300 chilometri da casa.

Al momento della sua scomparsa Mohammed stava giocando a palla, ma secondo quanto raccontato dallo stesso ragazzino, un calcio troppo forte avrebbe spedito la palla sopra ad un treno fermo alla stazione, il tempo di salire per prenderlo e il treno era già ripartito.

Quattro mesi più tardi la polizia lo ha ritrovato a Tamil Nadu, a centinaia di chilometri da casa.

Il piccolo è stato riconosicuto dal fratello maggiore durante un appello fatto dalla polizia e andato in onda su un canale della televisione Indiana.

I poliziotti, seppur contenti per il ritrovamento del piccolo, ora potrebbero accusare il padre per la mancata denuncia della scomparsa del figlio.

“La polizia non aiuta mai in questi casi, anzi, spesso chiede tangenti in cambio di aiuto” – ha dichiarato il signor Fazlu.

Non è ancora chiaro come il piccolo possa essere sopravvissuto così a lungo senza l’aiuto di qualcuno.

I giornali affermano che in Cina e nel mondo esistono centinaia di bambini scomparsi per cercare di recuperare una palla calciata troppo forte o scivolata lungo la discesa vicino a casa.

Li Zhiming - Sei mesi dorme, sei mesi è sveglio

Li Zhiming – Sei mesi dorme, sei mesi è sveglio

Un uomo in Cina sta facendo scalpore dopo che a causa di un incredibile condizione è in grado di dormire per 6 mesi consecutivi e di stare sveglio i sei mesi successivi.

Li Zhiming proviene da una famiglia povera che per sei mesi all’anno deve prendersi cura di lui.
Li Zhiming - Sei mesi dorme, sei mesi è sveglio

L’uomo 74enne non è neanche più in grado di sedersi da solo o di portare il cibo alla bocca con le proprie mani.

Il fatto che rimanga costantemente sveglio per sei mesi è un ulteriore sacrificio per i suoi familiari che sono costretti a fare i turni per potergli stare sempre accanto.

Sua figlia Fu Yip, 42 anni, afferma: “Quando dorme è come se fosse in coma. E’ praticamente impossibile svegliarlo, riusciamo solo a dargli da mangiare e lui ingoia nel sonno. Quando però poi si sveglia da solo, non dorme più per almeno sei mesi.”

Non so quanto possa essere vera questa storia, c’è da dire però che nel mondo sta facendo scalpore e testate come il The Sun hanno dedicato articoli interi alla faccenda.