Bambino scomparso ritrovato dentro a una macchinetta acchiappa-peluche

Bambino scomparso ritrovato dentro a una macchinetta acchiappa-peluche

Un bambino scomparso nel Nebraska è stato ritrovato al bowling bloccato in una claw machine.

Bambino scomparso ritrovato dentro a una macchinetta acchiappa-peluche

L’intrepido Kael Ireland, di soli tre anni, ha capito che è più facile entrare in una macchinetta acchiappa-peluche che riuscire a prenderne uno. È stato proprio dentro a una di quelle macchinette che è stato trovato dopo aver fatto prendere un grosso spavento ai genitori, che non appena hanno notato la sua mancanza hanno chiamato la polizia.

Lo staff del Madsen’s Bowling and Billiards di Lincoln (Nebraska, Stati Uniti) crede che sia riuscito a entrarci attraverso lo scivolo dal quale escono i peluche; Kael è stato fatto uscire dopo aver chiamato gli operatori del distributore automatico che l’hanno aperto in poco tempo. Al bimbo è stato poi regalato uno dei peluche con cui stava giocando, anche se probabilmente sarebbe stato più felice se l’avessero lasciato lì ancora un po’!

Mohammed Fazlu

Tira la palla troppo lontano, va a prenderla e lo ritrovano dopo 4 mesi

Mohammed FazluEra dato per disperso da 4 mesi, Mohammed Fazlu, 7 anni, di Bangalore in India è stato ritrovato vivo a 1300 chilometri da casa.

Al momento della sua scomparsa Mohammed stava giocando a palla, ma secondo quanto raccontato dallo stesso ragazzino, un calcio troppo forte avrebbe spedito la palla sopra ad un treno fermo alla stazione, il tempo di salire per prenderlo e il treno era già ripartito.

Quattro mesi più tardi la polizia lo ha ritrovato a Tamil Nadu, a centinaia di chilometri da casa.

Il piccolo è stato riconosicuto dal fratello maggiore durante un appello fatto dalla polizia e andato in onda su un canale della televisione Indiana.

I poliziotti, seppur contenti per il ritrovamento del piccolo, ora potrebbero accusare il padre per la mancata denuncia della scomparsa del figlio.

“La polizia non aiuta mai in questi casi, anzi, spesso chiede tangenti in cambio di aiuto” – ha dichiarato il signor Fazlu.

Non è ancora chiaro come il piccolo possa essere sopravvissuto così a lungo senza l’aiuto di qualcuno.

I giornali affermano che in Cina e nel mondo esistono centinaia di bambini scomparsi per cercare di recuperare una palla calciata troppo forte o scivolata lungo la discesa vicino a casa.