Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (5)

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli

Geldrop, una piccola città nella parte meridionale dei Paesi Bassi, potrebbe sembrare una normale cittadina come tutte le altre ma di fatto ha qualcosa di molto particolare: i nomi delle vie sono ispirati alla famosissima trilogia di J.R.R Tolkien, Il Signore degli Anelli.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (5)

In rete non ci sono molte informazioni a riguardo e non si sa nemmeno di chi sia stata la geniale idea ma Geldrop, che conta circa 28.000 abitanti, è uno dei pochissimi posti al mondo che ha i nomi delle vie così bizzarri, e non solo per un paio di vie ma per l’intero quartiere.
Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (3)

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (2)

Basta andare su Google Maps per vedere con i propri occhi le strade che hanno nomi di hobbit, elfi, nani, eccetera.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (1) Al centro della città si trova Laan von Tolkien (via Tolkien) e la scuola locale si chiama De Hobbit. La cosa ancora più incredibile è che il sistema di denominazione è stato ben pianificato: le vie si presentano in gruppi di personaggi, luoghi e oggetti legati gli uni agli altri.

A nord, ad esempio, si trovano via Gondor, Boromir, Faramir, Aragorn, Denethor e Palantír; a ovest ci sono via Bifur, Bofur, Bombur, Balin, Dwalin, Dori, Ori, Fili e Kili; a sud via Gimli, Pippin e Peregrin; a est via Éowyn, Eomer e Theoden; a nord, infine, via Elros, Amandil, Silmarien, Elendil e Valandil. Vicino a via Tolkien si trovano invece via Gandalf e Sam Gewissies e, poco più a sud, via Galadriel, Celeborn e Legolas.

Purtroppo uno dei personaggi più importanti della saga, Bilbo Baggins, non è presente nei nomi delle vie della città, così come Gollum. Anzi, quasi nessuno dei personaggi cattivi è presente – ad eccezione di Saruman – probabilmente per non dare una connotazione negativa ad alcune strade, cosa che potrebbe avere conseguenze negative sia da un punto di vista sociale che economico.

Città olandese ha i nomi delle vie ispirate a Il Signore degli Anelli (4)

Presentatore TV beve latte dal seno di un'ospite

Presentatore TV beve il latte dal seno di un’ospite in studio

Il presentatore di un talk show olandese ha attirato varie critiche dopo aver bevuto il latte dal seno di una donna in diretta TV, in prima serata.

Presentatore TV beve latte dal seno di un'ospite Il comico Paul de Leeuw ha sconvolto gli spettatori e il pubblico dopo aver bevuto il latte direttamente dal seno di una spettatrice.

Il 51enne stava intervistando alcune donne facenti parte di un ente di beneficienza che ha cerca di facilitare gli scambi di latte materno durante il suo programma di intrattenimento per famiglie.

Com’è, buono e dolce?“, ha chiesto de Leeuw ad una donna, Wendy, prima di chiederle se poteva assaggiare.
Be’, se non mordi potresti provarlo“, ha risposto, e il presentatore, che aveva rifiutato una bottiglia del suo latte che aveva di fianco, si è abbassato per bere direttamente dal suo seno.
Pochi istanti dopo si è trasferito sull’altro capezzolo, incitato dal pubblico, e successivamente ha scherzato dicendo: “La seconda volta è stata più gustosa ma sono riuscito a sentire che hai mangiato asparagi ieri”.

Catena di negozi olandese crea la maionese alla cannabis

Una catena di negozi di patatine fritte olandese sta creando la maionese al gusto di cannabis.

Catena di negozi olandese crea la maionese alla cannabis I clienti della catena Manneken Pis potranno presto immergere le patatine in una nuova salsa, la maionese alla cannabis.

La salsa non avrà nessuno degli effetti che si hanno solitamente quando si fuma nei coffee-shop in quanto sarà prodotta senza il THC (il composto stupefacente e principio attivo della cannabis), l’ingrediente che rilassa e che può far avere allucinazioni.

Catena di negozi olandese crea la maionese alla cannabis Nel menù verrà chiaramente indicato che la maionese non contiene THC, ci tiene a precisare il proprietario della catena Albert van Beek.

“Si tratta solamente del gusto”, afferma. “Ci siamo specializzati in salse e vogliamo sempre diversificare.
Ho avuto l’idea perché sento l’odore della cannabis dal coffee-shop di fronte al mio negozio ad Amsterdam, ogni giorno”.

La salsa scelta è stata la maionese perché è la più richiesta in Olanda e in Belgio.

Due uomini hanno voluto provare il dolore del parto

Durante un programma televisivo olandese, Proefkonijnen, – tradotto in italiano “I porcellini d’India” – i due presentatori Dennis Storm e Valerio Zeno hanno provato lo straziante dolore che prova una donna mentre partorisce, collegando degli elettrodi ai loro addomi.

Due uomini hanno voluto provare il dolore del parto Dennis e Valerio sono famosi per aver consumato, nel 2011, pezzi cucinati del proprio corpo in diretta televisiva. Le polemiche non sono mancate ma loro continuano con i loro esperimenti.
Stavolta hanno voluto provare l’esperienza di una donna che partorisce. Per ovvi motivi non è stato possibile l’atto in sé ma sono riusciti ad avere le stesse sensazioni grazie ad una serie di elettrodi fissati sul loro stomaco che simulavano i crampi e le contrazioni che hanno le donne durante il parto.
L’esperimento è durato due ore, in cui i due uomini hanno gridato contorcendosi dal dolore.

Credi che sarà talmente doloroso da farci gridare?“, ha chiesto Zeno ad una delle infermiere prima dell’esperimento. “Sì, sicuramente“, ha risposto lei.
Il dolore è iniziato gradualmente ma non appena è aumentata la forza degli shock i due uomini hanno potuto constatare che l’infermiera aveva ragione.
Nonostante il dolore, i due hanno affermato che è stato uno dei momenti migliori della stagione. Forse grazie alle bambole e ai biscotti che hanno ricevuto dagli infermieri quando il tutto era finalmente finito.

Hotel a forma di intestino umano

Il CasAnus hotel, o hotel Colon, è stato creato a forma di intestino umano.

La costruzione ha la forma del sistema digestivo che parte dalla bocca dello stomaco e finisce nell’ano. L’unica parte che non è del tutto uguale è la parte finale, che è stata rigonfiata per fare spazio ad un letto e un bagno.

L’hotel è stato designato dall’artista olandese Joep van Lieshout nel 2007 ed è situato nella sede della Verbeke Foundation, un sito d’arte privato, che si trova in Belgio tra Antwerp e Ghent.

Nonostante non sembri un granché dall’esterno, dentro ha tutto quello di cui una persona possa aver bisogno ed è anche molto comodo. Ci sono un letto matrimoniale, la doccia e un riscaldamento centralizzato, e con 120€ per notte potete pernottare in un simpatico e artistico hotel-intestino.