Sierra Leone: si giocherà a un gioco da tavolo per avere la patente (1)

Sierra Leone: si giocherà a un gioco da tavolo per avere la patente

Le autorità del Sierra Leone (Stato dell’Africa Occidentale) hanno trovato un modo ingegnoso e anche divertente per tentare di risolvere il problema dei loro automobilisti indisciplinati che causano migliaia di incidenti ogni anno: un gioco da tavolo con cui far giocare chiunque voglia la patente di guida, che farà affrontare ai giocatori situazioni realistiche dove l’unica via d’uscita è dare la risposta corretta.

Sierra Leone: si giocherà a un gioco da tavolo per avere la patente (1)

Il gioco, che si chiama “The Drivers’ Way” (La via dell’automobilista), è un vero e proprio gioco da tavolo che contiene regole stradali da applicare. Le pedine sono fatte a forma di automobile e il classico dado è stato trasformato in un semaforo; anche se la luce è verde, i giocatori devono affrontare dure prove attinenti al codice della strada. Se un giocatore sbaglia potrebbe ritrovarsi con un fanale rotto o con una multa, proprio come nella vita reale.

Migliaia di copie del gioco, creato da Morie Lenghor (ispettore generale delegato della Polizia), sono già state fatte e ognuna costerà all’incirca 60.000 leoni (circa 15€). Chi vorrà prendere la patente dovrà acquistarlo e giocarci per qualche mese, finché le regole del codice della strada gli saranno rimaste bene impresse, per poi fare l’esame finale.
Secondo Lenghor, la maggior parte degli incidenti del Sierra Leone sono il risultato dell’ignoranza degli automobilisti riguardo il codice della strada; molti di loro non conoscono i segnali o addirittura i limiti, così si è pensato a questo gioco che si spera possa essere un modo per attirare l’attenzione dei giovani che vogliono prendersi la patente ma che magari non avrebbero la pazienza di studiare correttamente le regole.

A causa del sistema corrotto, infatti, alcune persone hanno pagato per evitare di fare l’esame, ottenendo così la patente senza un’adeguata verifica della conoscenza del codice della strada.

Cha Sa-soon prende la patente dopo 960 tentativi

Prende la patente dopo 960 tentativi, ora cerca un’auto

Cha Sa-soon prende la patente dopo 960 tentativiDopo aver speso più di 5 milioni di Won (3300 euro circa) per lezioni e esami, la signora Cha Sa-soon, 69 anni è finalmente riuscita a passare l’esame scritto della patente con il risultato minimo di 60 centesimi.

La donna proveniente Jeonju in Corea del Sud è riuscita nell’impresa di passare l’esame di teoria della patente dopo 950 tentativi.

In Corea del Sud, così come da noi, è necessario passare un esame scritto prima di poter esercitarsi con una scuola guida e la donna dal 2005 aveva sostenuto l’esame teorico quasi tutti i giorni.

Il suo motto è:  “Se vuoi raggiungere il tuo obiettivo devi essere ostinato”

Cha Sa-soon prende la patente dopo 960 tentativiPer riuscire a passare anche l’ostacolo della pratica, la donna ha dovuto provare per altre 10 volte, fino a quando al 960esimo tentativo tra teoria e pratica è riuscita finalmente a prendere la patente.

Ora Cha è alla ricerca di un’auto di seconda-mano per poter andare a trovare il figlio e la figlia e per poter andare vendere le sue verdure.

I gestori dell’autoscuola a circa 150 chilometri da Seoul contattati dai giornali locali non hanno rilasciato dichiarazioni a riguardo. Meglio non commentare un tale insuccesso.

E tanti auguri a chi la incontrerà per strada!