Sopravvive dopo essere stato trafitto in testa con la gamba di uno sgabello

Un uomo serbo è sopravvissuto dopo essere stato trafitto dalla gamba di metallo di uno sgabello, probabilmente durante una lite in un bar.

Sopravvive dopo essere stato trafitto in testa con la gamba di uno sgabello

L’uomo, che è arrivato all’ospedale senza documenti, dopo essere stato operato e ricoverato si è ripreso completamente, nonostante la gamba dello sgabello abbia perforato il suo cervello di 11 centimetri.

I medici sono rimasti sbalorditi da come l’uomo, che dovrebbe avere dai 40 ai 45 anni, abbia superato una ferita così grave, dopo aver passato due intere settimane in terapia intensiva in condizioni critiche ma stabili.

“Ci sono volte in cui anche i medici con più esperienza sono sorpresi dalla natura della ferita”, ha detto uno dei chirurghi che si sono occupati dell’uomo, che sono riusciti a rimuovere il corpo di metallo senza complicazioni.

Probabilmente l’uomo non avrà gravi problemi alle funzioni motorie, in quanto è in grado di muoversi e di nutrirsi autonomamente, ma dovrà sottoporsi a settimane di riabilitazione.

Si spara accidentalmente un arpione in testa e sopravvive

Un uomo brasiliano di 34 anni è riuscito miracolosamente a sopravvivere dopo essersi accidentalmente sparato in testa con un arpione.

Si spara accidentalmente un arpione in testa e sopravvive (1)

Bruno Barcellos de Souza Coutinho (Petrópolis, Brasile) stava pulendo i suoi attrezzi da pesca quando uno di questi ha sparato infilzando la testa dell’uomo per 15 centimentri, attraverso l’occhio sinistro e in profondità nel cervello.
Nonostante l’incidente non è andato subito all’ospedale fino al giorno dopo, quando un parente l’ha incitato a farsi vedere da un medico.
È arrivato in ospedale sorprendentemente lucido ma è stato subito sottoposto ad un intervento chirurgico di emergenza.

De Souza Coutinho ha perso l’occhio ferito ma fortunatamente non ha subito nessun danno cerebrale.

Colpito due volte da un fulmine si rialza illeso

fulmineUn video che sta facendo il giro del mondo, e attorno al quale si aggirano molti dubbi, secondo alcuni è tutta una montatura, ma se fosse vero avrebbe davvero dell’incredibile.

Un uomo colto di sorpresa durante un improvviso temporale viene colpito da un fulmine che lo stende una prima volta; rialzatosi poco dopo e ancora scosso, viene colpito una seconda volta da un altro fulmine. Alla fine del filmato l’uomo si allontana definitivamente sulle sue gambe.

Realtà? Finzione? Sopravvivere ad un fulmine è possibile, ne abbiamo le testimonianze, ma rialzarsi così velocemente è verosimile?

ubriaco con -5 gradi, sopravvive

Dorme nudo a -5°C ma sopravvive perchè ha troppo alcool in corpo

ubriaco con -5 gradi, sopravviveAleksander Andrzej, un uomo di 32 anni Polacco è incredibilmente sopravvissuto una notte intera con temperature che toccavano i -5°C a Varsavia.

E’ stato trovato il giorno seguente in mutande dalla polizia in un parco della città con in corpo 30 volte il limite di alcool consentito dalla legge per guidare (35 microgrammi).

Nelle vene di Aleksander scorrevano 1024 microgrammi di alcool ogni 100 millilitri di sangue che secondo i medici lo avrebbe aiutato e salvato dalla morte per assideramento.

Incredibile la resistenza dell’uomo se si pensa che bastano anche 300 microgrammi per mettere a repentaglio la vita di una persona.

Non è ancora chiaro il perché l’uomo fosse in mutande e solo nel parco. Ora si trova ora ricoverato all’ospedale ma sarà dimesso in pochi giorni senza alcuna conseguenza.

E voi che dite sempre che l’alcool fa male! Pff