Liquid Mountaineering – Camminare sull’acqua come Gesù

Grazie alla bellissima segnalazione da parte di The Ulf, inventore e praticante, oggi vi faccio conoscere un nuovo sport che sta prendendo “piede” tra alcuni giovani tedeschi (?).

Questa nuovissima attività si chiama Liquid Mountaineering e consiste nel camminare sull’acqua il più possibile senza affondare sotto il peso della forza di gravità.

Anche se apparentemente sembra essere impossibile camminare sopra un liquido, questi ragazzi riescono a correre per decine di metri senza cadere, proprio come fece a suo tempo Gesù Cristo!

L’idea del Liquid Mountaineering è nata dall’osservazione dei sassi lanciati a raso sull’acqua. Da li in poi l’idea si è evoluta e i ragazzi hanno scoperto che utilizzando i materiali idrorepellenti adatti è possibile correre sull’acqua per molti metri.

Guardare per credere.

L’ennesivo video Fake? Probabilmente si ma il sogno sicuramente prima o poi si realizzerà.

Il lancio del nano

Una volta ogni tanto durante le lezioni di filosofia imparo qualcosa di interessante, infatti grazie al mio professore di filosofia, sono venuto a conoscenza l’altro giorno di una strana disciplina nata e praticata soprattutto in Australia, che da il nome ad un piccolo manuale di filosofia. La disciplina in questione è il “Lancio del Nano”.

lancio del nano
Il lancio del nano, in inglese “Dwarf Tossing” è uno strano passatempo, nato in Australia, che ha da sempre suscitato polemiche, come avrete capito, il gioco consiste nel prendere un nano, si, proprio un nano, non un pupazzo, ma una persona bassa, affetta da nanismo e lanciarlo letteralmente in aria. Naturalmente come tutti gli sport, anche questo ha le sue regole, infatti il nano prima di essere gettato indossa un casco delle protezioni per le ginocchia e i gomiti e una speciale tuta con delle maniglie sulla schiena per far si che il lanciatore possa lanciare meglio il nano.
Esistono varie discipline come il lancio attraverso la vetrata o attraverso il cerchio di fuoco, in questo caso è necessario munirsi di un estintore.
Il record del mondo di lancio del nano appartiene a Jimmy Leonard che è riuscito a lanciare Lenny The Giant a ben 9.15 metri di distanza ed è di conseguenza entrato a far parte del Guinness World Records Book.

Regola fondamentale affinchè il lancio sia valido è che il nano sia consenziente e che non emetta alcun suono, ne durante il lancio ne in seguito all’impatto con il terreno. In caso contratio il lancio viene annullato.

Ho accennato prima che questo sport ha suscitato non poche polemiche e in alcuni stati è addirittura proibito dalla legge come per esempio in Illinois e in Michigan.
E’ tutt’ora in atto una diatriba alla Dichiarazione Internazionale dei Diritti dell’Uomo.
In Europa non è molto diffuso, in Italia non viene praticato ma in alcune discoteche di Ibiza è possibile provare a lanciare il nano e chissà che non riusciate a stabilire un nuovo record.

Ecco qua un piccolo video che vi mostra il lancio del nano presso un locale.