Muore 20enne per aver giocato troppo a LOL per smartphone

Il gioco per smartphone King of Glory, trasposizione di League of Legends, è il più scaricato dai giovani cinesi ed è talmente famoso che tantissimi ragazzi ci giocano ininterrottamente per ore ed ore. Sembra essere proprio questa la causa della morte del giocatore Lonely King, un giovane ragazzo di 20 anni che per mesi ha giocato in diretta da mezzanotte alle 9 di mattina, tutte le notti.

muore-gioca-troppo-LOL

(altro…)

Creato in Cina il simulatore della cremazione

Per i più audaci e curiosi, è stata creata in Cina un’attrazione in un parco a tema in cui è possibile vivere l’ebbrezza della cremazione.

Tutti ci siamo chiesti, almeno una volta nella vita, cosa c’è dopo la morte.
In Cina hanno avuto l’accortezza di provare a testarlo fisicamente, far percepire le sensazioni che proverebbe un corpo durante il proprio funerale o la cremazione, se solo non fosse morto. (altro…)

Ginny McCauley

Vince la lotteria, ma è morta da un mese!

Ginny McCauleyUna donna proveniente dal Minnesota ha avuto la fortuna di vincere 15mila dollari alla lotteria, peccato fosse morta un mese prima.

La signora Ginny McCauley, di Cottage Grove da 30 anni giocava alla lotteria con due amici e dopo la sua morte, avvenuta a Novembre del 2010 a causa di un tumore, i suoi compagni di giocate avavano continuato a scomettere sui soliti numeri.

Durante le vacanze di Natale i numeri sono stati estratti e i due scommettitori, insieme all’ormai defunta Ginny, hanno vinto 45mila dollari.

Immediatamente i due uomini si sono recati nell’abitazione del marito di Ginny, Paul, per consegnargli la parte vinta dalla moglie.

L’uomo non sapeva neanche che Ginny aveva fatto quella giocata.

“Sono sicuro che questo sia stato il suo modo di lasciarci. Se oggi fosse ancora viva probabilmente spenderemmo questi soldi per andare a Dallas a vedere il Super Bowl” – racconta nostalgico Paul.

Ceneri Rubate

Scambiano ceneri mortuarie per cocaina, arrestati 6 giovani ladri

Ceneri RubateE’ accaduto a 6 giovani ladri che dopo essersi intrufolati nell’abitazione della vittima hanno portato via le ceneri del padre e dei cani scambiandole per cocaina.

Quando il signor Silver Springs è tornato a casa ha trovato tutte le stanze a soqquadro e molti dei suoi averi, elettrodomestici inclusi erano scomparsi.

La cosa che più ha sconvolto l’uomo però è stato il furto delle ceneri del suo defunto padre e dei suoi 2 Alano.

Solo più tardi si è scoperto che i 6 ragazzini della banda avevano rubato e sniffato le ceneri confondendole per cocaina o eroina.

Gli investigatori hanno rivelato: “Parte delle ceneri sono state fumate, i ladri non si erano accorti che non si trattava di droga e solo in seguito hanno capito e se ne sono sbarazzati.”

Gli imputati, tutti sotto i 20 anni, sono stati arrestati: Waldo Soroa, 19, Matrix Andaluz, 18, Jose David Diaz Marrero, 19, e due minorenni il cui nome non è stato rivelato.