Ladro inghiottisce le prove prima di essere arrestato

La polizia polacca sostiene che un presunto ladro ha tentato di sbarazzarsi delle prove che potevano incriminarlo inghiottendole.

Il sospettato Dariusz Piotrowski ha cominciato a lamentare dolori di stomaco dopo essere stato fermato dalla polizia locale; quando i medici hanno visionato i raggi sono rimasti sconcertati nel trovare, dentro al corpo del sospettato, alcuni oggetti come accendini, orologi da polso, una forchetta, un cucchiaio, una penna e un tagliaunghie.

Un portavoce della polizia ha detto: “Gli agenti l’hanno perso di vista quasi subito ma l’hanno poi ritrovato nascosto tra i cespugli di un giardino di una casa nei dintorni. È stato mentre era accovacciato lì che probabilmente ha colto l’occasione per cercare di nascondere il suo crimine mangiando gli oggetti che aveva rubato. Ci sono volute diverse ore affinché i chirurghi riuscissero a rimuovere gli oggetti rubati”.

La polizia ha confermato che Piotrowski, di 39 anni, è stato arrestato a Varsavia.

Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

Harry Sperl, il più grande fan degli hamburger

Per il 57enne Harry Sperl (Daytona Beach, Florida) gli hamburger non sono solamente dei panini ma anche la rappresentazione della cultura popolare americana, che merita addirittura un reliquiario.

Harry, il più grande fan degli hamburger (3)

“Hanno un buon sapore, sono belli e gli hamburger sono un’icona degli Stati Uniti d’America”, ha detto Sperl, che negli ultimi 23 anni ha collezionato centinaia di gadget al suo “Burgerbilia”, il primo – e unico – museo di hamburger, situato a casa sua.

Harry, il più grande fan degli hamburger (4)Harry ha arredato la sua casa interamente a tema: ha una lampada a forma di cheesburger, un telefono e addirittura un letto con piccoli cuscini a forma di hamburger. Per non parlare dei tappeti con i disegni, un carillon, gomme, orologi, vassoi e calamite.

La sua passione è iniziata quando ha acquistato alcuni oggetti a forma di hamburger in un negozio di giocattoli; da quel momento non solo ha cominciato a collezionare oggetti per il suo Burgerbilia (che ha trovato in vari mercatini e mercati delle pulci) ma ha anche progettato uno dei suoi orgoglio più grandi: la Hamburger Harley, un triciclo a motore con le ruote a forma di cipolla e le manopole a forma di sottaceti.

Nonostante sia tedesco, Harry ama tutto dell’America: “Amo il clima, il sole, la spiaggia, l’oceano, lo stile di vita americano, il modo di vivere americano”… e il cibo, naturalmente, anche se ha ammesso di avere qualche problema di colesterolo.
In futuro spera di ingrandire il suo museo personale aprendone uno vero e proprio, in modo che tutti possano ammirare la sua unica collezione.

Harry, il più grande fan degli hamburger (1) Harry, il più grande fan degli hamburger (2) Harry, il più grande fan degli hamburger (5)

Recupera gli oggetti caduti nelle grate dai passanti

Eliel Santos, da otto anni, recupera gioielli, soldi e oggetti elettronici dalle grate dei marciapiedi di New York.

Il 38enne usa del filo interdentale e una piccola trappola per topi per recuperare tutte le cose di valore che cadono per terra dalle mani o dalle tasche delle persone mentre passeggiano per le vie della Grande Mela e non solo.
Passa ore ed ore cercando tra le grate di metallo e, quando qualcosa cattura la sua attenzione, si posiziona sopra alla preda e la fa salire con il suo filo interdentale e la colla.
Ogni tanto trova cose senza valore ma gli capita spesso di trovare gioielli, denaro e persino qualche iPhone o iPod.
“Se ti cade io lo vado a prendere, quindi fate attenzione”, avverte così i pedoni di New York.

Eliel ha cominciato questa strana “attività” per puro caso; un giorno stava camminando per strada quando un ragazzo ha fatto cadere le proprie chiavi in una grata e ha cominciato a cercare un fabbro. Santos si è offerto di aiutarlo, così è andato a comprare una trappola per topi e l’ha attaccata ad una roccia che ha legato con uno spago. Dopo averla fatta scendere attraverso la grata è riuscito a recuperare le chiavi e il ragazzo l’ha ricompensato dell’aiuto con $50.

Da quel giorno ha cominciato a visitare diverse aree di Manhattan, Brooklyn e Queens, cercando oggetti di valore caduti nelle grate, prestando particolare attenzione ai posti in cui passano molti venditori ambulanti.

La sua conquista più grande è stato un braccialetto di 18 carati e diamanti trovato ad Harlem con cui ha guadagnato $1.800, ma riesce a guadagnare anche aiutando le persone a recuperare oggetti di valore, come quando ha aiutato un ragazzo a riprendere la sua fede nuziale.

Solitamente, in un giorno medio, Santos guadagna circa $150 ma se è fortunato riesce ad arrivare addirittura a $1.000.

Gli “8 migliori avvistamenti” di Gesù

L’uomo ha sempre cercato di individuare nella vita quotidiana dei segni della presenza divina. Navigando nel web abbiamo trovato per voi gli “8 migliori avvistamenti” di Gesù.

Dopo la scomparsa di tre membri della sua famiglia, una donna dell’Alabama era convinta che Dio le avrebbe presto parlato. Apparve così una curiosa immagine sul suo tavola da caffè che lei interpretò come un segno della solidarietà celeste.
In Pensilvenia una donna trovò una macchia in una sua radiografia e la inviò al locale notiziario della Fox News.
Fu una dolce sorpresa quando in Olanda una strana sagona apparve nello spezzare un Kit Kat.
Anche dalle immagini della NASA la superficie di Marte nasconde strane soprese.
Un volto comparve pure su un adesivo di una toilette di Las Vegas.
Non è l’immagine caratteristica del Canada, ma una foglia ritrovata nel Massachussetts con una strana macchia. Lo scopritore afferma che chiedendo ad alcune persone cosa vedevano in quella strana figura: tre quarti sostenevano immediatamente che si trattava di Gesù, l’altro quarto che poteva trattarsi di Bob Marley oppure di John Lennon.
Tutte le casalinghe dovrebbero prestare attenzione al loro ferro da stiro perché strane immagini potrebbero comparire anche lì..
Dog JesusMa l’immagine più straordinaria e allo stesso tempo sacrilega è  quella che immortala il popò di Angus, un cagnolino di tre anni. Il padrone del cane assicura che l’immagine non è stata modificata.

In cina apre il primo negozio per donne frustrate

Spaccare gli oggetti per sfogare le proprie frustrazioni è abbastanza comune tra le persone. Solitamente però, questo istinto violento provoca danni a oggetti utili e spesso costosi.

Negozio per donne frustrate
Recentemente però, un centro Commerciale cinese della privincia di Shenyang ha aperto un particolare negozio dove ogni donna frustrata potrà finalmente sfogare la propria rabbia sugli oggetti senza doversi preoccupare di rompere qualcosa.

Il negozio permette a tutte le donne che vogliono usufruirne, di rompere ogni cosa che capiti loro sotto tiro, utilizzando una mazza da baseball per un minuto.

Gli interni sono divisi in varie zone che riproducono le stanze di una casa: il bagno, la stanza da letto, il soggiorno e presto la cucina.

Wang Jingyu, il Business Manager che ha realizzato il progetto dichiara di aver voluto realizzare questo spazio per permettere alle donne di “venire e sentirsi come a casa propria, solo senza limitazioni e senza doversi preoccupare di quello che rompono.”

Negozio per donne frustrateNegozio per donne frustrate

Lo stesso signor Wang tiene a precisare che tutti gli oggetti presenti nel suo negozio, sono veri, solitamente utensili di seconda mano o rotti; inoltre per chi lo volesse c’è anche l’opportunità di strappare fogli di carta o lanciare piatti.

Prima di entrare le donne vengono vestite con delle speciali protezioni per evitare che si facciano male da sole, mentre per fare in modo che tutte possano sfogarsi il periodo di ‘sfogo’ è stato limitato a 1 minuto.

Per invogliare le clienti ad entrare Wang afferma che chiunque effettui un acquisto di almeno 5 euro, non pagherà per sfogarsi.

Tra le clienti più frequenti ci sono sicuramente le studentesse universitarie e le giovani donne in carriera frustrate per problemi lavorativi o per problemi finanziari.

All’ingresso del negozio c’è una sola limitazione, un grosso cartello ricorda “Vietato l’ingresso agli uomini”.

Noi maschietti dovremo cercarci un altro posto dove sfogarci.

Oggetti nel sedere - Repertorio

Portava oggetti dentro la prigione infilandoseli nel retto, polizia sconvolta

Oggetti nel sedere - RepertorioLe autorità di Wenatchee, Wasinghton, sono rimaste sconvolte dopo aver scoperto che un uomo non identificato detenuto nella prigione locale è riuscito ad introdurre nel carcere svariati oggetti dopo esserseli inseriti nel retto.

L’uomo sarebbe riuscito a portare all’interno della struttura: accendini, cartine, una quantità di tabacco grande quanto una palla da golf, una bottiglia di inchiostro per tatuaggi, 8 aghi per l’inchiostro, una confezione di plastica con all’interno marijuana e per finire una pipa del diametro di 3 cm.

Il detenuto era stato richiamato Mercoledì scorso a causa della sua cattiva condotta e le guardie l’avevano perquisito una prima volta senza riscontrare traccia alcuna di oggetti esterni alla prigione.

Quando però una guardia ha controllato la sua cella, ha trovato un pezzo di plastica all’interno del gabinetto, l’uomo a quel punto è stato interrogato e dopo ripetute pressioni, ha confessato di essersi infilato tutti quanti gli oggetti nel sedere.

Il portavoce del carcere , il sergente John Kruse, in seguito alla confesisone del detenuto ha rilasciato un’unica dichiarazione ai giornalisti: “Siamo rimasti tutti quanti sconvolti dalle sue parole, come diavolo avrà fatto a mettersi tutti quegli oggetti nel sedere? Il tabacco era veramente grande!”

(altro…)