Chiude il nonno fuori in balcone con temperature sotto lo zero

Un uomo tedesco di 72 anni è stato ricoverato per ipotermia dopo essere stato chiuso fuori – con temperature al di sotto dello zero – dal nipotino per cinque ore.

Chiude il nonno fuori in balcone E’ successo a Monaco; l’uomo era uscito in balcone, al secondo piano, per fumare una sigaretta ma quando ha finito il nipote di due anni non ha aperto la porta. Non si è capito se non ne sia stato capace o se l’abbia fatto per gioco.

“Non capisco perché non abbia urlato per chiedere aiuto. Sono sicuro che avrei gridato parecchio se fossi stato chiuso fuori al freddo per tutto quel tempo”, ha detto un portavoce dei vigili del fuoco.
“L’uomo indossava solamente le pantofole e gli abiti che si usano per stare in casa. Era uscito solamente per fumare una sigaretta ma era al secondo piano, sei o sette metri da terra, quindi non poteva nemmeno saltare giù”.

Per tenersi caldo mentre era bloccato in balcone ha anche fatto qualche esercizio di ginnastica.
Il nonno, che stava facendo da babysitter al bimbo, ha infine cercato di farsi passare il telefono attraverso la finestra e ha chiamato i genitori.
Quando sono tornati, però, hanno trovato la chiave incastrata all’interno della serratura e hanno dovuto chiamare i vigili dei fuoco per farlo rientrare. Successivamente è stato portato all’ospedale.

Yacht di Monaco galleggiante

Super yacht da 700 milioni di euro – Riproduzione di Monaco galleggiante

Per i milionari del mondo potrebbe essere l’ennesima occasione per ostentare il proprio benestare e portare in giro per il mondo una piccola parte di una delle città più ricche del mondo.

Yacht di Monaco galleggiante

In un futuro non troppo lontano lo yacht che vedete nell’immagine potrebbe diventare realtà. Si tratta di una ricostruzione galeggiante del Principato di Monaco e secondo il progetto originale verrebbe a costare 700 milioni di euro.

L’imbarcazione di 152 metri sarà dotata di tutti i principali luoghi di interesse presenti nella città monegasca: il casinò con la piazza, un mini tracciato per go-kart, un Hotel, il Cafè de Paris, La Rascasse, piscine e campi da tennis.

Il progetto è opera di una casa costruttrice con sede nel Derbyshire dal nome Yacht Island Design che ha l’obiettivo di rivoluzionare la costruzione navale di lusso.

Yacht di Monaco galleggianteYacht di Monaco galleggiante

Il direttore della compagnia, il signor Rob McPherson dichiara: “Basilarmente è una città galleggiante, volevamo mostrare le nostre capacità e attirare l’attenzione della gente. Spero che possa funzionare- Tutto è nato dal circuito per go-kart, l’idea di Monaco è venuta di conseguenza.”

Sono sicuro che qualche riccone comrera questo gioiello tecnologico.

Monaco lascia impronte sul pavimento

Prega per vent’anni nello stesso punto e lascia il solco dei piedi sul legno

No, non è assolutamente un fotomontaggio, queste sono realmente le impronte di due piedi sul legno e appartengono al monaco Buddhista Hua Chi che per vent’anni ha pregato ogni giorno della sua vita nello stesso punto del tempio di Tongren in Cina.
Monaco lascia impronte sul pavimento

I solchi sul pavimento in legno sono profondi fino a 3 centimetri e si sono formati per le moltissime preghiere del monaco, fino a 3000 al giorno.

Ora che l’età inizia ad avanzare, Hua ha dichiarato di aver ridotto la sue preghiere a 1000 al giorno.

Le sue impronte sono diventate una sorta di fonte di ispirazione per i giovani monaci del tempio: “Ogni giorno vengo qua, guardo quel pezzo di legno e penso che un giorno anche io potrò avere le mie impronte. E’ una fonte di ispirazione” – racconta Genden Darji, 29 anni.

Monaco lascia impronte sul pavimentoMonaco lascia impronte sul pavimentoMonaco lascia impronte sul pavimento