Cornman, l'uomo che porta a spasso le sue verdure (2)

Cornman, l’uomo che porta a spasso le verdure al guinzaglio

Non capita tutti i giorni di vedere qualcuno che porta a spasso le proprie verdure al guinzaglio… a meno di non abitare a Tokyo.

Cornman, l'uomo che porta a spasso le sue verdure (2)

Nell’ultimo anno sono state pubblicate in vari social network alcune foto di un uomo ben vestito che girava per la città con al guinzaglio verdure di ogni tipo.

Conosciuto con il nome di “Cornman” (corn significa mais), è diventato una delle attrazioni della capitale del Giappone, venendo anche fermato dai passanti per una foto ricordo.

Fino a poco tempo fa non si sapeva molto di Cornman e si sentivano varie storie sul suo conto; alcuni dicevano che fosse pazzo, altri che cercava solamente un po’ di attenzione, o che avesse perso una scommessa.
Recentemente però è stato intervistato da un canale giapponese a cui ha raccontato delle sue verdure domestiche.

Cornman, il cui vero nome è Masahiko Naganuma, ha dichiarato di aver preso ispirazione da un passante che ha visto nel 2006 mentre trascinava un cavolo cinese.
Per qualche ragione quell’immagine ha avuto un forte impatto su di lui, così è tornato subito a casa per prendere una verdura ed è tornato nello stesso posto in cui era stato poco prima, senza però trovare l’uomo; sfortunatamente se n’era già andato e Naganuma non l’ha mai più rivisto.

A Corman però è rimasto impresso l’evento e ha cominciato a portare a spasso regolarmente verdure di ogni tipo, come ravanelli, carote, cavolfiori, porri, eccetera. L’uomo afferma che i broccoli sono quelli che gli danno più emozioni mentre passeggiano insieme.

Cornman, l'uomo che porta a spasso le sue verdure (4)

Masahike dà anche dei nomi alle sue verdure, proprio come se fossero dei veri animali domestici, prendendo spunto anche da vari anime come Dragon Ball Z – una volta ha chiamato una carota Kakarrot.
A differenza dei veri animali domestici, però, le verdure che si trascina dietro dopo un po’ vengono cucinate e mangiate da Cornman, il quale afferma che il legame che crea dopo aver passeggiato insieme a loro le fa sembrare ancora più buone.

Cornman, l'uomo che porta a spasso le sue verdure (1) Cornman, l'uomo che porta a spasso le sue verdure (3)

Cinese si porta una casa mobile sulle spalle (1)

Uomo cinese si porta sulle spalle una casa mobile

Un uomo cinese si è trasformato in una lumaca umana creando una casa mobile che si porta sempre sulle spalle, ovunque vada.

Cinese si porta una casa mobile sulle spalle (1)

Liu Lingchao, di 38 anni e proveniente da Liuzhou (Guangxi Zhuang, Cina), si porta sulle spalle ogni giorno la sua casa di 60 kg, fatta di pali di bamboo e fogli di plastica, che gli offre riparo durante i suoi lunghi viaggi in Cina.
“Questa è la terza casa mobile che ho costruito. Pesano solamente 60 kg e durano circa un anno”, ha spiegato l’uomo.

Durante i suoi viaggi, Liu riesce a finanziarsi raccogliendo e vendendo bottiglie riciclabili .
Mi sento libero, posso andare dove voglio e vivere per conto mio“, ha aggiungo l’uomo.

Cinese si porta una casa mobile sulle spalle (2) Cinese si porta una casa mobile sulle spalle (3) Cinese si porta una casa mobile sulle spalle (4)

Water portiere in Giappone

Dal Giappone il Water che para i rigori

Dall’unione di due affermate aziende Giapponesi nasce l’invenzione che vi farà completamente impazzire, il Super Great Toiler Keeper il water che para i calci di rigore

Water portiere in GiapponeQuesta fantastica invenzione è già un cult tra le più grandi invenzioni di sempre Made In Japan ed è stata messa alla prova con l’aiuto di uno tra i più grandi giocatori di calcio giapponese di sempre, il neo “pensionato” Tatsuhiko ‘Dragon’ Kubo, attaccante della nazionale giapponese fino all’anno scorso.

Come potete notare dal video, neanche la potenza e la precisione di Cubo sono in grado di battere l’efficientissimo water portiere.

Il gabinetto è dotato infatti di due sensori posti ai lati della porta in grado di calcolare velocità, potenza e direzione della palla in pochi millesimi di secondo e di reagire di conseguenza parando con estrema sicurezza il calcio di rigore sputando contro la palla da calcio una piccola palla rossa.

L’idea nasce dall’unione di due aziende con lo stesso nome che pubblicizzano e producono prodotti completamente diversi.
I produttori di sanitari da bagno Toto e la società di scommesse Toto.

Seno agganciato alla maniglia

Rimane con il seno agganciato alla maniglia della porta, liberata dopo ore

Seno agganciato alla manigliaLa vittima non identificata è Inglese e ha 24 anni. La donna si trovava nella sua casa di Wootton Bassett in Gran Bretagna, quando inspiegabilmente il suo seno è rimasto agganciato alla maniglia della porta.

All’arrivo dei paramedici all’interno dell’abitazione, la donna si trovava ancora appesa alla porta in una scena a metà tra un film demenziale e uno drammatico.

Nonostante l’intervento degli operatori sanitari, la maniglia non ne ha voluto sapere di staccarsi dal seno della donna e così, dopo averle somministrato una dose di morfina, i pompieri sono stati costretti a smontare la maniglia della porta per poter trasferire la giovane al pronto soccorso più vicino.

“Bisogna stare attenti a questo genere di traumi, perché non puoi mai sapere quanto l’oggetto sia conficcato in profondità all’interno del corpo.” – ha dichiarato uno dei paramedici.

Solo in ospedale, dopo circa un’ora di intervento, si è riusciti a liberare finalmente il seno della donna dall’oggetto.

“Il rischio che rimuovendo l’oggetto ci fosse una cospiqua perdita di sangue era troppo alto, è stato dunque necessario intervenire con la massima prudenza.” – afferma un portavoce dell’ospedale.

La giovane non ha rilasciato dichiarazioni e ancora non è chiaro come l’incidente possa essere accaduto.

[Grazie a Lorena per l’ottima segnalazione :)]